Uno studio innovativo rivela che ci sono oltre un milione di adulti non binari negli Stati Uniti

Sebbene le persone abbiano sempre vissuto al di là e al di fuori del binario di genere, finora ci sono state poche ricerche sulle persone non binarie. In effetti, non avevamo modo di sapere quante persone non binarie vivono negli Stati Uniti fino a quando uno studio unico nel suo genere, pubblicato martedì dal Williams Institute presso la UCLA School of Law , ha rivelato quel numero e molto altro.



Il Williams Institute, una fonte molto rinomata di dati demografici LGBTQ+, ha esaminato due studi su larga scala per stimare che negli Stati Uniti vivono attualmente più di un milione di adulti non binari.

È la prima stima basata sulla popolazione del numero di persone non binarie nel paese .



Quel numero dice: 'Questo è parte di ciò di cui parli quando vengono firmati ordini esecutivi per proteggere le persone dalla discriminazione', ha studiato la coautrice Bianca Wilson detto il Washington Post .



Dei circa 1,2 milioni di adulti non binari negli Stati Uniti, il 58% sono bianchi, il 16% sono multirazziali, il 15% sono latini e il 9% sono neri. (Secondo il Williams Institute, i nativi americani e la comunità AAPI erano sottorappresentati nei dati utilizzati per creare la stima).

In particolare, il 76% degli adulti non binari ha un'età compresa tra 18 e 29 anni, una tendenza in linea con studi precedenti che hanno rilevato che le generazioni più giovani, come la Gen Z , sono più a loro agio nell'identificarsi apertamente come LGBTQ+ rispetto alle generazioni precedenti.

Anche le persone non binarie non vivono solo negli stati costieri blu. Secondo il Williams Institute, la popolazione non binaria negli Stati Uniti è geograficamente diversificata, con il 31% che vive nell'ovest americano, il 27% che vive nel sud, il 25% che vive nel nord-ovest e il 16% che vive nel Midwest. Tuttavia, la stragrande maggioranza degli intervistati (89%) ha riferito di vivere in aree urbane.



Anche il Williams Institute si è immerso più in profondità, analizzando la situazione socioeconomica della comunità non binaria. In tutti i loro set di dati, il 68% degli intervistati ha riferito di non avere abbastanza soldi per sbarcare il lunario, con il 43% degli intervistati che ha riferito di vivere in una famiglia a basso reddito. Inoltre, l'11% degli intervistati ha riferito di essere ospitato in modo instabile, sia che si tratti di un senzatetto, di vivere in una casa di accoglienza o di stare temporaneamente con altri.

Sebbene lo studio rilevi che non tutte le persone non binarie si identificano come trans, i dati mostrano una sovrapposizione significativa con le statistiche sulle popolazioni trans. Ad esempio, oltre la metà delle persone non binarie (55%) ha riferito di essere stata aggredita fisicamente o sessualmente da quando è diventata adulta, con percentuali significative anche di abusi emotivi.

Tristemente, più di un intervistato su dieci (11%) ha riferito di aver subito una terapia di conversione anti-LGBTQ+, una pratica dannosa che cerca di cambiare l'orientamento sessuale o l'identità di genere di qualcuno.

Quasi tutti gli adulti non binari (94%) hanno riferito di aver sperimentato una qualche forma di ideazione suicidaria, con l'89,5% che ha riportato un disagio moderato o una grave malattia mentale e il 74% ha riferito di autolesionismo non suicida.

Wilson ha detto al Washington Post che queste statistiche sono in linea con le osservazioni generali sulla comunità LGBTQ+. Studi precedenti, come ha sottolineato Wilson, hanno da tempo stabilito che la discriminazione sociale causa disagio psicologico alle persone emarginate, comprese le persone queer. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se le persone non binarie siano o meno particolarmente suscettibili allo stress delle minoranze.



La ricerca ha dimostrato che lo stress derivante dall'essere una minoranza - lo stress dall'essere una minoranza sessuale e di genere in particolare - è correlato al disagio psicologico, Wilson detto il Inviare . Ed essere non binari è un tipo unico di esperienza di minoranza di genere perché sei costantemente circondato da persone identificate in modo binario.

L Come faccio a sapere se sono non binario? Una guida per chiunque metta in dubbio la propria identità di genere, con enfasi su un punto importante: non esiste un modo giusto o sbagliato per scoprire dove cadi nello spettro di genere. Visualizza storia

Sul lato positivo delle cose, oltre la metà degli intervistati (53%) ha dichiarato di essere abbastanza felice, con il 44% che descrive le condizioni della propria vita come eccellenti e il 42% si definisce soddisfatto della propria vita.

Sebbene gli autori dello studio riconoscano che i loro dati, raccolti dal 2016 al 2018, riflettono un particolare momento storico, vale la pena notare che identificarsi come non binari non è solo una tendenza. Piuttosto, come notano i ricercatori, le identità e i termini relativi al genere e alla sessualità cambiano nel tempo.

In altre parole, le identità non binarie non sono nuove, ma le persone potrebbero scoprire sempre più che il termine non binario descrive la loro relazione con la loro identità di genere.

Dati i dati di sondaggi sui giovani su larga scala illustrando che il 2-10% si identifica con le etichette delle minoranze di genere , e molti di loro identificati con termini non binari di genere, è probabile che le sottopopolazioni non binarie cisgender e transgender siano una dimensione crescente della popolazione LGBTQ, prevedono i ricercatori.

È sicuro dire che questo studio unico nel suo genere non sarà l'ultimo.