In mezzo alla violenza anti-asiatica, la propaganda nazionalista bianca è salita a livelli record nel 2020

Come l'America sperimenta a resa dei conti nazionale sulla violenza antiasiatica , un nuovo studio rileva che il 2020 ha visto una quantità record di propaganda della supremazia bianca.



Due giorni dopo un attacco a tre sale massaggi ad Atlanta hanno lasciato otto operai morti, la maggior parte dei quali erano donne asiatiche, l'Anti-Defamation League (ADL) segnala che il numero di incidenti relativi a graffiti, volantini, poster e volantini della supremazia bianca sono quasi raddoppiati l'anno scorso. Secondo l'organizzazione anti-odio, sono stati segnalati 5.125 eventi di questo tipo, l'88% in più rispetto al 2019, e i messaggi spaziavano dal razzismo, all'antisemitismo e al sentimento anti-LGBTQ+.

Secondo l'ADL, i rapporti hanno una media di 14 casi di odio da suprematista bianco al giorno. La propaganda è stata segnalata in ogni stato ad eccezione delle Hawaii.



I principali colpevoli erano un trio di organizzazioni razziste e antisemite: Patriot Front, New Jersey European Heritage Association e Nationalist Social Club, responsabili del 90% di tutti i rapporti registrati dall'ADL. Patriot Front, un gruppo neofascista con sede in Texas, è stato responsabile di oltre l'80% degli incidenti da solo, con 4.105 casi legati all'organizzazione. I tipici volantini distribuiti da Patriot Front potrebbero leggere Reclaim America e Not Stolen, Conquered.



I risultati dell'ADF supportano ampiamente i sondaggi precedenti che mostrano un'impennata nell'attività dei suprematisti bianchi negli ultimi anni, con gruppi di estrema destra incoraggiati dalla retorica xenofoba dell'ex presidente Donald Trump. Durante i primi tre anni della presidenza Trump, il Southern Poverty Law Center ha riferito che il numero di gruppi di odio nazionalisti bianchi balzato del 55%.

Volantino che dice I crimini di odio contro i trans sono saliti al livello più alto mai registrato nel 2019 Gli episodi di crimini ispirati dall'odio motivati ​​dall'identità di genere della vittima sono aumentati del 18% tra il 2018 e il 2019. Visualizza storia

Mentre le persone LGBTQ+ erano tra i bersagli più vulnerabili di quell'odio, con i crimini di odio contro i trans salendo a livelli record nell'era Trump , la comunità non era sola. Durante la pandemia di COVID-19, violenze contro gli asiatici-americani è salito del 150% poiché Trump ha definito il nuovo coronavirus l'influenza di Wuhan.

L'attacco ad Atlanta ha ancora da dichiarare un crimine d'odio . Ma molti, compresa l'amministrazione Biden, hanno sottolineato la retorica razzista dell'ex presidente come un ruolo nella tragedia. Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che questa settimana ha affermato che non c'è dubbio che quelle osservazioni non abbiano contribuito a minacce elevate contro gli asiatici-americani.



Sfortunatamente, l'effusione della supremazia bianca e della violenza razzista potrebbe non placarsi, anche con Trump fuori carica. Un rapporto del 2020 del Dipartimento per la sicurezza interna prevedeva che i gruppi nazionalisti bianchi rimarrebbe la minaccia più persistente e letale alla sicurezza nazionale nei prossimi anni, come evidenziato dall'attacco di gennaio in Campidoglio dai sostenitori di Trump.

In almeno un risultato positivo del rapporto di ADL, il numero di manifestazioni e marce dei suprematisti bianchi è diminuito nel 2020, così come volantini e graffiti trovati nei campus universitari. I ricercatori si aspettano che quest'ultimo fenomeno sia dovuto al COVID-19 e si prevede che il numero di incidenti aumenterà con la riapertura delle scuole quest'anno.