Justin Tranter sta usando la loro musica per difendere i giovani LGBTQ+

Justin Tranter non è sempre stato un fan sfegatato della musica pop. In effetti, è stato solo a metà degli anni 2000, quando l'artista e cantautore stava ancora registrando musica con la loro band glam-punk Semi Precious Weapons, che sono stati in grado di riconoscerne il potere. In precedenza, Tranter ricorda di aver deriso il genere, citando il gusto leggermente pretenzioso che avevano coltivato come parte della scena fai-da-te di Brooklyn. Ma dopo aver scoperto Britney Spears Oscuramento e quello di Gwen Stefani Amare. Angelo. Musica. Bambino più o meno nello stesso periodo, ricordano di aver pensato: Aspetta un minuto. La musica pop è davvero fottutamente buona. Dovremmo smettere di prenderlo in giro perché questa merda non è uno scherzo.



Un decennio e mezzo dopo, Tranter ha scritto per entrambi gli artisti, oltre a molti altri come loro.

La strada per diventare una cantautrice pluripremiata per artisti come Ariana Grande, Selena Gomez e Justin Bieber non è stata facile. Al liceo, prima che Tranter si iscrivesse alla Chicago Academy of the Arts che ha cambiato la vita, dove avrebbero finalmente trovato un sussidio annuale per l'AIDS che è ancora onorato fino ad oggi, l'artista ha trascorso un breve periodo in una scuola pubblica dove erano fisicamente vittima di bullismo e successivamente accusato dei propri abusi.



Questa esperienza ha giocato un ruolo enorme nella decisione di Tranter di lanciare il concerto annuale BEYOND Spirit Night con GLAAD. Dopo essersi unito all'organizzazione subito dopo l'orribile sparatoria di massa al Pulse Nightclub di Orlando, Tranter alla fine si è unito al consiglio dell'organizzazione e ha proposto l'idea per un concerto che avrebbe portato consapevolezza alla missione anti-bullismo di Spirit Day. Il bullismo che ho dovuto affrontare durante tutta la mia scuola è stato così grave e non sapevo a chi rivolgermi, ammettono. In quei momenti orribili, se avessi saputo che esisteva un Giorno degli Spiriti, se avessi visto compagni di classe e colleghi insegnanti vestiti di viola, saprei che la prossima volta che succede qualcosa di orribile, posso andare a parlare con queste persone e loro mi crederanno e loro mi capirà.



Justin Tranter e GLAAD presenti

Justin Tranter e GLAAD presentano il concerto 'BEYOND' per lo Spirit Day 2019Jerod Harris / Getty Images per 'BEYOND' Spirit Day Concert 2019 Presentato da Justin Tranter e GLAAD

La scorsa notte ha segnato il terzo concerto annuale di BEYOND, dove Tranter e i suoi amici hanno raccolto più di $ 400.000 per GLAAD (un record). La serata includeva esibizioni speciali di Idina Menzel e Bebe Rexha, che si sono prese una pausa dal suo attuale concerto come atto di apertura del tour Happiness Begins dei Jonas Brothers per fermarsi. E poiché Tranter è dedicato a mettere in mostra i numerosi cantautori LGBTQ+ che stanno scrivendo le migliori canzoni del mondo, ci sono state anche esibizioni di Jesse Saint John e Jozzy, che hanno cantato ciascuno la loro recente vetta delle classifiche (e disco - rottura ), rispettivamente, Truth Hurts (di Lizzo) e Old Town Road (di Lil Nas X). Come ha detto Tranter, i cantautori LGBTQ+ stanno facendo un casino in questo momento.

loro . sono saltati al telefono con l'illustre multi-trattino per parlare della loro prolifica carriera di cantautrice, dell'uso della musica come forma di attivismo e del motivo per cui hanno dovuto sopprimere alcune parti della loro femminilità per sopravvivere nell'industria musicale.



Justin Tranter e GLAAD presenti

Justin Tranter e GLAAD presentano il concerto 'BEYOND' per lo Spirit Day 2019Jerod Harris / Getty Images per 'BEYOND' Spirit Day Concert 2019 Presentato da Justin Tranter e GLAAD

Come hai portato parte della sensibilità queer di Semi Precious Weapons nella tua carriera di cantautore?

Stavo andando al supermercato con i tacchi da sei pollici, il trucco e l'ombra delle cinque. Non era riservato solo al palcoscenico. Certo, andremmo in posti e le persone si offenderebbero. Ma per me, stavo solo vivendo la mia verità l'11, poco dopo le dieci. Era una verità esagerata, ma era una parte molto importante di me che stavo portando sul palco. Non l'ho nemmeno pensato come un'estetica queer. Era solo mio estetico. Ma sono queer da morire, quindi ovviamente era queer.

Per rispondere alla tua domanda: come cantautrice pop, niente di tutto ciò riguarda me. Ovviamente trovo momenti di verità con cui relazionarmi e ho bisogno di portare la mia vita nella stanza degli scrittori e nella conversazione. Ma quando ero un artista, era molto facile per me salire sul palco e dire le cazzate più pazze e vivere la mia verità così pubblicamente. Quindi il modo in cui porto la mia estetica a qualcuno è aiutare l'artista o il co-sceneggiatore a sentirsi come se potessero dire le cazzate più incasinate su se stessi.



La musica può essere uno spazio molto omofobico. Come sei riuscito a navigare?

Sono stato benedetto con una prospettiva super positiva, quasi delirante. Quando da bambino ti dicono che tutto è possibile e puoi fare quello che vuoi, per fortuna ho creduto a quelle stronzate. Quindi, anche quando stavo affrontando l'omofobia - e lo affronto ancora - era sempre come, va bene. Questo è solo un idiota. E ci sarà qualcun altro che non è uno stronzo.

Nelle mie prime sessioni, ero ancora con i tacchi, ancora completamente truccata. C'è questa incredibile citazione di Alok [Vaid-Menon] che sbaglierò, ma il succo è: quale parte femminile di te hai dovuto uccidere per sopravvivere? Non sarei mai in grado di cambiare il modo in cui parlo, mi muovo e parlo. Ma in questo posto che si trova tra il mio subconscio e il mio conscio, ho decisamente cambiato il modo in cui apparivo. Purtroppo, ha aiutato la mia carriera. Ma non purtroppo, ha aiutato la mia carriera. Ora ho la piattaforma e molti privilegi finanziari per pagarlo in avanti, quindi non mi pento di averlo fatto. Ora posso sicuramente travestirmi di nuovo. La mia migliore amica mi trucca di nuovo. Ma allora, ho decisamente preso una decisione leggermente consapevole di cambiare il mio aspetto, e mi ha aiutato.



Justin Tranter e GLAAD presenti

Justin Tranter e GLAAD presentano il concerto 'BEYOND' per lo Spirit Day 2019Jerod Harris / Getty Images per 'BEYOND' Spirit Day Concert 2019 Presentato da Justin Tranter e GLAAD

Hai usato la musica come una forma di attivismo da sempre, dall'avvio di un sussidio per l'AIDS nella tua scuola superiore al lancio di un fondo di borse di studio per l'educazione dei giovani LGBTQ+ mentre eri al college fino a far parte del consiglio di GLAAD. Quale ruolo pensi che i musicisti abbiano nel lavorare per creare un futuro migliore?

Penso che non solo i musicisti, ma tutti gli artisti e chiunque sia coinvolto nei media di qualsiasi tipo, abbiano un'enorme responsabilità di apportare il cambiamento. Voglio dire, se il tuo sogno è solo scrivere canzoni sulla tua ragazza, allora vivi il tuo sogno, cazzo. Non sono qui per farti vergognare per questo. Ma soprattutto in questo momento, quando abbiamo un'amministrazione che attacca le persone LGBTQ+ ogni singolo secondo, sento che tutti abbiamo una responsabilità. Quando le persone affrontano che i diritti umani sono minacciati, se hai una piattaforma di qualsiasi tipo e non la stai usando per aiutare quelle persone i cui diritti umani fondamentali sono minacciati, allora penso che tu sia solo un pezzo di merda - per mettilo non leggermente.

Cosa ha ispirato l'idea di organizzare un concerto di Spirit Night?

Bene, so come farlo. So come esibirmi. So come chiedere ad altre persone di esibirsi. Sembrava qualcosa che potevo portare a GLAAD che nessun altro poteva. Ma volevo anche essere davvero in grado di far luce su altri cantautori LGBTQ+. Naturalmente, l'obiettivo è raccogliere fondi per GLAAD e aumentare la consapevolezza per lo Spirit Day, e questo è il numero uno e due. Ma il numero tre è aumentare la consapevolezza nel mio stesso settore di quante persone apertamente LGBTQ+ stanno scrivendo le migliori canzoni del mondo. Quindi chiunque sia LGBTQ+ e abbia avuto un successo quell'anno, chiedo loro di venire. Posso creare questa consapevolezza attraverso questa notte davvero divertente.

Voglio anche che i giovani musicisti LGBTQ+ sappiano [che questa è una possibilità]. Vorrei sapere che questo era un lavoro. In quanto persone queer, se vuoi entrare nel mondo della musica, pensi, beh, d'accordo, posso essere una delle poche pop star apertamente queer che permettono di sfondare o posso essere nei capelli e nel trucco. Ora, entrambi questi lavori sono fantastici. La pop star è un ottimo lavoro. Capelli e trucco sono un ottimo lavoro. Ma ci sono anche altri lavori qui e mi piacerebbe che i giovani LGBTQ+ lo sapessero.

Questa intervista è stata modificata e condensata per chiarezza.

Ottieni il meglio da ciò che è queer. Iscriviti alla nostra newsletter settimanale qui.