La lesbica richiedente asilo è stata finalmente rilasciata dopo che l'ICE le ha negato la libertà vigilata quattro volte

AGGIORNAMENTO (9/16):



Dopo che i funzionari dell'immigrazione e delle forze dell'ordine hanno negato la sua richiesta di libertà condizionale in quattro tentativi precedenti, Yanelkys Moreno-Agramonte, una richiedente asilo lesbica fuggita dalla persecuzione a Cuba, è stata rilasciata lunedì da un giudice, in quanto Giornale LGBTQ+ Lama di Washington rapporti. La sua domanda sarebbe stata approvata dal giudice Pedro J. Espina, un giudice dell'immigrazione con sede a Porto Rico.

La sua compagna, Dayana Rodríguez González, ha detto al Lama che ha provato molta emozione nel [suo] cuore quando Moreno ha chiamato per informarla della sentenza. Il 36enne era stato trattenuto presso il South Louisiana ICE Processing Center di Basile per 10 mesi.

Non riesco ancora a smettere di piangere, ha detto Rodríguez, che è emigrato negli Stati Uniti con Moreno nel 2019 e ha ottenuto la libertà vigilata all'inizio di quest'anno. Saremo di nuovo insieme presto.



Rodríguez attualmente vive in Arizona.

ORIGINALE (24/8):

Le organizzazioni di difesa stanno facendo pressioni per il rilascio di una richiedente asilo lesbica a cui è stata negata la libertà condizionale quattro volte, nonostante la minaccia di COVID-19 in detenzione.



Yanelkys Moreno-Agramonte e la sua compagna da cinque anni, Dayana Rodríguez González, sono arrivate negli Stati Uniti da Cuba nel novembre 2019 e si sono presentate al confine per chiedere asilo. Rodríguez è stato rilasciato in libertà vigilata a febbraio, ma Moreno ha continuato a essere trattenuto presso l'ICE Processing Center della Louisiana meridionale situato a Basile. Non si vedono da otto mesi, secondo il gruppo di difesa LGBTQ+ Immigration Equality, che ha assistito al caso di Moreno.

La più recente smentita delle numerose richieste di libertà condizionale di Moreno è stata emessa all'inizio di questo mese, come ha detto Liza Doubossarskaia, avvocato e traduttrice di Immigration Equality. loro . L'ICE si è rifiutata di fornire una spiegazione dettagliata del motivo per cui le richieste di Moreno continuano a essere respinte o di cosa potrebbe fare in futuro per affrontare eventuali problemi nella sua domanda.

Una volta che arriva quel pizzico di speranza, pensano: 'Beh, forse questa volta. Forse se rispettiamo il meglio che possiamo con ciò che l'ICE ci chiede di fare, capiranno la situazione'. Doubossarskaia.

Doubossarskaia ha affermato che la situazione è stata dura e stressante per la coppia, fuggita dalla persecuzione omofobica a Cuba per iniziare una nuova vita in America.

Dayana vuole solo stare con Yanelkys, e lo stesso per Yanelkys: vuole solo stare con Dayana, ha detto Doubossarskaia loro. per telefono. Una volta che arriva quel pizzico di speranza, pensano: 'Beh, forse questa volta. Forse se rispettiamo nel miglior modo possibile ciò che l'ICE ci chiede di fare, capiranno la situazione.' Per ottenere quel po' di speranza e poi essere rifiutati ancora e ancora e ancora, è schiacciante per l'anima.



Ciò che è stato sorprendente della decisione più recente dell'Immigration and Customs Enforcement di rifiutare la domanda di libertà condizionale di Moreno è che i sostenitori hanno ritenuto che lei presentasse una solida argomentazione per il rilascio. 26 membri del Congresso sostenuto a suo nome in una lettera di giugno al segretario ad interim per la sicurezza interna Chad Wolf, in cui i firmatari hanno definito la detenzione di Moreno pericolosa e irrazionale, soprattutto alla luce del più di 3.500 casi registrati di COVID-19 negli impianti ICE a partire da luglio. (Quel numero è probabilmente un sottostima, dato il disponibilità limitata di test nei centri di detenzione.)

È ampiamente riportato che ICE non fornisce indumenti protettivi o prodotti per l'igiene sufficienti, non fornisce informazioni tempestive su come prevenire l'infezione e non è in grado o non è disposto ad attuare misure di distanziamento sociale, ha scritto il rappresentante della Camera dell'Illinois Mike Quigley , che ha organizzato la lettera, in una dichiarazione.

Come della sua più recente richiesta di libertà vigilata, Moreno ha anche trovato un cugino che le fornisse risorse come cibo e alloggio mentre faceva domanda di asilo, cosa che sperava avrebbe soddisfatto i requisiti ICE per uno sponsor consanguineo. Tuttavia, l'amministrazione Trump è crollato su quella che negli ultimi anni ha definito migrazione a catena, negando le sponsorizzazioni a membri della famiglia allargata come zie, zii, nonni, suoceri e altri parenti non immediati. Di conseguenza, l'ICE ha rifiutato l'idoneità di sua cugina per la sponsorizzazione.

Doubossarskaia ha affermato che il trattamento riservato da ICE a Moreno è illogico, insensato e crudele considerando che cinque richiedenti asilo LGBTQ+ sono stati rilasciati dalla custodia in precedenza quest'anno per motivi quasi identici all'appello di Moreno.

L'ICE può liberarla, ha detto. Hanno quel potere. Ha un posto dove stare. Ha il supporto della comunità. Non è un rischio di fuga. Non ha intenzione di andare da nessuna parte. Se l'ICE è così preoccupata per il fatto che vada da qualche parte, possono metterle un monitor per la caviglia o metterla in un programma di supervisione intensiva. Ci sono alternative alla detenzione che hanno dimostrato di funzionare e l'ICE potrebbe facilmente farlo. Hanno semplicemente scelto di non farlo.

Gli Stati Uniti non riescono ogni giorno a mantenere la loro promessa di rifugio per le persone in fuga dalle persecuzioni. Con ogni nuova proposta, l'amministrazione Trump sta cercando di sradicare il sistema di asilo, che dovrebbe consentire a persone [LGBTQ+] come Yanelkys che sono fuggite dalla persecuzione omofobica a Cuba di vivere liberamente e apertamente', ha affermato Crawford.

loro . ha contattato ICE per un commento e aggiornerà questa storia se un rappresentante risponde. Ma Bridget Crawford, direttore legale di Immigration Equality, ha affermato che il persistente rifiuto dell'amministrazione Trump di aiutare nel caso di Moreno mostra che l'ICE ha troppo potere e poca responsabilità.

Gli Stati Uniti non riescono ogni giorno a mantenere la loro promessa di rifugio per le persone in fuga dalle persecuzioni, ha affermato Crawford in una dichiarazione condivisa con loro. Via Posta Elettronica. Con ogni nuova proposta, l'amministrazione Trump sta cercando di sradicare il sistema di asilo, che dovrebbe consentire a persone [LGBTQ+] come Yanelkys che sono fuggite dalla persecuzione omofobica a Cuba di vivere liberamente e apertamente.

Immigration Equality sta continuando a fare pressioni per il rilascio di Moreno e prevede di presentare l'ennesima domanda di libertà vigilata a suo nome, ma i sostenitori hanno affermato che la lotta in corso sta mettendo a dura prova la coppia. Moreno si preoccupa di contrarre il COVID-19 in uno spazio in cui i detenuti sono costretti a dormire con dozzine di altre persone, rendendo quasi impossibile il distanziamento sociale. I funzionari del South Louisiana ICE Processing Center non sono stati del tutto trasparenti con i detenuti su quanti casi di coronavirus ci sono nella struttura, anche se più immigrati vengono trasferiti lì.

Rodríguez, che non può visitare Moreno a causa delle restrizioni COVID-19, chiama spesso Doubossarskaia piangendo perché le condizioni a cui è sottoposto Moreno sono così estreme. All'inizio di quest'anno, la struttura di Moreno ha esaurito sapone e carta igienica per nove giorni, quindi i detenuti non hanno potuto disinfettarsi per proteggersi e nemmeno praticare l'igiene di base.

Doubossarskaia ha affermato che Rodríguez sta cercando di essere forte per il suo partner, ma sta anche lottando per trovare lavoro e mantenersi durante la pandemia.

È straziante perché vogliono avere una famiglia unita e stare insieme, ha detto. Volevano farlo a Cuba ma non ci sono riusciti perché c'è ancora molta omofobia. Il matrimonio tra persone dello stesso sesso non è consentito, quindi sono venuti qui sperando di realizzarlo, ma sono stati fatti a pezzi senza una buona ragione.