L'Alaska ora coprirà l'assistenza sanitaria transgender sotto Medicaid

L'Alaska inizierà a coprire le cure di affermazione del genere più avanti nell'ambito del suo programma Medicaid alla fine di questo mese a seguito di una causa sulla sua politica di esclusione.



A partire dal 25 luglio, i beneficiari di Medicaid transgender nello stato potranno richiedere una copertura parziale di trattamenti come la terapia ormonale sostitutiva (TOS) e la chirurgia di affermazione del genere. La decisione arriva dopo un'azione legale contro il Dipartimento della salute e dei servizi sociali dell'Alaska (DHHS) e il suo commissario, Adam Crum, sono stati risolti all'inizio di quest'anno, secondo il giornale locale Notizie quotidiane di Anchorage ( DNA ).

Dal 2011, l'Alaska ha formalmente escluso le procedure chirurgiche transessuali o le conseguenze secondarie come parte del suo programma Medicaid, che estende l'assistenza sanitaria ai pazienti a basso reddito. Swan Being, una donna transgender sulla settantina, ha citato in giudizio l'Alaska per la decisione nel 2019 ed è stata raggiunta un anno dopo da altri due querelanti: Robin Black e Austin Reed.

Essere intentato causa contro l'Alaska dopo che si è rifiutata di rimborsarle le spese di viaggio relative alla ricerca di assistenza sanitaria, che sono generalmente coperte da Medicaid. Un appaltatore dello stato l'ha informata che le iniezioni ormonali e il lavoro di laboratorio associato alla riassegnazione di genere non sono un beneficio coperto dall'Alaska Medicaid, nonostante il fatto che i suoi medici avessero ritenuto necessario il trattamento dal punto di vista medico.



Gli avvocati di Being con Lambda Legal, un gruppo nazionale di difesa LGBTQ+, hanno sostenuto che la condotta dello stato era incostituzionale e si è risolta in via extragiudiziale all'inizio di quest'anno. Secondo quanto riferito, i tre querelanti nel caso riceveranno un risarcimento di $ 60.000 ciascuno come risultato dell'accordo.

L'avvocato legale di Lambda Carl Charles ha definito la risoluzione un passo significativo verso la garanzia della salute e della sicurezza di tutti gli abitanti transgender dell'Alaska dopo che lo stato ha annunciato ufficialmente che avrebbe iniziato a coprire l'assistenza sanitaria trans nell'ambito di Medicaid.

L'assistenza sanitaria legata alla transizione è un'assistenza sanitaria essenziale, ha affermato Charles in un comunicato stampa.



Estendere i benefici dell'assistenza sanitaria ai pazienti trans Medicaid costerà molto poco all'Alaska, secondo i sostenitori di LGBTQ+. L'Istituto Williams , un think tank dell'Università della California, Los Angeles (UCLA), ha stimato che meno di 1.000 persone transgender in Alaska sono iscritte al programma e Lambda Legal ha stimato che coprirle costerà allo stato ulteriori $ 28.000 all'anno.

Charles ha definito quella cifra una vera goccia nel mare, soprattutto se si considera il profondo impatto dell'affermazione dell'assistenza sulle vite dei trans.

[I] t sarà salvavita, ha detto Media pubblici dell'Alaska , la stazione NPR locale dello stato, in un'intervista Costerà molto poco allo stato migliorare la vita di queste persone in modo misurabile.

L'Alaska sarà anche costretta a pagare le spese legali ai sensi dell'accordo.

L'accordo è solo il caso più recente in cui l'Alaska è stata costretta a smettere di rifiutare l'assistenza sanitaria ai pazienti trans a causa di un contenzioso. Nel 2020, un giudice federale ha stabilito che era illegale affinché lo stato neghi l'intervento chirurgico al fondoschiena alla querelante Jennifer Fletcher, una bibliotecaria transgender, nell'ambito del suo piano medico per i dipendenti statali, noto anche come Alaska Care.

LQuesta compagnia aerea è stata accusata di discriminare i dipendenti non binari per la politica uniforme Un assistente di volo non binario afferma che la politica delle uniformi basate sul genere di Alaska Airlines li porta a essere ripetutamente di sesso errato sul lavoro.Visualizza storia



La sentenza del giudice H. Russel Holland del tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto dell'Alaska ha affermato che l'esclusione totale era discriminatoria perché lo stato avrebbe coperto un trattamento simile per un paziente transgender.

La maggior parte degli stati consente ancora la discriminazione nei confronti dei pazienti trans, secondo il gruppo di advocacy progressista Progetto di avanzamento del movimento (CARTA GEOGRAFICA). L'assistenza di affermazione di genere è vietata da 12 stati nell'ambito dei piani di benefici per i dipendenti e 10 stati nei loro programmi Medicaid. Uno stato, l'Arkansas, vieta persino agli assicuratori privati ​​di coprire gli ormoni e di affermare interventi chirurgici.