Quattro episodi separati di violenza transfobica segnalati in tutta la nazione nell'ultima settimana

L'articolo seguente menziona atti di violenza transfobica.



Gli atti di violenza dell'odio contro le persone LGBTQ+ continuano a colpire in modo sproporzionato le comunità trans e di genere non conformista, e in particolare le persone transgender nere, che vivono a un crocevia di razzismo, transfobia e mancanza di accesso alle risorse sociali ed economiche di base.

Molte marce durante il mese di giugno hanno lavorato per elevare le prospettive delle persone di colore trans e di genere non conformi, oltre a mettere in evidenza coloro le cui vite sono state brutalmente prese negli ultimi mesi. Spesso avevano intenzione di farlo rivendicare l'orgoglio dalle parate dominate dalle aziende e riposizionare la celebrazione nella sua originaria e radicale tradizione di resistenza alla discriminazione e alla repressione.



Ma anche con quegli importanti e pubblici spettacoli di solidarietà, l'ultima settimana del mese del Pride è stata anche segnata da un'ondata di notizie sulla violenza dell'odio contro le persone trans. Almeno quattro atti noti di violenza anti-transgender hanno avuto luogo in tutto il paese, con tre delle vittime identificate come nere. Purtroppo, due sono morti a causa degli attacchi.



Il corpo di una donna transgender nera di 17 anni di nome Brayla Stone è stato trovato il 25 giugno, in un'auto parcheggiata lungo un sentiero a Sherwood, in Arkansas, una comunità a nord-est di Little Rock. Quando si segnala l'incidente, un affiliato Fox locale nome morto Brayla nella loro segnalazione , osservando che avrebbero preso la guida della sua famiglia natale invece di rispondere alle proteste della comunità per non aver usato il nome scelto.

Brayla Stone è la quarta donna trans uccisa questo mese, ha dichiarato David Johns, direttore esecutivo della National Black Justice Coalition. Fuori , che ha riferito che l'incidente potrebbe essere stato un successo apparente. Brayla Stone aveva diciassette anni quando qualcuno l'ha uccisa perché viviamo in una società in cui non è ancora esplicito che quando diciamo BlackLivesMatter intendiamo tutte le vite nere, che include donne e ragazze trans nere. UN petizione su Change.org chiedendo giustizia per Stone ha accumulato quasi 200.000 firme.

Martedì, il corpo del 22enne Merci Mack è stato trovato ucciso a colpi di arma da fuoco in un parcheggio di Dallas. Le indagini sono ancora in corso e la polizia sta offrendo una ricompensa in denaro per qualsiasi informazione che possa portare all'arresto e all'incriminazione per il crimine, secondo un affiliata locale della NBC . Le persone che vivono vicino al parcheggio del complesso di appartamenti hanno detto di aver sentito degli spari verso le 5 del mattino di quel giorno, ma la polizia ha detto ai giornalisti che non ci sono registrazioni di chiamate ai servizi di emergenza sanitaria durante quel periodo di tempo.



Secondo un rapporto di settembre del Notizie del mattino di Dallas , negli ultimi cinque anni si sono verificati più omicidi anti-trans in Texas rispetto a qualsiasi altro stato del paese. Ciò include la morte di Muhlaysia Booker, che è stata attaccata in un incidente del maggio 2019 che ha portato alla sua morte. Il presunto assassino di Booker è stato processato in autunno . Prima della morte di Booker, è stata vista in un video virale subire un brutale pestaggio in cui gli uomini l'hanno aggredita mentre la picchiavano con insulti omofobici.

Il 13 maggio, Kristian Rouse, un uomo trans di 18 anni, è stato vittima di un brutale pestaggio nel sud della California, che non ha fatto notizia fino al 29 giugno. Rouse deve affrontare una lunga strada per riprendersi dopo che l'attacco lo ha mandato via in terapia intensiva, dove ha iniziato a riprendersi dalle ferite mentre era collegato a un ventilatore. Secondo il affiliata locale della NBC Rouse, che ha trascorso quasi un mese in ospedale, non ricorda nulla dell'attacco.

Mio figlio era sdraiato sul pavimento, ha detto a KGET-TV sua madre, Euryduce Darrington. Rouse è stata trovata in un appartamento di Bakersfield, in California, gravemente picchiata, ha detto. Riusciva a malapena a parlare, a respirare a malapena. Aveva segni intorno al collo, la sua faccia era gonfia, aveva lividi sul busto e sulla schiena e la sua maglietta era tolta. È transgender e non è una bella cosa da fare.

undici Pagina GoFundMe per raccogliere fondi per Rouse, Darrington ha detto che si è staccato da un ventilatore solo il 29 giugno, ma che è ancora necessario un intervento chirurgico per rimuovere il tessuto cicatriziale dalla gola, e altrimenti non è in grado di parlare fino a quando ciò non accade. Rouse ha anche difficoltà a usare il braccio destro e la gamba destra, e sua madre dice che avrà bisogno di molta terapia fisica per riprendersi completamente. Ad oggi, la campagna di crowdfunding ha raccolto oltre $ 52.000 per le spese mediche di Rouse.

E a Washington, DC, un incidente del 20 giugno è stato segnalato come un pestaggio di gruppo condotto da più di 20 uomini contro una donna transgender. Il suo nome, età e razza sono ancora sconosciuti. Una donna di 55 anni dice di aver assistito all'attacco, secondo il Lama di Washington , e ha cercato di intervenire nonostante gli fosse stato detto che non è la tua battaglia da uno degli uomini. La notizia dell'incidente è emersa il 29 giugno.



Quel giovane continuava ad afferrarmi il braccio e a dire che non è la tua battaglia, non è la tua battaglia, ha detto Earls in un'intervista con il Lama . Quindi è stata la mia battaglia. Mi scusi. Conosco un certo numero di persone trans. Mi scusi, è la mia battaglia.

Nessuno merita di essere colpito, ha aggiunto. Ogni volta che lo vedo salto in mezzo. Mio marito dice che un giorno verrai uccisa. Ma se non ci difendiamo l'uno per l'altro, allora chi siamo?