James Scully: La tua quarantina lo sta spiegando

Per la maggior parte della sua carriera, James Scully ha dovuto interpretare il vero etero.



'La mia stranezza non era utile a nessuno in quegli spazi', racconta l'attore 27enne loro., che ha recitato in Paramount eriche ed episodi di 9-1-1 e Quantico , e non avrebbero fatto guadagnare a nessuno, quindi erano tipo tipo 'Non puoi? Puoi essere solo come un maschio etero che recita un tizio bianco?''

Il lavoro che ha fatto su quei progetti è stato pessimo, dice Scully. 'Perché non stavo interpretando il personaggio, stavo interpretando me stesso come una 'persona eterosessuale' e poi cercavo di interpretare il personaggio per di più e semplicemente non andava bene. Questo è mettere un cappello su un cappello su un cappello.'



In confronto, il lavoro di Scully nei panni di Forty Quinn nella seconda stagione dello psico-dramma Netflix di successo Voi è andata molto meglio. Non solo perché era in grado di essere se stesso, ma anche perché il suo personaggio non era tenuto a uno standard eteronormativo.



'Mi innervosisco un po' quando ci penso', dice, soffocando, 'ma alla fine ho avuto un team di produzione che mi ha detto,' Stai raccontando la storia? Sei onesto? Ti presenti al lavoro tutti i giorni e fai il tuo lavoro? Sei gentile con le persone sul set? Stai andando senza paura fino ai posti in cui devi andare per essere questo personaggio? Poi non importa se parli molto con le mani o se fai cose divertenti con la tua voce, o se abbracci Joe in ogni singola scena che fai insieme.' E poi finalmente ho potuto guardare lo spettacolo e ho pensato, 'Questa è una persona a cui è stato permesso di respirare. Questa è una persona a cui viene dato lo spazio per fare ciò in cui sono bravi.''

L

Elder Statesman Sweater, Jacquemus Pants, Asics Sneakers, collana Alighieri, collana Daisy London, anello Giles e Brother



Interpretare il carismatico spirito libero Forty ha offerto a Scully il tipo di libertà creativa che bramava, ma anche una serie frustrante di domande sulla sua sessualità, sia del personaggio che della sua. Mentre Forty esce con donne nello show e gli spettatori non lo vedono mai in una relazione queer, Scully ha fatto di tutto per anticipare le supposizioni che il suo personaggio sia etero. Quando un fan ha chiesto come lo show ha deciso che Forty dovrebbe essere etero, Scully ha risposto in a domande e risposte in diretta su Instagram , 'Noi non l'abbiamo fatto, e lui non lo era, e non è e non lo sarà mai.

'Penso che a volte sia importante che la stranezza dei personaggi queer sia al centro della storia', dice Scully loro . 'E poi penso che a volte vada bene che i personaggi queer esistano come tutti noi come persone e non ci occupiamo costantemente di questo. Quindi mi è piaciuto che non fosse intenzionalmente ambiguo; era semplicemente quello che era.'

Scully comprende il bisogno di chiarezza e di rappresentazione degli spettatori, ma trova anche deludente il fascino. 'Nella nostra cultura, sembra che la sessualità, l'espressione sessuale e l'espressione di genere siano ancora cose che devono essere studiate e ricercate e poi etichettate chiaramente e contrassegnate', afferma. 'Perché hai davvero bisogno di sapere? Quaranta non farà sesso con te – è un personaggio immaginario. Non c'è un vero e proprio fine gioco in questa conversazione.'

Forse è perché la sua sessualità ha affascinato gli estranei per la maggior parte della sua vita. Scully è cresciuta facendo teatro musicale in Texas, dove dice che la sua stranezza era così evidente che era quasi una conclusione scontata. Il coming out e il supporto precoce di sua sorella maggiore sono stati fondamentali, così come le figure LGBTQ+ e le storie che ha visto in televisione, come RuPaul e su HBO Angeli in America . Ha affrontato alcuni dolori crescenti nel suo coming out, come fanno la maggior parte.



'I miei genitori, amorevoli, solidali e liberali come sono ora, non sono cresciuti in una cultura che ha fatto spazio alle persone queer,' dice Scully. 'E anche se, sai, sentivano che tutte le persone meritano amore e rispetto, provenivano anche da quella cultura del tipo, 'Forse non abbiamo bisogno di parlarne' o 'Va bene se è quello che vogliamo fare, ma forse non sono affari nostri.''

L

Elder Statesman Sweater, Jacquemus Pants, Asics Sneakers, collana Alighieri, collana Daisy London, anello Giles e Brother



Ci sono voluti un po' di spazio e un po' di grazia da parte dell'attore, ma ora Scully dice che suo padre sarebbe 'entusiasta di incontrare chiunque io abbia portato a casa'.

Il che ci porta alla sua vita amorosa. Scully ride quando risponde se è single ('È nella fase iniziale', dice. 'A volte è difficile dirlo') e se ha un tipo ('O dolci, tranquilli, intellettuali teneri ragazzi o dall'altro fine dello spettro - chiunque abbia una fiducia cieca e selvaggia è così sexy per me'). La cosa più importante per lui è l'onestà, qualcuno che lo chiamerà per le sue stronzate e lo sfiderà a essere una persona e un partner migliore.

'Mi piace molto la parola 'partner' perché implica che si tratta di uno sforzo di gruppo insieme', dice. 'Non ho bisogno di qualcuno che prometta di essere appassionatamente infatuato di me per il resto della mia vita. In effetti, questo non fa davvero nulla per me. È strano, non realistico e poco pragmatico. Voglio solo qualcuno che mi vedrà davvero, davvero e che me lo faccia vedere davvero, davvero.'

Scully non ha paura di essere vulnerabile, che è un altro modo in cui è come il suo personaggio Voi. Durante una parte particolarmente toccante dell'ottavo episodio, si rompe tra le braccia della co-protagonista Penn Badgley, un momento intimo tra i due uomini che non è romantico o sessuale ma tenero.

'E' stato davvero molto bello,' dice Scully. 'Ho interpretato altri ruoli in cui non era il caso; dove non volevano davvero che andassi in quel tipo di luoghi vulnerabili, puri ed emotivi perché non è quello che ci aspettiamo come presentazione tradizionale della mascolinità, specialmente in televisione, dove le cose possono essere così archetipiche. Due uomini non riescono spesso a condividere i sentimenti l'uno con l'altro in quel modo in televisione senza che questo venga immediatamente trasformato in uno scherzo o immediatamente reso sessuale graficamente.'

L

Top Lanvin, Pantaloni Marni, Sneakers Van, calzini propri degli stilisti, collana Alighieri

Il percepito omoerotismo dell'amicizia di Forty e Joe si aggiunge al fervore attorno all'identità di Forty, ovviamente, ma Scully lo sta prendendo al passo. Dopo anni passati direttamente sullo schermo, vuole che la sua stranezza sia visibile.

'Essere evasivi o timidi al riguardo non serve a me e non serve al mio lavoro, e non serve nemmeno alle forse cinque, forse 500 persone queer là fuori che hanno bisogno di vedere qualcuno come me in televisione e in pubblico vivere il mio verità,' dice Scully.

Riconosce le generazioni di persone pubblicamente e politicamente queer che sono venute prima di lui per aver reso più facile essere onesti e impenitenti. Sente una responsabilità verso di loro, così come verso le generazioni successive.

'Se non fossero stati abbastanza coraggiosi da essere onesti e aperti su chi erano, allora dove sarebbe qualcuno di noi?' dice Scully. 'Quindi, con così tante persone sui social media che dicono, 'Sei gay?', io penso, 'Sento che non avrei potuto essere più ovvio molte, molte volte, in particolare sull'essere un uomo queer.' Ma sai, a volte devi spiegarlo bene.'

Fotografa: Molly Matalon
Stilista: Ian Bradley
Trucco: Gabriella Mancha con Glossier
Capelli: Darine Sengseevong
Stilista di scena: Spencer Rawles