Il disegno di legge 'Don't Say Gay' della Florida sta affrontando una nuova causa

L'azione legale mira a bloccare la legge e renderla inapplicabile.
  L'immagine può contenere Abbigliamento Abbigliamento Calzature Scarpa Persona umana Occhiali da sole Accessori Accessorio Pantaloni e folla Burbank, CA - 22 marzo: I dipendenti LGBTQ che protestano contro la gestione da parte del CEO Bob Chapek della controversia del personale sul disegno di legge 'Don't Say Gay' della Florida, alias il disegno di legge 'Diritti dei genitori nell'istruzione' escono dalla Walt Disney Animation martedì 22 marzo, 2022 a Burbank, CA. (Irfan Khan / Los Angeles Times tramite Getty Images) Irfan Khan/Getty Images

Diverse famiglie omosessuali hanno intentato una causa questa settimana contro i cosiddetti della Florida 'Non dire gay' legge, che censura di fatto qualsiasi menzione di persone LGBTQ+ in classe.



I querelanti: un gruppo di genitori, studenti e membri di Collegamento centrale , una coalizione di centri comunitari LGBTQ+ in tutto il paese — ha presentato il Reclamo di 53 pagine lunedì presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto centrale della Florida. Affermano che HB 1557, che è colloquialmente noto come 'Non dire gay', viola il Primo Emendamento attraverso l'ampiezza, privando efficacemente le persone della libertà di parola e di espressione. Affermano anche che la vaghezza della legge viola il quattordicesimo emendamento, privando i querelanti del giusto processo e dell'eguale protezione davanti alla legge.

Il documento fornisce ampi esempi di come HB 1557 abbia già danneggiato i querelanti e continuerà a farlo se non sarà ingiunto. Jen e Matt Cousins ​​e David Dinan e Vikranth Reddy, membri di famiglie querelanti nel caso, hanno descritto implicazioni simili della legge. Il figlio dodicenne dei cugini, chiamato SC nella causa, si è dichiarato non binario l'anno scorso ed è un membro attivo di un'alleanza gay-etero nella loro scuola, che la denuncia descrive come una 'ancora di salvezza' che fornisce 'fornisce un senso di appartenenza, comunità e accettazione per SC e altri studenti LGBTQ+'.



La denuncia afferma che HB 1557 attacca non solo SC ma l'intera famiglia Cousins, con i fratelli minori di SC, che sono in prima e terza elementare, esprimendo il timore che si mettano nei guai per parlare dell'identità del fratello in classe.



'Tutti i membri della famiglia sono orgogliosi di SC e desiderano poter parlare apertamente e con amore per SC a scuola, anche spiegando l'identità non binaria di SC ad amici, compagni di classe, insegnanti e altri', si legge nella denuncia . “La legge dipinge la loro famiglia come anormale. La legge fa vergognare, raffredda e mette a tacere tali comunicazioni; e ritrae SC, un bambino gentile e premuroso, come qualcuno che dovrebbe essere temuto o emarginato.

Dinan e Reddy, una coppia sposata con due figli adottivi, hanno anche descritto i timori di parlare apertamente della loro collaborazione pur essendo attivamente coinvolti nella loro associazione genitore-insegnante. 'Dalla loro esperienza alle riunioni del consiglio scolastico, David e Vik sanno che alcuni genitori interpretano le discussioni sull''orientamento sessuale' per includere riconoscimenti neutri di qualsiasi persona che non sia eterosessuale', afferma la denuncia, aggiungendo che la semplice menzione di Reddy potrebbe causare suo figlio o il loro insegnante da penalizzare.

Secondo la denuncia, le linee guida emesse dalle scuole pubbliche della contea di Orange (OCPS) hanno imposto che gli studenti del K-3 non siano autorizzati a sfogliare o controllare libri che contengano qualsiasi menzione di orientamento sessuale o identità di genere, secondo la denuncia. Inoltre, i corsi di formazione per il personale dell'OCPS hanno raccomandato la rimozione degli adesivi 'spazio sicuro' dalle aule K-3 'in modo che l'istruzione in classe non avvenisse inavvertitamente sul contenuto proibito dell'orientamento sessuale o dell'identità di genere'. Secondo quanto riferito, anche agli insegnanti con partner dello stesso sesso è stato consigliato di rimuovere le foto dei loro partner o di astenersi dall'indossare abiti con messaggi affermativi.



Will Larkin , un anziano in ascesa e presidente e co-fondatore della Queer Student Union della sua scuola, ha espresso preoccupazioni simili sull'impatto del disegno di legge sulla sua vita come querelante della causa. Larkins, che non è binario e usa i pronomi loro e lui, è diventato virale ad aprile per a video di una presentazione di Presentazioni Google su Stonewall che hanno presentato alla loro classe di storia. La denuncia descrive in dettaglio che dopo che la clip ha ottenuto l'attenzione nazionale, l'insegnante di storia di Larkins si è lamentato con gli amministratori e lo ha messo sotto 'indagine' per la sua presentazione. È stato spostato in un nuovo corso di storia e anche il suo amico è stato disciplinato per aver filmato la sua presentazione.

Ciò non ha fermato Larkins, tuttavia. Hanno appeso uno striscione con la scritta 'L'orgoglio appartiene qui' prima di uno sciopero organizzato dagli studenti; è stato 'vandalizzato e lacerato in più punti' in un giorno. Durante lo sciopero, organizzato da Larkins, più studenti hanno preso le bandiere dell'orgoglio dagli studenti che se ne sono andati e li hanno vandalizzato. Larkins ha espresso preoccupazione per il fatto che la retorica 'anti-grooming' spinta dai legislatori dietro il disegno di legge venga copiata dagli studenti, che a loro volta stanno aumentando il bullismo nei confronti degli studenti queer e trans.

'Come senior in ascesa con prospettive universitarie all'orizzonte, Will non può permettersi di essere disciplinato e i suoi voti ne risentono per aver parlato accuratamente in classe di eventi storici e attuali rilevanti LGBTQ+', si legge nella denuncia. “Vuole riconoscere agli altri studenti, agli insegnanti e alla sua comunità che è queer. Vuole andare a scuola e non essere umiliato e messo a tacere semplicemente per quello che è'.

Gli attori chiedono una sentenza dichiarativa che affermerebbe l'incostituzionalità dell'HB 1557, nonché un'ingiunzione preliminare e permanente che bloccherebbe l'applicazione della legge. Infine, chiedono costi, spese e ragionevoli onorari legali, e ogni ulteriore sollievo che il tribunale ritenga opportuno.

Mentre alcune versioni del disegno di legge Don't Say Gay hanno esisteva da decenni , l'approvazione della legge in Florida ha spronato più di una dozzina di stati a proporre progetti di legge simili da aprile, per National Public Radio, Radio Pubblica . Sei stati, tra cui Florida, Texas, Louisiana, Mississippi, Alabama e Oklahoma, hanno effettivamente emanato leggi che censurano le discussioni sulle persone LGBTQ + o sui problemi nelle scuole, secondo il tracker legislativo Progetto di avanzamento del movimento . Altri cinque stati hanno leggi che richiedono la notifica ai genitori dei programmi di studio inclusivi LGBTQ+ e consentono ai genitori di rinunciare ai propri figli.