Il nipote di Ricky Martin ha ritirato le sue accuse di molestie e abusi

Il caso è stato archiviato.
 Il nipote di Ricky Martins ha ritirato le sue accuse di molestie e abusi Laurent KOFFEL/Getty Images

Il nipote di Ricky Martin è apparso in tribunale giovedì per ritirare le accuse di abusi sessuali e violenze domestiche contro il cantante, chiudendo il suo caso settimane dopo che è diventato pubblico.



Il 1° luglio, il nipote di 21 anni di Martin ricevuto un ordine restrittivo da un giudice di Porto Rico dopo aver affermato che Martin, 50 anni, lo aveva abusato fisicamente ed emotivamente durante una relazione incestuale. Secondo i documenti del tribunale, il firmatario afferma che Martin e suo nipote hanno avuto una relazione di sette mesi durante i quali il cantante ha perseguitato e minacciato ripetutamente violenze contro di lui.

Ma questa settimana, il nipote di Martin ha ritirato il suo caso, portandolo a una brusca fine. Secondo una dichiarazione rilasciata dagli avvocati di Martin e ottenuta da Varietà , la richiesta di ritiro era esclusivamente dell'accusatore, 'senza alcuna influenza o pressione esterna, e l'accusatore si è confermato soddisfatto della sua rappresentanza legale in materia'.



'Questo non è mai stato altro che un individuo turbato che ha fatto false accuse senza assolutamente nulla a sostegno', continua la dichiarazione. 'Siamo lieti che il nostro cliente abbia visto giustizia fatta e ora possa andare avanti con la sua vita e la sua carriera'. Martin ha condiviso la dichiarazione su Twitter, scrivendo 'La verità prevale'.

Contenuti Twitter



Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina da.

Martin e la sua difesa hanno detto alla stampa in un'altra dichiarazione la scorsa settimana che suo nipote stava 'lottando con profonde sfide di salute mentale' che lo hanno portato ad accusare Martin. La maggior parte dei dettagli sui firmatari sono stati mantenuti privati ​​(o almeno non confermati) ai sensi della legge 54 sulla violenza domestica di Porto Rico, che protegge l'identità dei sopravvissuti alla violenza domestica.

Resta ancora da vedere se i fan di Martin accetteranno questo come una risoluzione o se eviteranno il nuovo album di sei canzoni del cantante, che ha promosso per tutto il mese in mezzo alle polemiche. Martin sta ancora affrontando una causa da 3 milioni di dollari intentata dal suo ex manager Rebecca Drucker , sostenendo di aver violato il loro contratto trattenendo le commissioni. Drucker afferma anche nel 2020 di aver aiutato Martin a fuggire 'illeso' da un'accusa non specificata ma 'potenzialmente di fine carriera'.



Ottieni il meglio da ciò che è queer. Iscriviti alla nostra newsletter settimanale qui.