I coaguli di sangue possono ucciderti?

I coaguli di sangue possono ucciderti?

Coaguli di sangue:
Assassini silenziosi che puoi prevenire

Pagina 1 di 2

Come se il colesterolo non fosse abbastanza come un mal di testa per gli uomini sopra i 40 anni, un altro - anche se meno comune - killer silenzioso si nasconde nelle vene. I coaguli di sangue, che bloccano i principali vasi sanguigni, possono essere piuttosto dolorosi e, in rari casi, persino causare la morte. Sii consapevole dei loro pericoli e proteggiti.

Cosa sono i coaguli di sangue?


Normalmente, quando ti tagli, il tuo sangue coagula e sigilla la ferita, formando una crosta per proteggerla dalle infezioni. Tuttavia, a volte questo meccanismo essenziale di coagulazione del sangue agisce contro il corpo. In alcuni casi, il sangue si coagula in un grumo (trombo) che rimane alloggiato nelle vene, una condizione nota come trombosi venosa profonda (TVP). Non solo questo coagulo di sangue può limitare il flusso sanguigno, ma può anche viaggiare verso parti più strette e più vitali del corpo, come il cuore, i polmoni o il cervello. Questo può essere pericoloso e, in rari casi, portare alla morte.

Dove si verificano?


I coaguli di sangue più comuni si verificano nelle vene profonde, di solito nella parte inferiore delle gambe, ma possono anche bloccare i vasi nelle braccia e nel bacino. Raramente, e più comunemente nei neonati disidratati, i coaguli di sangue possono danneggiare le vene renali.

Quali sono i sintomi?


Un coagulo di sangue può bloccare parzialmente o completamente il flusso sanguigno in una vena. In entrambi i casi, si sviluppa un'infiammazione. I sintomi possono includere gonfiore, arrossamento, aumento graduale del dolore, dolore acuto quando si piega l'estremità interessata, crampi alle gambe, calore della pelle vicino al coagulo e scolorimento.



A volte i coaguli di sangue non producono sintomi. In effetti, fino alla metà degli uomini che hanno coaguli di sangue non sperimentano nulla.

Quali sono le cause?


Molti fattori contribuiscono alla formazione di coaguli di sangue, dall'inattività fisica alla genetica. Le cause e i fattori di rischio più comuni sono:
  • Inattività prolungata, come stare seduti in aereo o sdraiati a letto per un periodo di tempo prolungato a causa di una malattia
  • Intervento chirurgico recente, soprattutto ortopedico o cardiochirurgico
  • Traumi recenti al corpo, come fratture della gamba o dell'anca
  • Obesità
  • Attacco di cuore
  • Cancro
  • Disturbi della coagulazione del sangue acquisiti geneticamente
  • Danni ai vasi sanguigni e alterazioni del normale flusso sanguigno

  • Continua a leggere per ulteriori informazioni sui coaguli di sangue e su come possono ucciderti ... Pagina successiva