New York porrà fine all'isolamento dopo la morte di Layleen Cubilette-Polanco

Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha annunciato lunedì che le carceri della città aboliranno la pratica dell'isolamento. L'annuncio ha fatto seguito alla notizia di lunedì secondo cui 17 agenti a Rikers Island dovranno affrontare azioni disciplinari e accuse in relazione alla morte di Cubilette-Polanco a causa di un sequestro mortale.



Cubilette-Polanco, a cui era stato diagnosticato un disturbo convulsivo, era in isolamento da nove giorni quando è stata scoperta priva di sensi nella sua cella nel giugno 2019.

Il sindaco ha annunciato la creazione di un gruppo di lavoro, guidato dal vicepresidente Stanley Richards del Board of Correction di New York, che studierà ed elaborerà un piano per porre fine alla segregazione amministrativa. Richards detto Notizie NBC che la commissione mira a sciogliere tutte le forme di isolamento prolungato in custodia, inclusa la custodia protettiva. Nei commenti al notiziario, ha definito prevenibile la morte di Cubilette-Polanco.



Non avrebbe mai dovuto essere in isolamento, ha detto Richards. Se avessimo fatto questo lavoro in cui il sindaco ha detto quello che ha detto oggi un anno e mezzo fa, non avremmo o forse non avremmo avuto una Layleen Polanco.



Mentre Richards ha affermato che la sua intenzione è che il gruppo di lavoro presenti le sue raccomandazioni sull'uso della segregazione amministrativa entro settembre, il presidente del consiglio Jennifer Jones Austin ha previsto che una votazione si svolgerà in ottobre. Se la commissione votasse a favore della fine dell'isolamento, qualsiasi modifica alla politica richiederebbe 30 giorni per essere implementata.

La creazione del gruppo di lavoro è stata annunciata dopo che un rapporto interno del New York City Board of Correction ha rivelato la diffusa negligenza da parte dei funzionari di Rikers Island nelle ore precedenti la sua morte. Sebbene le guardie siano obbligate a controllare le persone trattenute in segregazione amministrativa ogni 15 minuti, un feroce documento di 17 pagine scritto dal vice consigliere generale Kate McMahon ha scoperto che molti agenti non erano a conoscenza di tale politica, secondo quanto riferito in attesa fino a 47 minuti tra i check-in.

Un video pubblicato da Notizie NBC pochi giorni prima che quei risultati fossero resi pubblici ha mostrato che le guardie hanno rifiutato di offrire assistenza anche se Cubilette-Polanco giaceva insensibile nella sua cella a seguito di un attacco. Alcune guardie hanno persino riso di lei.



Tre ufficiali e un capitano sono stati sospesi senza stipendio a seguito di quelle recenti rivelazioni, che hanno smentito i risultati di un precedente indagine sulla sua morte . Secondo una dichiarazione rilasciata dal procuratore distrettuale del Bronx Darcel Clark all'inizio di questo mese, gli investigatori non hanno potuto provare oltre ogni ragionevole dubbio che un individuo abbia commesso un crimine associato alla morte della signora Polanco dopo un'indagine di sei mesi.

La famiglia di Cubilette-Polanco ha sporto denuncia per omicidio colposo contro la città.