Come staccare la spina, stabilire dei limiti e praticare la cura di sé durante i periodi tumultuosi

Mentre centinaia di migliaia di persone si riuniscono per protestare contro la brutalità della polizia e la morte di George Floyd in tutto il mondo, potresti sentirti obbligato a partecipare a manifestazioni o azioni fisiche, specialmente se sei un nero dedito alla giustizia sociale. Ma è importante ricordare che, in quanto persone che vivono all'interno di identità intersezionali, mettere in gioco il proprio corpo non è un obbligo. Ciò che non è negoziabile è che apprezzi il tuo benessere. Dobbiamo ricordare che prendersi cura di noi stessi equivale a prendersi cura della propria comunità.



Il 2020 si è rivelato un anno traumatico, soprattutto per le persone all'interno della comunità nera. Il bilancio delle vittime costantemente scioccante a causa del COVID-19, che colpisce le comunità afroamericane in numero maggiore rispetto a qualsiasi altra fascia demografica, può essere in parte attribuita a disuguaglianze strutturali e istituzionali come le barriere all'accesso all'assistenza sanitaria e i deserti alimentari. Questa primavera ha portato perdite consecutive di membri della comunità nera come Breonna Taylor , George Floyd e Tony McDade, che sono stati tutti assassinati per mano della polizia. Rivolte dopo queste morti sono emerse in tutto il paese e lo sono diffuso all'estero e le forze di polizia, statali e federali hanno risposto con la forza.

Le rivolte sono un segno di rivoluzione e questo respingimento globale è in divenire da 400 anni. Le comunità nere sono stanche . Con tutte le chiacchiere e l'energia sulla lotta che sono circolate negli ultimi due mesi, è facile dimenticare di prenderti cura prima di te. Eppure la cura di sé è diventata una tendenza, spesso innescando immagini di bagni di bolle e carte di credito esaurite. Anche se non esiste un modo giusto o sbagliato di prenderti cura di te stesso, ecco dei modi per concentrarci sia sulla tua salute mentale che sul benessere generale mentre ci solleviamo contro il razzismo sistemico e cerchiamo giustizia per coloro che abbiamo perso per mano della polizia quest'anno .



Scollega e segui le notizie con intenzionalità

Il ciclo delle notizie non si ferma mai e ricevere una raffica costante di immagini della morte e del dolore dei neri può essere travolgente. Non sentirti in colpa per aver preso intenzionalmente del tempo lontano dal tuo telefono o allontanarti dal diluvio di informazioni. Potresti trovare utile programmare orari regolari e strutturati per sintonizzarti, come ricevere le notizie durante il caffè mattutino o la pausa pranzo, ma impegnarti a spegnere la TV durante la cena. Stabilire altri limiti che promuovono il tuo benessere, come non guardare le notizie prima di andare a letto o passare il canale a qualcosa di più sereno che potrebbe aiutarti ad addormentarti, può aiutarti a stabilire dei limiti per promuovere un rapporto più sano con il consumo di notizie, specialmente in un momento in cui i titoli nuovi sono senza sosta.



Non puoi impegnarti a spegnere il telefono? Sintonizzati sugli account dei social media incentrati sul benessere e segui le fonti che affermano le tue esigenze nel loro insieme. Ecco alcuni esempi di resoconti che promuovono la necessità del riposo, del movimento consapevole e dell'educazione basata sulla giustizia sociale:

  • Il ministero del pisolino è un'organizzazione che esamina il potere liberatorio dei pisolini, sfidando l'idea di cultura del trambusto e promuovere il riposo come principio centrale sia del benessere che della liberazione. Fondata nel 2016 dall'artista e attivista Tricia Hersey , i loro conti su Instagram , Facebook , e Twitter promuovi contenuti che ti incoraggino a considerare lo spazio per dormire come un potente atto di resistenza.

  • Prova a seguire guaritori come Seyi Adeyinka ( @flusso_solare ) o Vedere con Lee , che offrono lezioni virtuali che possono aiutarti a connetterti con la mente e il corpo durante questo periodo turbolento.



  • Corre la scrittrice, illustratrice e facilitatrice Laura Chow Reeve Roadmap radicali ; in poi Instagram , offre elementi grafici che possono educare te e i tuoi follower sugli eventi attuali, concetti di giustizia sociale come la giustizia trasformativa e altri potenti mezzi di liberazione.

Contenuti Instagram

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Vai per quella corsa (o no)

L'esercizio e il movimento sono ottimi modi per aumentare la produzione naturale di endorfine da parte del tuo corpo, che ti farà sentire bene e rimanere in salute mentre combatti le ingiustizie. La maggior parte delle palestre sono ancora chiuse a causa della pandemia di COVID-19, ma virtuali allenamenti positivi per il corpo o spazi di movimento consapevoli sono stati creati per aiutarti a muoverti durante questi tempi turbolenti.

Per alcuni, l'intensità del mondo in questo momento può significare che senti di avere meno energia e voglia di essere attivo. Se hai bisogno di una pausa HIIT, prendila: non sentirti obbligato ad allenarti se non puoi o non vuoi. Ma connettersi con il tuo corpo, comunque tu scelga di farlo, può essere un grande aiuto per la tua salute e il tuo benessere generale in periodi come questi.

Dì di no

Per quelli di noi che lavorano da casa, Fatica dello zoom è reale. Il drenaggio mentale ed emotivo della vita durante una pandemia significa che stavamo già operando a una capacità inferiore prima che i nostri lavori si trasferissero nelle nostre case. Ci si aspettava spesso che la comunità nera in particolare lavorasse allo stesso livello o superiore rispetto a prima della pandemia. Nei modi in cui puoi, stabilisci dei limiti per te stesso e attieniti ad essi. Ad esempio: Impegnarsi a terminare il lavoro dopo un tempo prestabilito. Fai colazione prima di andare al lavoro. Non rispondere a nessuna e-mail dopo aver chiuso il computer per la giornata. E se non hai la capacità di assumere più lavoro, sentiti in grado di dire di no.

Cambia la tua prospettiva sull'attivismo



L'attivismo non è una pratica valida per tutti e tutti noi abbiamo un posto nel movimento. adrienne maree marrone , un autore e organizzatore sessuale positivo, ha scritto il libro Attivismo per il piacere per discutere dei modi in cui fare cose che ci danno piacere può combattere attivamente l'oppressione. Brown sfida l'idea che abitiamo i nostri corpi solo per lavorare ed essere produttivi e discute il concetto di piacere come metodo di liberazione. Per ulteriori informazioni sull'approccio di Brown all'attivismo, dai un'occhiata un'intervista lo ha fatto nel podcast Call Your Girlfriend l'anno scorso, in cui descrive in dettaglio argomenti come la riduzione del danno, come il piacere si estende oltre il sesso e la liberazione collettiva.

Adrienne Maree Brown adrienne maree brown ci sta aiutando a ripensare a come ci organizziamo Il lavoro dell'autore riorienta la nostra relazione verso l'attivismo e il piacere, un orgasmo, un abbraccio e una poesia alla volta. Visualizza storia

Non saltare la terapia

Stiamo tutti lottando in modi diversi. Sia che tu sia abituato a vedere un terapeuta regolarmente o che cerchi di promuovere una nuova relazione, un ulteriore braccio di supporto è sempre utile, specialmente durante questo periodo. La terapia può aiutarti a elaborare situazioni traumatiche ed eventi passati e può fornirti strumenti e meccanismi di coping positivi per qualsiasi cosa tu abbia a che fare nella vita.

Cercare terapeuti che condividano la tua identità può aiutare nella creazione di uno spazio sicuro, che è particolarmente necessario in un momento in cui il valore della nostra vita è costantemente sotto controllo. I terapisti neri e i collettivi esistono in tutto il paese: i residenti del Minnesota possono cercare Risorse per la salute mentale dei neri come risorsa per trovare terapisti neri nella zona. Il con sede a Chicago Benessere mentale della comunità Sista Afaya fornisce terapia individuale attraverso una scala mobile, terapia di gruppo a basso costo ed eventi gratuiti a livello di comunità per le donne nere in cerca di comunità e guarigione. TRAVE (il collettivo Black Emotional And Mental Health) a New York si concentra sul benessere collettivo e sulla guarigione delle comunità nere e di altre comunità emarginate. Il collettivo Unplug , una risorsa e una piattaforma per il benessere digitale per e da Black womxn e persone non binarie, ospita gratuitamente sessioni di terapia settimanale online per donne nere e marroni e persone espansive di genere. Molti altri possono essere trovati altrove.

Altri tipi di terapeuti e gruppi di terapia possono essere in grado di aiutarti con problemi relativi alla tua identità particolare. Se stai cercando terapisti focalizzati su LGBTQ+ che siano informati sui traumi o si concentrino sulla popolazione sieropositiva, ci sono ottime opzioni come Solo noi salute comportamentale nel Minnesota, Brigata Sanitaria in Virginia, IntraSpettro a Chicago, Il Centro LGBTQ di Los Angeles , e TUTTI Los Angeles .

Entra nelle directory nazionali dei terapeuti e nelle comunità online

Le directory online hanno semplificato il processo per trovare un terapeuta. Queste piattaforme intuitive ti consentono di inserire dettagli come le informazioni sulla tua assicurazione e il tuo codice postale per trovare facilmente qualcuno che soddisfi tutte le tue esigenze.

Risorse come Terapia per ragazze nere , Terapia per le persone queer di colore , e The National Queer e Trans Therapists of Color Network può aiutarti a cercare un fornitore autorizzato in base alla tua posizione e alla copertura assicurativa; alcuni possono metterti in contatto con fornitori virtuali se questo è un modo più semplice per te di vedere un professionista. Collettivo Open Path è anche una risorsa online, con particolare attenzione alle persone che hanno bisogno di opzioni a basso costo.

Per coloro che potrebbero non essere alla ricerca di un nuovo terapeuta ma vorrebbero rinforzi positivi o informazioni passive e incoraggiamenti relativi alla salute mentale, puoi dare un'occhiata al Podcast di terapia per ragazze nere o il Blog strano sulla salute mentale . Il divano giallo è il braccio di costruzione della comunità di Therapy for Black Girls e include l'accesso ad altre donne e terapisti neri, offrendo la possibilità di un supporto più olistico.

Questi sono tempi spaventosi e incerti, ma prenderci cura di noi stessi è una cosa radicale che tutti possiamo fare per aiutare il movimento più grande. Un gentile promemoria di Audre Lorde per quelli di noi che potrebbero sentirsi in colpa per non aver partecipato ad azioni fisiche o che si sentono sopraffatti: prendersi cura di me stesso non è autoindulgenza, è autoconservazione, e questo è un atto di guerra politica.


Altre storie sulle proteste di George Floyd e sul movimento per la giustizia razziale: