Dopo anni di richieste da parte degli organizzatori, l'orgoglio di New York sta vietando ai poliziotti di marciare

Heritage of Pride, l'organizzazione dietro l'annuale parata dell'orgoglio di New York City, ha annunciato lo scorso fine settimana che alla polizia sarà vietato partecipare all'iconica celebrazione con effetto immediato fino al 2025. L'organizzazione passerà anche a fornire maggiore sicurezza basata sulla comunità e primi soccorritori, mentre contemporaneamente adotta misure per ridurre la presenza del NYPD agli eventi, secondo un comunicato stampa.



L'organizzazione ha anche condiviso che un aumento del budget per la sicurezza consentirà l'assunzione di corsi di sicurezza privata e di riduzione dell'escalation per i volontari della sicurezza. Mentre alla polizia sarà vietato marciare, il NYPD sarà ancora presente per motivi di sicurezza solo quando assolutamente necessario come richiesto dai funzionari della città e sarà tenuto ad almeno un isolato di distanza dai perimetri dell'evento, ove possibile, secondo il comunicato.

Il senso di sicurezza che le forze dell'ordine dovrebbero fornire può invece essere minaccioso, ea volte pericoloso, per coloro nella nostra comunità che il più delle volte sono presi di mira con eccessiva forza e/o senza motivo, afferma il comunicato stampa. Il NYC Pride non è disposto a contribuire in alcun modo a creare un'atmosfera di paura o danno per i membri della comunità.



Sebbene gli attivisti abbiano chiamato per orgoglio la polizia da anni, ha detto il co-presidente del NYC Pride André Thomas loro. che il processo di rimozione dei poliziotti dall'evento annuale è iniziato l'anno scorso subito dopo il Pride, quando la comunità ci ha incaricato della nostra risposta alle azioni aggressive del NYPD nei confronti dei manifestanti pacifici di fronte a Stonewall durante la Pride Sunday.



Si riferisce a quell'incidente la marcia per la liberazione dei queer dell'anno scorso , un evento di base organizzato dalla Reclaim Pride Coalition che è emerso come contrappunto al NYC Pride, che gli attivisti hanno ripetutamente criticato per le sue sponsorizzazioni aziendali e il coinvolgimento della polizia. I manifestanti che sono scesi in piazza a sostegno delle manifestazioni di Black Lives Matter hanno culminato la loro marcia a Washington Square Park con balli, musica e canti, solo per essere incontrato decine di poliziotti .

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Abbiamo tenuto un municipio con la comunità per ascoltare i loro pensieri e preoccupazioni, abbiamo creato una task force dei nostri membri e un consiglio comunitario composto da attivisti locali per consigliarci e abbiamo ricevuto una lettera da [ Progetto Antiviolenza ] relativi a questi problemi, Thomas ha scritto via e-mail. Ci siamo concentrati sulla risposta all'AVP che ha creato il quadro su cui ci siamo basati per molte delle azioni che stiamo intraprendendo, al di fuori di ciò che è stato visto in relazione alla presenza del NYPD, inclusa una maggiore diversità nei nostri membri e leadership, maggiore attenzione alle sovvenzioni alle donne e organizzazioni comunitarie incentrate sulle minoranze e non mettendo in evidenza il NYPD sui nostri social media.



Thomas ha anche affermato che l'organizzazione ha contattato il NYPD e la Gay Officers Action League (GOAL) per chiarire le nostre posizioni e ottenere il loro feedback, oltre a ulteriori contatti con GOAL diverse settimane fa per dare loro la possibilità di esprimere i propri pensieri.

La nostra posizione continua a essere che il movimento Pride sia nato come risposta alla brutalità della polizia, e questo passo continua a riconoscerlo, ha detto Thomas.

Interrogato sulla tempistica di questa decisione, dato il fatto che gli attivisti chiedono da anni un orgoglio senza poliziotti, Thomas ha affermato che la decisione è stata informata dalle nostre conversazioni con GOAL e dal processo per cercare di ritenerli responsabili per il lavoro che la comunità sente di dover fare per ritenere responsabile il NYPD e che i movimenti sociali oggi richiedono un'azione.

Secondo Thomas, il NYC Pride ha offerto a [GOAL] l'opportunità di partecipare non in uniforme, ma non ha potuto fornire alcuna garanzia che i suoi ufficiali si sarebbero presentati non in uniforme e disarmati, aggiungendo che GOAL è stato silenzioso e ha aggirato le questioni relative agli abusi che le minoranze devono affrontare.



Alla fine, però, Thomas ha affermato che GOAL era l'organizzazione che doveva assumersi la responsabilità. Sono l'organizzazione interna al NYPD, non noi, sono quelli con la capacità di stimolare il cambiamento, ha concluso Thomas.

Alcuni attivisti, tuttavia, hanno respinto questa affermazione. Reclaim Pride e l'organizzatore di ACT UP Jason Rosenberg hanno twittato che questa decisione a lungo ritardata cancella convenientemente anni e anni di riunioni, municipi e organizzazione di persona di

@queermarch, e che anche la dichiarazione non ha riconosciuto un incidente del 2017 in cui 12 manifestanti sono stati arrestati al NYC Pride .



Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Alla domanda su questo incidente, il NYC Pride ha dichiarato che la leadership della nostra organizzazione è cambiata da quell'incidente, con il Consiglio che è il più diversificato che sia mai stato, incluso uno dei nostri co-presidenti che è stato il primo uomo afroamericano a prestare servizio in questo ruolo di leadership.

L'organizzazione ha anche affermato che il tema dell'evento di quest'anno, The Fight Continues, e il suo lavoro in corso riconoscono il fatto che non tutti i membri della comunità hanno uguale accesso ai diritti LGBTQ+, citando i numerosi progetti di legge anti-trans del 2021 pur riconoscendo tutti gli incidenti in il passato che ci ha portato a questo punto di svolta per i movimenti del Pride.

Tuttavia, Rosenberg ha condiviso la sua convinzione che Heritage of Pride sia sopravvissuto al loro tempo.

La Queer Liberation March è ora il suo terzo anno e il movimento per rivendicare un orgoglio libero da poliziotti e società continua a crescere ogni anno, ha detto Rosenberg in una e-mail. Ha anche affermato che esiste anche una completa sfiducia nei confronti degli organizzatori HOP, considerando le collaborazioni dell'organizzazione con GOAL e NYPD, incluso ma non limitato all'incidente del 2017.

Da nessuna parte nella dichiarazione include scuse o riconoscimento di ciò oltre alla completa cancellazione di anni e anni di lavoro da Reclaim Pride NYC, No Justice No Pride e altri, ha aggiunto Rosenberg.

Rosenberg ha anche criticato la decisione del NYC Pride di affidarsi a società di sicurezza private, citando l'artista e attivista Tourmaline, che ha detto: Quando diciamo abolire la polizia, intendiamo anche il poliziotto nella tua testa e nel tuo cuore.

Non esiste Queer Liberation con alcun tipo di presenza della polizia, ha detto Rosenberg. L'unica sicurezza è la solidarietà.

Per ora, il NYC Pride lo è che si svolgerà praticamente quest'anno il 27 giugno. Anche la marcia del Reclaim Pride si svolgerà il 27 giugno, ma assumerà la forma di un raduno fisico scendendo dal Bryant Park di Manhattan alle 15:00 .