David Giuntoli, star di 'A Million Little Things', parla di un 'complesso di Peter Pan' e dell'ultima cosa che lo ha fatto piangere

David Giuntoli all

GettyImages

David Giuntoli dice che 'un milione di piccole cose' è una 'cosa curativa' per gli uomini

Sean Abrams, 24 settembre 2019 Condividi Tweet Flip 0 azioni

David Giuntoli è passato da un mondo oscuro e fantastico di creature mitiche su Grimm a uno in cui gli unici demoni che ha il compito di uccidere sono i suoi interni.

Nei panni di Eddie Saville in A Million Little Things della ABC, Giuntoli è entrato nel ruolo di un alcolizzato in difficoltà, in via di guarigione nell'ultimo decennio ma ancora alla ricerca del modo migliore per vivere una vita retta e ristretta sotto tutti gli aspetti. Certamente non aiuta il fatto che il suo personaggio sia innamorato della moglie del suo migliore amico & hellip; e che il suo migliore amico dà il via alla serie con un suicidio prematuro che scuote Saville e il resto del suo gruppo affiatato di amici maschi, fino in fondo.



Quando si confronta con Saville, Giuntoli riconosce che sono due persone molto diverse.

Eddie era il frontman di una band mediocre tra i venti e i trent'anni, dice Giuntoli, e con questo arrivò un sacco di adulazione & hellip; era l'anima della festa e tutti lo amavano. Era divertente quando beveva, e la sobrietà è annoiata. Non sono una persona sobria e non ho problemi con l'alcol, ma c'è uno stile di vita a cui ho rinunciato che era più uno stile di vita da festa, e non puoi vivere così per sempre.

Quanto a cosa hanno in comune? Ebbene, il loro eterno amore e affetto per i loro figli & hellip; e avere tutti gli occhi su di loro, ovviamente. Perché chi non si gode i riflettori ogni tanto?

David Guintoli lo è

Sono un nuovo papà. Non potrei essere più felice. Sono sposato con una donna meravigliosa e sono un attore che ama tutte le attenzioni che ho su di me, scherza Giuntoli. Eddie e David condividono il loro amore per l'attenzione e lo stanno abbandonando a malincuore per essere padri e adulti responsabili. Penso che anche io e Eddie abbiamo un po 'di un patetico complesso di Peter Pan.

Lasciare la vita come Grimm sul set potrebbe essere stato relativamente facile, ma c'è un peso diverso - uno di colpa, dolore e sofferenza - che è molto più pesante da portare in giro come Eddie. Secondo Giuntoli, quando va a truccarsi e acconciarsi, dice che cerca di pulirmi il più possibile dalla faccia prima che vada a casa da mia moglie e mio figlio.

RELAZIONATO : 100 cose difficili che ogni ragazzo dovrebbe fare

Ormai, ti starai chiedendo cosa distingue A Million Little Things da una programmazione simile ora (o cry porn, come li chiama Giuntoli), ed è la capacità dello show di trattare le persone come gli adulti che sono. La serie è autentica, rispetta il suo pubblico e c'è un aspetto curativo a cui gli spettatori rispondono bene.

Per quanto riguarda quegli spettatori? Ebbene, nonostante quello che potresti pensare, non sono solo le donne in pigiama sedute con una bottiglia di Pinot. Anche molti uomini guardano, e se non sei già in questo spettacolo, dovresti esserlo dannatamente bene.

Penso che molte volte il tropo sarebbe che i ragazzi si siedano uno accanto all'altro, bevano birre, vanno al bar o agli eventi sportivi, ma davvero non sanno niente l'uno dell'altro. Questo è qualcosa di cui ci occupiamo esplicitamente nell'episodio pilota, e ha davvero colpito gli uomini che si sono avvicinati a me, dice Giuntoli. Molti di loro lo guardano con le loro fidanzate o mogli, ma sono completamente coinvolti ed è una specie di cosa curativa per loro.

Il suo ritratto di Eddie non è l'unico che risuona con quei ragazzi seduti a casa ogni giovedì sera.

Penso che il personaggio di Roma (Romany Malco) sia stato davvero importante per il pubblico maschile di colore che si occupa di depressione, che è un po 'più tabù, quindi sento in quella cultura, aggiunge. E Gary (James Roday) sta soffrendo di cancro al seno e hellip; Voglio dire, queste non sono lotte tipicamente maschili. E ovviamente lo sono, [ma] non riusciamo a vederlo tutto il tempo.

Con tutte le lacrime versate su A Million Little Things, si potrebbe pensare che i condotti del cast si sarebbero prosciugati quando torneranno a casa, ma Giuntoli ricorda ancora l'ultima volta che ha pianto non leggendo un episodio: la nascita di sua figlia.

[Mia moglie] stava cercando di farlo in modo naturale e alla fine, voglio dire, era così esausta, tremava, dice. Hanno dovuto fare un taglio cesareo di emergenza e quando ho visto uscire il bambino, non ho pianto per quanto fosse bello vedere mia figlia, sono scoppiata in lacrime per tre brevi secondi, come una micro tempesta, perché Sono stato sollevato per mia moglie che finalmente questo calvario è finito. Ho gridato di sollievo.

Per chi non lo sapesse, la moglie di Giuntoli non è altro che la sua ex co-protagonista dei Grimm, Elizabeth Bitsie Tulloch. Se il nome suona bene, è perché attualmente sta vivendo la sua migliore vita da supereroe nei panni di Lois Lane nel vasto Arrowverse della CW. Anche se non è Giuntoli a farla impazzire nei panni del leggendario Superman, ironia della sorte, ha fatto un'audizione per il ruolo quando Henry Cavill è stato scelto nel 2013.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da David Giuntoli (@mrgiuntoli) il 6 luglio 2017 alle 14:25 PDT

Ci sono andato abbastanza vicino, afferma. Non incredibilmente vicino, ma il mio nome era lì fuori e mi hanno visto un sacco. E mentre Giuntoli non sta dondolando una S sul petto, rivela che nel prossimo futuro scuoterà un emblema diverso - uno dei tipi animati, cioè.

In realtà ho appena doppiato Batman in questo nuovo film animato di Batman che uscirà tra un paio di anni, dice. Non credo che tutti lo sappiano ancora. C'è una dignità nella recitazione fuori campo. Puoi invecchiare con grazia ed essere ancora l'eroe.

Questa intervista è stata modificata e condensata per chiarezza.

Potresti anche scavare:

Niente è fuori dai limiti per l'ex atleta di NHL Brooks Laich su 'How Men Think'
Gus Kenworthy sta vivendo la sua verità (e vuole che tu faccia lo stesso)
Come lo chef Roy Choi è rimbalzato dal fondo (e cosa puoi imparare da esso)