La FDA rivede la politica sulla donazione di sangue per gli uomini gay durante la crisi del COVID-19

La Food & Drug Administration (FDA) statunitense ha allentato le restrizioni sulle donazioni di sangue da parte di uomini che hanno rapporti sessuali con uomini (MSM), prostitute, consumatori di droghe iniettabili e coloro che hanno recentemente ricevuto un tatuaggio o un piercing, a causa di un'urgenza durante la crisi del Covid-19.



Al culmine della crisi dell'AIDS nel 1983 , la FDA ha inizialmente vietato a vita le donazioni di sangue da parte di MSM nel tentativo di ridurre la trasmissione dell'HIV. Loro dopo ha revocato tali regolamenti nel 2015 , rivedendo la norma per accettare donazioni di sangue da parte di MSM che si erano astenute dall'avere rapporti sessuali per almeno 12 mesi. Ma dopo aver affrontato la pressione dell'opinione pubblica questa settimana da numerosi Senatori degli Stati Uniti , organizzazioni LGBTQ+ come FELICE , e Sostenitori LGBTQ+ , che ha definito la politica antiquata e non basata sulla scienza, la FDA ha ha pubblicato una nuova serie di linee guida sul loro sito questa mattina.

La nuova politica afferma che il periodo di differimento per MSM cambierà da 12 mesi a 3 mesi. Queste linee guida si applicano anche alle donatrici che sarebbero state rinviate per aver fatto sesso con un uomo che ha rapporti sessuali con uomini, nonché alle persone che hanno recentemente ricevuto un tatuaggio o un piercing. La FDA ha anche rivisto la propria politica per quanto riguarda le persone che si dedicano al lavoro sessuale commerciale (CSW) e all'uso di droghe iniettabili (IDU), cambiando i loro rinvii a tempo indeterminato in rinvii di 3 mesi. L'agenzia prevede di istituire queste nuove linee guida durante la crisi del COVID-19 e si aspetta che le raccomandazioni stabilite in questa guida rivista continueranno ad applicarsi al di fuori del contesto dell'attuale emergenza sanitaria pubblica.



Sebbene le principali organizzazioni sanitarie come il Associazione medica americana hanno a lungo criticato la politica della FDA sulle donazioni di sangue per essere discriminatoria, la pressione pubblica contro la FDA è aumentata questa settimana durante l'epidemia di coronavirus. Un nuovo programma chiamato il Progetto nazionale sul plasma convalescente COVID-19 sta ora testando a potenziale trattamento del coronavirus , dipendente dalle donazioni di plasma da parte di individui che hanno contratto il COVID-19 e da allora si sono ripresi.



Per aiutare a rispondere a questa esigenza critica e aumentare il numero di donazioni, la FDA annuncia oggi che, sulla base di studi e dati epidemiologici completati di recente, abbiamo concluso che le attuali politiche relative all'idoneità di determinati donatori possono essere modificate senza compromettere la sicurezza del afflusso di sangue, scrive la FDA nelle loro nuove linee guida. I cambiamenti politici che stiamo annunciando per l'immediata attuazione sono illustrati in tre documenti di orientamento e dovrebbero rimanere in vigore dopo la fine dell'emergenza sanitaria pubblica COVID-19.

Il cambiamento arriva dopo una campagna diffusa da parte di figure politiche e sostenitori di LGBTQ+. A marzo, GLAAD lanciato una petizione esortando la FDA a revocare il divieto, che ha raccolto oltre 20.000 firme e ha ricevuto il sostegno pubblico di artisti del calibro di Sam Smith, Michelle Visage, Chasten Buttigieg e altri. Il 26 marzo, il senatore degli Stati Uniti Tammy Baldwin ha guidato un gruppo di senatori, tra cui Kamala Harris, Bernie Sanders, Elizabeth Warren e altri, in pubblicando una lettera aperta alla FDA chiedendo loro di cambiare la politica antiquata. Mercoledì, anche la rappresentante Alexandria Ocasio-Cortez e la presidente della commissione per la supervisione e la riforma della Camera Carolyn Maloney scritto una lettera chiedendo la revisione della politica che stigmatizza la comunità LGBTQ+.

Dopo il rilascio da parte della FDA delle linee guida riviste, Sarah Kate Ellis, presidente e CEO di GLAAD ha rilasciato una dichiarazione che celebrava il cambiamento, ma chiamava imperfetta la politica. Gli americani LGBTQ possono tenere la testa alta oggi e sapere che le nostre voci trionferanno sempre sulla discriminazione, ha scritto Ellis. 'Questa è una vittoria per tutti noi che abbiamo alzato la nostra voce collettiva contro il divieto discriminatorio per gli uomini gay e bisessuali di donare il sangue. La decisione della FDA di ridurre il periodo di differimento degli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini da 12 mesi a 3 mesi è un passo avanti per essere più in linea con la scienza, ma rimane imperfetta. Continueremo a combattere fino a quando il periodo di differimento non sarà revocato e gay e bi uomini, e tutte le persone LGBTQ, saranno trattati come gli altri.