21 procuratori generali repubblicani inviano una lettera a Biden attaccando le sue politiche pro-LGBTQ+

L'hanno fatto venti procuratori generali dello stato repubblicano firmato una lettera sfidare gli sforzi del presidente Joe Biden per proteggere gli studenti e i dipendenti LGBTQ+.



Scritta dal procuratore generale del Tennessee Herbert H. Slatery III, la lettera sostiene che l'amministrazione Biden ha interpretato troppo ampiamente la decisione della Corte Suprema nella storica Bostock contro Clayton County caso, che ha stabilito che il titolo VII del Civil Rights Act protegge le persone LGBTQ+ dalla discriminazione sul posto di lavoro.

Nel suo primo giorno in carica, Biden ha emesso un ordine esecutivo dichiarando che tutte le agenzie federali devono aderire alla sentenza del 2020, proteggendo così i dipendenti del governo LGBTQ+ dalla discriminazione. L'ordinanza ha inoltre ordinato ad altre agenzie della Casa Bianca di applicare la sentenza a tutte le aree della politica federale, proteggendo le persone LGBTQ+ dalla discriminazione negli alloggi pubblici, nell'assistenza sanitaria e nelle scuole. La campagna per i diritti umani (HRC) chiamato l'azione il più sostanziale e ampio ordine esecutivo in materia di orientamento sessuale e identità di genere mai emesso da un presidente degli Stati Uniti.



Biden anche linee guida specifiche per le scuole affermando che il Titolo IX tutela gli studenti LGBTQ+ dalla discriminazione, basando la dichiarazione sul Bostock decisione. Nel mese di giugno l'amministrazione ha ampliato il proprio ragionamento in a Avviso di interpretazione e attraverso altri documenti forniti alle scuole.



La lettera dei procuratori generali repubblicani, che prende di mira principalmente le persone transgender, sostiene che la guida impartita alle scuole fraintende fondamentalmente ed estende in modo improprio il Bostock decisione. Inizia sostenendo che la decisione non dovrebbe applicarsi all'accesso al bagno e agli spogliatoi e sembra che nel processo si tratti di donne transgender misgender.

Bostock sostiene che un datore di lavoro non può licenziare un uomo che si identifica come donna se il datore di lavoro non vuole licenziare una donna in una situazione simile che si identifica come donna, si legge nella lettera. Un equilibrio di interessi significativamente diverso distingue un uomo che si identifica come donna da un uomo che fa la doccia con donne colleghe.

La lettera mira anche alla guida della Commissione per le pari opportunità di lavoro (EEOC), che indaga sugli atti di discriminazione sul posto di lavoro, per aver suggerito che l'uso improprio dei pronomi può essere considerato una molestia in alcuni casi. Lo affermano i firmatari del GOP Bostock non toglie a nessuno il diritto di usare pronomi biologicamente accurati. Sostengono anche che vietare l'uso errato dei pronomi è una violazione della libertà di parola.



Anche se la guida dell'amministrazione Biden riconosce che le organizzazioni religiose sono esentate dalle leggi contro la discriminazione in alcune circostanze, la lettera dei procuratori generali repubblicani accusa anche l'EEOC di violare la libertà religiosa dei datori di lavoro, sulla base del Religious Freedom Restoration Act e del Primo emendamento.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden a Ginevra L'amministrazione Biden pubblica la dichiarazione più forte finora a sostegno dei diritti degli studenti trans Tuttavia, la Casa Bianca si è fermata ancora una volta prima di dire che avrebbe citato in giudizio gli stati che discriminano. Visualizza storia

La lettera prosegue criticando l'applicazione da parte dell'amministrazione Biden del Bostock decisione nelle scuole, con particolare attenzione atleti studenti transgender sostenendo che il titolo IX ha potuto prevenire la discriminazione nell'atletica leggera solo riconoscendo le differenze biologiche tra studenti maschi e femmine. I firmatari affermano che le scuole non possono offrire pari opportunità nello sport se è loro vietato riconoscere che ci sono, in effetti, due sessi biologicamente distinti.

I legislatori che spingono i divieti di sport anti-trans, tuttavia, non sono stati in grado di fornire alcuna prova che la partecipazione trans allo sport scolastico causa problemi. Al contrario, gli studi hanno dimostrato che la partecipazione all'atletica leggera comporta vantaggi significativi per i giovani trans vulnerabili..

Un recente studio del Centro per il progresso americano (CAP), ad esempio, ha scoperto che consentire ai giovani transgender di partecipare allo sport non è solo benefico per la loro salute mentale, ma non è nemmeno dannoso per i loro compagni di squadra cisgender. Lo studio ha anche trovato prove che suggeriscono che le politiche transinclusive portano a un aumento generale della partecipazione sportiva delle ragazze.

La lettera prosegue affermando che una scheda informativa Affrontare le molestie anti-LGBTQI+ nelle scuole emesso dall'amministrazione Biden è abbastanza vago da lasciare domande significative senza risposta, ma abbastanza minaccioso da costringere molte scuole a una rapida capitolazione senza alcuna guida su ciò che ED intende far rispettare.



Afferma che milioni di studenti e genitori sono preoccupati per il fatto che le scuole vengano punite per aver bandito gli studenti transgender dagli spogliatoi che sono in linea con il loro genere. Continuando a usare il linguaggio transfobico, si riferiva alle ragazze transgender come ai ragazzi che si identificano come ragazze.

Questo ultimo attacco è uno dei tanti che la comunità transgender ha subito un anno record per la legislazione statale anti-trans . Molte delle proposte di legge, alcune delle quali già approvate, si concentrano sul divieto alle ragazze transgender di praticare sport e sulla limitazione dell'accesso dei giovani alle cure mediche che affermano il genere.

La stragrande maggioranza degli stati i cui procuratori generali hanno firmato la lettera quest'anno ha approvato o preso in considerazione la legislazione anti-trans. L'Arkansas, ad esempio, a marzo ha approvato un progetto di legge anti-trans sport che vieta alle ragazze transgender di gareggiare negli sport femminili nelle scuole pubbliche. Passarono anche leggi simili Tennessee e Mississippi . Quando hanno firmato i progetti di legge, sia il governatore del Tennessee Bill Lee che il governatore del Mississippi Tate Reeves hanno affermato che stavano rispondendo all'interpretazione di Biden del titolo IX.

La lettera, ovviamente, è principalmente simbolica. I procuratori generali dello stato applicano questioni di politica locale all'interno dei loro stati di origine, come determinato dai loro governatori, legislature e sistemi giudiziari e hanno scarso potere di usurpare il sostegno dell'amministrazione Biden all'uguaglianza LGBTQ +.