Chris Crocker afferma che il contraccolpo del video di Britney Alone era transfobico

Quando Chris Crocker è diventato virale nel 2007 per la sua appassionata difesa di Britney Spears, non è stato solo il suo messaggio a ispirare una risposta così estrema. Dopotutto, chiunque poteva vedere che aveva ragione: la Spears stava per essere consumata viva dal complesso industriale delle celebrità, una macchina alimentata dalle pressioni della fama e dal controllo dei media.



Il rilascio di Inquadratura Britney Spears questo mese ha portato molti a mettere in dubbio la loro complicità nell'accettare la disintegrazione della star come una forma contorta di intrattenimento. Il New York Times il documentario, ora in streaming su Hulu, racconta l'ascesa alla fama della Spears nei primi anni 2000, inclusa la sua oggettivazione da parte della stampa e le lotte per l'agenzia sia nella sua vita professionale che personale. Poco dopo che la Spears si è rasata la testa, ha colpito un SUV dei paparazzi con un ombrello e si è ritirata brevemente dalla vista del pubblico nel 2007, un diciannovenne Crocker ha rilasciato la sua ormai famosa supplica affinché tutti lascino in pace Britney.

Contenuto

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.



Con un numero crescente di persone che ammette che Crocker aveva sempre ragione sulla scia del documentario, l'intrattenitore per adulti di 33 anni sta indicando il vero motivo per cui sente di aver ricevuto una valanga di contraccolpi. In un tweet di martedì, ha affermato che era dovuto alla transfobia che circondava la sua presentazione di genere femminile in quel momento.



Il fatto che io dica 'Lascia Britney da sola' non è mai stato davvero il problema, ha detto Crocker in uno screenshot di una dichiarazione scritta nella sua app Notes. Michael Moore l'ha detto e nessuno ha battuto ciglio. Forse le persone che mi contattano per dirmi 'Chris, avevi ragione' si sentirebbero bene. Il motivo per cui nessuno mi ha preso [sul serio] era perché ero un'adolescente che piega il genere e la reazione nei miei confronti è stata transfobica.

Crocker continua descrivendo le difficoltà che ha già affrontato da adolescente omosessuale nel sud quando il video virale ha portato ad abusi verbali e fisici, persino a minacce di morte.

Forse la cosa più inquietante è il maltrattamento che Crocker dice di aver ricevuto dall'interno della comunità queer. Questo odio era diretto verso di me anche da altre persone LGBT... che erano imbarazzate nei miei confronti per il modo in cui i media mi prendevano in giro, ha scritto. Crocker osserva che la sua esperienza è antecedente ai giorni di Drag Race di RuPaul , quando, dice, era un periodo in cui si abbracciavano solo le persone eteronormative nei media.



Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Il post di Crocker ha ricevuto un'ondata di sostegno da persone che hanno affermato di essere stato trattato ingiustamente e in anticipo sui tempi.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.



Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Su una scala diversa, la misoginia che Crocker ha dovuto affrontare da adolescente che presentava una donna era in linea con gli atteggiamenti che sezionavano e divoravano la stessa Spears. Crocker potrebbe essere considerato uno dei primi pionieri del movimento #FreeBritney, una raccolta di fan preoccupato per le condizioni che circondano una tutela che ha lasciato la Spears senza il controllo dei suoi affari o affari personali almeno dal 2008.

Il movimento #FreeBritney ha organizzato una protesta a Los Angeles l'anno scorso e da allora la Spears ha presentato atti giudiziari chiedendo a suo padre di cedere il controllo della sua tutela. UN è prevista l'udienza a Los Angeles alla fine di questa settimana.



Nonostante il contraccolpo sperimentato da Crocker nel parlare a nome della Spears tanti anni fa, l'ondata di supporto che ha ricevuto questa settimana mostra che il suo messaggio continua a risuonare con i fan per i quali Crocker è diventato una sorta di modello di ruolo queer. Ha concluso il suo post professando la speranza che Britney ottenga la libertà che merita e che le persone femme queer non vengano torturate dai media quando mostrano l'umanità. Si spera che ormai la nostra cultura abbia imparato ad ascoltare.