Un'azione legale collettiva sta sfidando il divieto del West Virginia sulla copertura Trans Medicaid

Un'azione legale collettiva depositata giovedì presso un tribunale federale cerca di ribaltare il divieto del West Virginia sulle cure che affermano il genere nella sua copertura Medicaid.



In un caso dinanzi al tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale del West Virginia, i querelanti Christopher Fain e Zachary Martell affermano che il rifiuto del West Virginia di coprire le cure mediche necessarie per i pazienti trans ha creato difficoltà estreme nelle loro vite. Fain, uno studente della Marshall University che lavora part-time in un negozio di abbigliamento a Huntington, è stato costretto a pagare di tasca propria il testosterone, che può costare fino a $ 500 al mese , a seconda del tipo di trattamento.

Martell è stato spesso costretto a rinunciare del tutto a cercare assistenza sanitaria perché il piano sanitario statale per i dipendenti, che riceve attraverso il lavoro di suo marito, esclude i trattamenti associati alla disforia di genere. In una dichiarazione, ha affermato che è sia umiliante che doloroso vedersi negato l'accesso alla copertura per l'assistenza sanitaria essenziale solo per quello che è.

Nessuno dovrebbe farsi sbattere la porta mentre stanno solo cercando di accedere all'assistenza sanitaria di base, ha aggiunto Fain in un comunicato stampa. Ma questo è ciò che queste esclusioni discriminatorie fanno alle persone solo perché sono transgender. Questa assistenza sanitaria riguarda la mia stessa sopravvivenza e la salute e la sopravvivenza di migliaia di altre persone transgender nella nostra comunità costrette ad andare senza cure a causa di queste esclusioni. Ci sentiamo come se fossimo spazzati via sotto il tappeto, trattati come se non esistessimo, e questo non va bene.

La causa è stata intentata presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale del West Virginia dal gruppo di difesa LGBTQ + Lambda Legal. In una dichiarazione, l'organizzazione ha osservato che più di 579.000 pazienti sono arruolati nei piani Medicaid o di assistenza sanitaria dei dipendenti del West Virginia. Un'indagine del 2016 dei Centers for Disease Control stima che lo 0,42% della popolazione dello stato sia transgender , il che significa che il caso riguarderà circa 24.000 persone.

Avatara Smith-Carrington, l'avvocato principale che rappresenta i querelanti per conto di Lambda Legal, ha affermato in una dichiarazione che il rifiuto dell'assistenza a questa popolazione vulnerabile è incostituzionale e discriminatorio e [nega] la dignità, l'uguaglianza e il rispetto di base dei cittadini transgender e non binari del West Virginia .

Ai cittadini transgender e non binari del West Virginia viene negata la copertura per le cure essenziali, e talvolta salvavita, di conferma del genere, mentre i cisgender del West Virginia ricevono naturalmente la copertura per lo stesso tipo di assistenza, hanno affermato.

Dieci stati degli Stati Uniti hanno attualmente leggi come quella del West Virginia sui libri che rifiutano l'assistenza che afferma il genere alle persone trans e non binarie, secondo il Progetto di Avanzamento del Movimento . Questi includono Alaska, Georgia, Missouri, Nebraska, Tennessee e Wyoming, sebbene alcune politiche di esclusione, come quella dell'Ohio, rimangano raramente vengono applicati nella pratica .

All'inizio di quest'anno, una causa simile è stato presentato per conto di due adolescenti transgender cercando di ribaltare la negazione della copertura dell'Arizona ai pazienti trans. Negli atti del tribunale, i querelanti affermano che la legge statale del 1982 che esclude gli interventi chirurgici di riassegnazione di genere dalla copertura Medicaid viola le tutele antidiscriminatorie previste Sezione 1557 dell'Affordable Care Act , così come la clausola sulla parità di protezione del 14° emendamento.

Questi semi sono stati accolti con alterne fortune. Sebbene siano sostenitori di LGBTQ+ hanno annullato con successo i divieti sanitari per i transgender in stati come California, Minnesota e Wisconsin, Iowa ha approvato una legge che vieta i finanziamenti Medicaid per le cure trans-affermative nel 2019 dopo che la sua precedente politica di esclusione è stata annullata dalla Corte Suprema dell'Iowa.

Secondo il Williams Institute, un think tank pro-LGBTQ+ presso l'Università della California di Los Angeles, solo il 45% dei pazienti trans Medicare vivono in stati in cui sono garantiti pieno accesso alla copertura per le loro esigenze mediche. Nel frattempo, Fairness West Virginia, il più grande gruppo statale per i diritti LGBTQ+, ha recentemente pubblicato i risultati di un sondaggio scoprendo che il 17 percento dei trans West Virginiani era stato respinto da un fornitore di servizi sanitari in passato.

Andrew Schneider, direttore esecutivo di Fairness West Virginia, ritiene che lo stato debba agire per garantire che a più residenti transgender non venga rifiutato l'accesso medico che potrebbe letteralmente salvare la vita.

Il West Virginia non dovrebbe individuare alcune comunità per negare la copertura sanitaria, ha affermato in una dichiarazione. Queste esclusioni generali sono un altro ostacolo che le persone non dovrebbero dover saltare solo per andare dal dottore. Le esclusioni impediscono alle persone di ricevere le cure di cui hanno bisogno, il che può salvarle la vita. È ora di abbandonare le esclusioni e lasciare che siano i medici a decidere quale sia la cura migliore per i loro pazienti.