8 organizzazioni queer per supportare queste festività natalizie, invece dell'Esercito della Salvezza

Cresciuto nella periferia della Carolina del Nord, il suono di una campana tintinnante e la successiva richiesta di donazioni sono diventati onnipresenti con le festività natalizie. Ogni volta che andavo al supermercato o al Wal-Mart, vedevo qualcuno suonare il campanello dell'Esercito della Salvezza e, se fossi stato fortunato, avrebbero potuto persino indossare un abito da Babbo Natale o vestito da elfo. Da bambino, ho avuto bei ricordi di correre incontro alla persona che suonava il campanello, di infilare un dollaro nel secchio e di sentirmi come se avessi fatto la mia parte.



Sempre più spesso, quei ricordi si sono offuscati, offuscati dalla conoscenza della complicata storia dell'Esercito della Salvezza con la comunità LGBTQ+. In questi giorni, è difficile per una regina come me scorrere il suo feed di notizie durante le festività natalizie senza vedere un post di qualcuno che mi ricorda di non dare all'Esercito della Salvezza perché è omofoba, transfobica, fondamentalista o peggio.

Per la mia edificazione dell'arcobaleno, ho deciso di scavare un po', e i risultati sono stati, beh, confusi. Quello che posso dire, con assoluta certezza, è che l'Esercito della Salvezza ha una storia piuttosto imprecisa bigottismo , chiusura mentale , ostilità , e stranezza generale verso le persone LGBTQ+ in tutto il mondo. Sono come quell'ex ragazzo che ti ha tradito in prima media ma ha giurato di essere cambiato quest'estate e la decima elementare sarà diversa. Certo, potresti continuare ad uscire con lui, ma meriti di meglio.



Il problema con l'Esercito della Salvezza è che hanno sovrapposto il buono al cattivo: la glassa è buona, ma la torta è asciutta. Nella loro dichiarazione di missione, affermano che il loro obiettivo è predicare il vangelo di Gesù Cristo e soddisfare i bisogni umani nel suo nome senza discriminazioni, e la parte senza discriminazioni è ciò che mi prende. Non discriminare le persone LGBTQ+ non è il coronamento: è il minimo indispensabile per essere un'organizzazione dignitosa. Per essere un'organizzazione degna di donazioni e sostegno finanziario da parte di persone che si preoccupano delle persone LGBTQ+ e dell'uguaglianza, devi fare molto di più che semplicemente non discriminare per passare.



Cosa deve fare una ragazza se si sente filantropica durante le vacanze? Se ti senti molto generoso durante le festività natalizie e ti importa del fatto che un si stima che il 40 per cento dei giovani senzatetto negli Stati Uniti si identificano come LGBTQ+ o sul fatto che le persone transgender in America lo siano quattro volte più probabile per vivere in condizioni di estrema povertà, ecco otto organizzazioni che meritano molto di più la tua donazione:

Il Centro Ali Forney : Con sede a New York City, l'Ali Forney Center lavora per proteggere i giovani LGBTQ+ dai danni dei senzatetto e fornire loro gli strumenti necessari per vivere in modo indipendente.

Progetto Giustizia TGI : Situato nella Bay Area, il TGI Justice Project lavora con persone trans e di genere non conformi incarcerate o precedentemente incarcerate per creare una famiglia unita nella lotta per la sopravvivenza e la libertà.



L'Istituto Hetrick-Martin : Con sedi sia a New York City che a Newark, NJ, l'Hetrick-Martin Institute offre una gamma di servizi di supporto - dalla programmazione comunitaria, laboratori artistici e programmi GED, all'intervento in caso di crisi, consulenza sanitaria e supporto abitativo - per giovani LGBTQ+ economicamente emarginati.

Casa Rubino : Aperta sei giorni alla settimana, Casa Ruby offre uno spazio sicuro bilingue e multiculturale per le persone LGBTQ+ a Washington, DC. Il loro personale e i volontari forniscono servizi umani di base a più di 150 clienti a settimana, inclusi pasti caldi, gruppi di supporto, gestione dei casi e segnalazioni di alloggi di emergenza.

Fondo Veri Colori : Fondato da Cyndi Lauper nel 2008, il True Colors Fund lavora per sostenere i giovani LGBTQ+ senzatetto attraverso una combinazione di programmi di emancipazione giovanile, difesa delle politiche pubbliche e corsi di formazione a livello nazionale con fornitori di servizi per senzatetto.

Progetto Audre Lorde : Il progetto Audre Lorde è un centro per l'organizzazione di comunità di persone di colore lesbiche, gay, bisessuali, due spiriti, trans e di genere non conforme. Con una particolare attenzione al benessere della comunità e alla giustizia economica, ALP lavora per sviluppare e implementare programmi culturalmente specifici ed efficaci che riflettano i bisogni delle persone di colore LGBTQ+ a New York City.



Progetto di legge Sylvia Rivera : Il Sylvia Rivera Law Project si basa sulla comprensione che l'autodeterminazione di genere è inestricabilmente intrecciata con la giustizia razziale, sociale ed economica. Attraverso un approccio organizzativo collettivo, SRLP lavora per migliorare l'accesso a servizi sociali, sanitari e legali rispettosi e affermati per le persone non conformi di genere, con particolare attenzione alle persone a basso reddito e alle persone di colore.

Il tuo centro comunitario LGBTQ+ locale : Ci sono centri comunitari LGBTQ+ in centinaia di città in tutto il paese e molti centri hanno programmi specificamente progettati per promuovere l'empowerment economico per le persone nella comunità. Molti, come il Centro LGBT di Los Angeles , fornire servizi specifici per adulti LGBTQ+ e giovani senza fissa dimora.

Quindi la prossima volta che vedi un elfo che ti chiede di mettere i soldi in un secchio fuori dal negozio di alimentari, prima controlla di non avere allucinazioni. Quindi, resisti al tuo istinto nostalgico di mettere un dollaro nel secchio, tira fuori invece il telefono e fai una donazione a una di queste favolose organizzazioni, organizzazioni che danno potere alle persone più emarginate nella comunità LGBTQ+ pur mantenendo la pienezza delle nostre identità scintillanti.



Giacobbe Tobia è uno scrittore, produttore e autore del prossimo libro di memorie femminuccia con Putnam Books alla Penguin Random House. Nominato in Forbes 30 Under 30, Jacob è stato il produttore dei social media nella quarta stagione della serie vincitrice dell'Emmy Award Trasparente. Il lavoro e l'attivismo di Jacob sono stati presentati Rivista TIME, New York Times, Washington Post, BuzzFeed, Playboy, e Il guardiano, tra gli altri .