L'Audemars Piguet Royal Oak

Audemars Piguet

Audemars Piguet Royal Oak: troppo caro e sopravvalutato o unico?

Una scelta costosa

Ciao, guarda Snob,



Adoro il Royal Oak, ma trovo che il prezzo del modello 15202 sia irragionevolmente alto.



Quali alternative sarebbero le migliori? Il 15400 è troppo grande e manca di eleganza. Il 15300 è anche abbastanza spesso. Il 14790 sembra a posto, ma non ne ho visto uno in carne e ossa. Il 25572 e il 25594 sembrano molto interessanti e sottovalutati, ma non so quanto siano sottili.

Per favore condividi la tua opinione.



Bene, se non altro sembra che tu abbia fatto i compiti nella ricerca di modelli Royal Oak. Ok, il 15202 che trovi irragionevolmente costoso, che è un'affermazione ragionevole per quasi tutti gli orologi di lusso al giorno d'oggi. Il 15400 è l'attuale Royal Oak Self-Winding, con l'AP in calibro di manifattura 3120. 14790 è un Royal Oak fuori produzione, di 36 mm di diametro, con un calibro di base Jaeger-LeCoultre, e 25572/94 sono modelli day-date, con il Quest'ultimo sfoggia anche una fase lunare, e con un movimento basato sul calibro AP 2121, con un modulo giorno-data aggiunto (visualizzato su due quadranti, che danno a questi modelli il loro soprannome di Gufo). Whew!

Sono d'accordo con te sul fatto che il 15202 è molto costoso, tuttavia è tanto costoso quanto lo è per un motivo, e questo motivo è il movimento. Il calibro 2121 è la versione con data del calibro 2120 che, quando fu introdotto negli anni '60, era il movimento a carica automatica a rotore completo più sottile al mondo. È stato utilizzato da Audemars Piguet, Vacheron Constantin e Patek Philippe e attualmente è disponibile solo da Audemars Piguet o da Vacheron Constantin, che lo utilizzano nell'Overseas Ultra Thin. Chiaramente vuoi un orologio elegante, con un movimento elegante e sottile, e devo dire che gli altri orologi che citi sono compromessi con ciò che vuoi veramente. Gli altri orologi sono di vario grado di interesse ma purtroppo per te, l'orologio purosangue che si adatta davvero al conto è il 15202, e se vuoi quel movimento, in un nuovo orologio moderno, in acciaio, ti costerà quanto costa voi.

Il Jumbo

Ciao, guarda Snob,



Cosa ne pensi dei seguenti Royal Oaks: 14790 (36 mm * 8 mm) e 15300 (39 mm * 9,4 mm).

Mi piacerebbe possedere il Jumbo, ma è piuttosto raro e troppo costoso. Il 15400 trovo troppo spesso e grande per i miei gusti, quindi ho rivolto la mia attenzione a queste querce fuori produzione, che si potevano trovare a prezzi molto ragionevoli.

Non vedo l'ora di sentire la tua opinione di esperti.

Hai lo stesso problema del primo gentiluomo che ha appena scritto. Il 14790 è un Royal Oak da 36 mm perfettamente funzionante, Jaeger-LeCoultre, ma non puoi metterlo accanto al 15202 o a un Jumbo vintage e convincerti che hanno il stesso appello.

Questa è la realtà: c'è quello che si vuole e c'è quello che ci si può permettere e spesso le due cose non coincidono. Possiamo essere tristi per questo, possiamo incolpare la vita, il nostro coniuge, il nostro datore di lavoro, la sfortuna, gli spiriti maligni, le fasi della luna o quello che hai. Possiamo incolpare l'incurabile avidità degli svizzeri e il loro prezzo opportunistico per gli orologi di lusso, che ha trasformato quello che una volta era solo un lusso, in un esercizio tragicomico di vizioso eccesso. Tuttavia, resta il fatto che se uno rimane con la scelta tra possedere qualcosa che è un compromesso e non possedere l'oggetto reale del proprio affetto, è meglio rinunciare alla proprietà che sprecare denaro per qualcosa che non ti soddisfa in il primo posto.

Royal Oak vs. Patek Nautilus



Caro Watch Snob,

La maggior parte delle volte, nella tua rubrica hai mostrato un gusto impeccabile e un buon giudizio su questo strano ed esotico mondo dell'Alta Orologeria. In particolare, non posso essere più d'accordo con la tua opinione secondo cui la maggior parte delle Grandes Maison si sta riposando sugli allori: Patek, per esempio, scendendo a compromessi sulla qualità e dimenticando il significato della parola innovazione, e AP affidandosi principalmente alla RO Offshore raccolta e alcune delle sue edizioni limitate più orribili.

Ma, come sono sicuro che tu sappia, il cuore ha ragioni che la ragione non conosce, o almeno così pensa Blaise. Quindi, la mia domanda, che contraddice sia la tua posizione regolare, sia supponente, sia i miei traballanti principi guida, è la seguente. Sto valutando un nuovo acquisto e devo affrontare un dilemma: opzione A, il nuovo bilanciere a doppio bilanciere Royal Oak o, opzione B, il Patek Nautilus 5990. Non possiedo ancora un vero e proprio orologio sportivo in acciaio e questi sono i due che mi piacciono . Capisco che si tratti di orologi molto diversi, uno è una complicazione semplice ma elegante con la vistosità del movimento scheletrato, l'altro un orologio più complicato, anche se un po 'più sobrio, e con un mix molto utile di funzionalità.

Per qualche informazione, questa è la mia collezione attuale: Vacheron Quai de l'Ile day date (in titanio), Lange 1 Time Zone (platino), IWC Portuguese perpetual calendar chrono (75 ° anniversario edizione limitata in oro rosa, un orologio davvero interessante con una presentazione originale e pulita), Panerai PAM317 (mono poussoir GMT 8 giorni in ceramica nera - te lo dico poiché sospetto che la tua conoscenza di Panerai sia limitata & hellip;), un cronografo perpetuo Leman in acciaio Blancpain (che considero un errore giovanile ) e un Blancpain Bathyscaph come mio orologio subacqueo. La mia lista dei desideri è per lo più piena di Langes a questo punto, ma voglio fare il giro completo su marchi importanti prima di tornare a loro (forse al nuovo Richard Lange Jumping Seconds che trovo davvero straordinario).

Questi sono due orologi molto diversi e ognuno, ovviamente, occuperà un posto diverso nella tua collezione. Il doppio bilanciere Royal Oak è, a mio avviso, di gran lunga il più interessante tra esso e il Patek (un orologio da polso cronografo GMT) che, pur essendo un orologio attraente a sé stante, e uno che offre tutto ciò che il Nautilus offre (un classico il design, per prima cosa, in uno dei primissimi orologi di lusso in acciaio inossidabile tutti prodotti) sembra piuttosto pedonale rispetto al doppio bilanciere.

Questo, ovviamente, solleva anche la questione più ampia e perpetua di come si sceglie, se si deve, tra il Royal Oak e il Nautilus. Il Nautilus ha la percezione che la decisione di produrlo sia stata guidata dal successo del suo predecessore, il Royal Oak; il Royal Oak ha contro di esso che non è un Patek Philippe. Personalmente trovo entrambi gli argomenti un po 'stanchi, a questo punto; il Nautilus esiste da abbastanza tempo che anche se inizialmente potrebbe essere stato disprezzato per aver imitato Audemars Piguet, si è guadagnato da tempo il suo posto al sole & hellip; per pura persistenza, se non altro. Il Royal Oak, ovviamente, specialmente nel modello Jumbo (15202) con il perennemente adorabile calibro 2121, non è messo in ombra da nulla di Patek, o addirittura da qualsiasi cosa possa mai fare.

Per te, però, la scelta è tra due modelli uguali per successo estetico e prestigio, con un orologio sia artistico che esteticamente accattivante (AP) e l'altro pratico, ma per tutta la sua qualità di costruzione, piuttosto ordinaria. So cosa farei.