La Gen Z è la generazione più strana di sempre, secondo New Survey

Un nuovo sondaggio condotto da Gallup rileva che un numero senza precedenti di giovani si identifica come LGBTQ+.



In un campionamento casuale di 15.349 adulti americani condotto l'anno scorso, quasi uno su 6 intervistati della Gen Z (o il 15,9%) hanno detto che sono queer o transgender . Sebbene la Generazione Z sia ampiamente definita come individui nati tra gli anni 1997 e 2012, Gallup ha intervistato solo persone di età compresa tra 18 e 23 anni per il suo rapporto, un piccolo campione della fascia di età complessiva.

Un numero minore ma comunque significativo di millennial si identifica come LGBTQ+. Una persona su 10 nata tra il 1981 e il 1997 (o il 9,1%) ha dichiarato di essere queer o trans, con un'alta percentuale (8,1%) che rifiuta di rispondere.



Tenendo conto delle mancate risposte, solo il 78,9% degli intervistati della Gen Z e l'82,7% dei millennial hanno affermato di essere esclusivamente cisgender ed eterosessuali.



Questi numeri sono correlati ai numeri storici di americani di tutte le età che si identificano come LGBTQ+. Secondo Gallup, il 5,6% degli adulti statunitensi ha dichiarato di essere LGBTQ+, la cifra più alta da quando la società di sondaggi ha iniziato a monitorare la popolazione queer e trans del paese. L'ultima volta che Gallup ha chiesto agli americani il loro orientamento sessuale e identità di genere, il 4,5% degli intervistati ha riferito di essere membro della comunità.

La cifra del 2020 segna anche un'impennata drammatica rispetto al 2012, quando solo il 3,5% degli americani ha dichiarato di essere LGBTQ+. Tale aumento rappresenta un aumento del 60% dell'identificazione in meno di un decennio. Una traiettoria simile vedrebbe il numero della comunità crescere fino a quasi il 9% della popolazione entro il 2030 (circa 32 milioni di persone, sulla base delle attuali proiezioni .)

L'editore di Gallup Jeffrey Jones ha affermato che questa tendenza è un segno che più americani si sentono sicuri a fare coming out, a causa della crescente accettazione delle identità LGBTQ+.



I giovani crescono in un ambiente in cui essere gay, lesbiche o bisessuali non è un tabù come lo era in passato, Jones detto Notizie NBC . Quindi potrebbero sentirsi più a loro agio nel dire a un intervistatore in un sondaggio telefonico come si descrivono. In passato, le persone forse sarebbero state più riluttanti.

Una costante attraverso le generazioni è che la maggior parte delle persone LGBTQ+ si identifica come bisessuale. In effetti, più Gen Z e intervistati millennial hanno dichiarato di essere bisessuali rispetto a tutti gli altri gruppi demografici della comunità messi insieme: l'11,5% dei Gen Z e il 5,1% dei millennial hanno affermato di essere attratto da persone di più di un genere, mentre un rispettivo 5,3% e Il 4% si identifica come gay, lesbica o transgender.

Valeria Ruelas marcia lungo Tremont Street durante la protesta Trans e Queer Liberation & Immigrant Solidarity a partire dal City Hall Plaza di Boston il 5 febbraio 2017.Il sondaggio conferma ciò che già sappiamo: i Latinx sono i più queer Circa uno su cinque dei millennial Latinx si è identificato come queer nei risultati del sondaggio.Visualizza storia

Una stranezza nel sondaggio Gallup, tuttavia, è che non identifica quante persone transgender identificate anche come un altro membro della comunità. È probabile che anche gli intervistati trans siano bisessuali, gay o lesbiche.

Tra gli altri risultati di Gallup, il rapporto ha segnalato che più donne identificate come LGBTQ+ rispetto agli uomini (dal 6,4% al 4,9%) e che anche le donne avevano maggiori probabilità di essere bisessuali (dal 4,3% al 2,5%). Nel frattempo, i democratici avevano una probabilità significativamente maggiore rispetto ai repubblicani di essere un membro della comunità (dall'8,8% all'1,7%).



Il rapporto, pubblicato mercoledì, non è il primo a trovare livelli storici di identificazione LGBTQ+ tra le generazioni più giovani. Un sondaggio del 2018 di Ipsos Mori, ad esempio, ha mostrato che solo il 66% delle persone di età compresa tra i 16 ei 22 anni erano attratti esclusivamente da membri del sesso opposto.

Un altro sondaggio pubblicato da Gallup lo stesso giorno ha scoperto che un numero senza precedenti di persone queer e trans stanno facendo il nodo. Quasi un intervistato LGBTQ+ su 10 ha affermato di essere sposato con un coniuge dello stesso sesso.