Il progetto Okra sta nutrendo i loro fratelli trans neri, un pasto alla volta

Ianne Fields Stewart ha trascorso lo scorso inverno a elaborare idee per aiutare la sua comunità durante le vacanze. Posso andare a casa ed è un privilegio', mi dice l'attrice e attivista di New York. Non tutti i miei fratelli [trans neri] riescono a trovare conforto in famiglia durante questo periodo.



Quindi, pochi giorni prima di Natale, la Stewart ha pensato che avrebbe chiesto alla sua amica, lo chef Meliq Zaddy August, di visitare le case dei transessuali neri insicuri a New York City e cucinare loro un pasto sano a costo zero. Ha portato l'idea a Nyla Sampson, la fondatrice del Black Trans Solidarity Fund, un gruppo di riparazioni che incanala risorse verso le persone trans nere, e ha chiesto se potevano sostenere le visite a domicilio di August.

Quel concetto iniziale è diventato il fulcro del Progetto Okra , che mira a nutrire le persone trans nere in difficoltà inviando chef trans neri nelle loro case per preparare un pasto culturalmente specifico. Il mercoledì prima di Natale, Stewart ha annunciato il progetto e una richiesta di donazioni sui social media; il venerdì successivo aveva già raccolto oltre $ 6.000, sufficienti per sfamare circa 66 pasti cucinati in casa a persone con problemi alimentari. La nostra aspettativa era che avremmo raccolto al massimo mille dollari, mi dice Ianne. Quello che abbiamo detto dall'inizio è: 'Penso che lo faremo' finché le ruote non cadranno'.



Da allora, il progetto Okra è cresciuto a passi da gigante, con Stewart e Sampson a guidare l'incarico come co-facilitatori. (August e altri membri del team sono passati a cose più grandi e migliori, mi dice Stewart, ma tutti i coordinatori e gli chef precedentemente coinvolti sono riconosciuti sito web del progetto .) Nei primi due mesi, l'organizzazione ha esteso la portata dei suoi servizi diretti da New York a Filadelfia e ha introdotto una miriade di altre iniziative. C'è l'International Grocery Fund, che consente a qualsiasi persona trans nera nel mondo di ricevere $ 40 per acquistare cibo dopo compilando un semplice modulo , così come l'Accademia di Okra , un seminario che insegna alle persone trans nere come cucinare. L'organizzazione ha anche ospitato una serie di eventi di salute, benessere e bellezza chiamati #ByOkra , guidato dal coordinatore della comunità del progetto Okra Nala Simone Toussaint. La guarigione arriva attraverso quegli eventi, mi dice. Tutte le persone attraverso [diverse] esperienze vissute possono incontrarsi per avere una conversazione su cosa significano per loro Blackness e transness, il tutto mentre vengono nutrite.

Contenuti Instagram



Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Okra Project si impegna a servire le persone trans nere e di genere non conformi perché loro affrontare tassi sproporzionatamente elevati di povertà, senzatetto, aggressioni sessuali e disoccupazione, rispetto alle loro controparti bianche trans, portando a una maggiore probabilità di insicurezza alimentare. Queste tariffe sono aggravate quando si tratta di Donne trans nere in particolare; Il 38% delle donne transgender nere sperimenta senzatetto e povertà estrema, rispetto al 9% delle donne nere non transgender. Quando hai queste identità multiple che sono state oppresse, non vieni nemmeno visto o ascoltato, dice Toussaint. Quello che stiamo facendo è assicurarci che [le persone transessuali nere] capiscano che contano abbastanza da avere cibo nello stomaco e avere una qualità di vita [decente].

Questi servizi e incontri di persona sono cruciali per la missione di Okra Project, poiché i fondatori comprendono come il collegamento con altri della stessa identità emarginata possa portare all'affermazione, alla felicità e alla guarigione. La Stewart spiega che all'inizio del progetto, ha preso in considerazione brevemente l'idea di organizzare un sistema di consegna del cibo, una specie di simile Pasti su ruote — ma sembrava troppo impersonale. Ci sono molte organizzazioni e sistemi governativi che dicono 'Cibo. Prendilo', mi dice Stewart, illustrando il senso di incuria punteggiando le sue sillabe con un gesto della mano. Invece, l'obiettivo del progetto Okra era aiutare le persone trans nere a sentirsi abbracciate e viste in un modo che una carta EBT non potrebbe offrire loro. Stanno guadagnando un altro membro della comunità... Vedono un'altra persona che guarda, ama e vive come loro, che entra nella loro casa e dice: 'Sei importante. Ecco un pasto per te.'



C'è un ulteriore senso di comfort e familiarità per i clienti, perché tutti i pasti serviti sono specifici della cucina diasporica africana. Abbiamo avuto chef che sono neri caraibici, dell'Africa occidentale e neri americani, nota Sampson. Il cibo che le persone riconoscono dalle proprie culture nere ascolta un luogo di casa. Quando ti manca la famiglia, un piatto di cavolo cappuccio potrebbe farti pensare a quelle persone. Anche il nome, Okra Project, fa riferimento a questa idea; Toussaint mi dice che i loro antenati dell'Africa occidentale intrufolarono la pianta di gombo sulle navi in ​​cattività intrecciandone i semi nei capelli, e la verdura è usata nelle tradizioni culinarie durante la diaspora.

Contenuti Instagram

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Il team di Okra Project si impegna a mantenere i propri eventi e servizi Black trans-specifici, anche se ciò significa respingere gli alleati non neri e cis. Vogliamo assicurarci che le persone trans nere stiano entrando in uno spazio che sia davvero solo loro, dice Sampson, sottolineando che spesso è l'unica persona cis nella stanza agli eventi dell'Okra Project. Dico: 'È fantastico che tu voglia fare volontariato, ma sarebbe ancora meglio se potessi semplicemente scrivere quell'assegno. Stewart aggiunge: Abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno per prenderci cura di chi dobbiamo prenderci cura di noi. L'unica cosa che non abbiamo sono soldi e risorse. Quindi è molto interessante vedere come le persone, nella loro ricerca di attivismo, vogliano ottenere una fetta della torta e un pezzo della nostra anima. Penso che la ragione di ciò sia che la transessualità nera è vista come un bene pubblico.

Finora, il progetto Okra è stato interamente finanziato dalle donazioni della comunità, con tutti i fondi ricevuti PayPal e il loro account Patreon . E sebbene abbiano intenzionalmente operato come organizzazione senza scopo di lucro, hanno anche deviato dalla registrazione ufficiale come organizzazione senza scopo di lucro. In realtà puoi colmare le lacune in luoghi che un'organizzazione no profit non può [finanziare], perché sono limitati, dice Toussaint, sottolineando che a volte il Black Trans Solidarity Fund va verso una serie di bisogni vitali e urgenti, che si tratti di ormoni, cauzione o fondi di trasporto per una persona trans nera. Negli ultimi due mesi, hanno sospeso i servizi diretti mentre cercano uno sponsor fiscale da un'organizzazione che la pensa allo stesso modo, il che consentirebbe una maggiore flessibilità nel modo in cui utilizzano i loro soldi.

Mentre il progetto Okra si avvicina al suo primo anniversario, il team principale ha una lunga lista di nuove iniziative che vogliono intraprendere nel loro secondo anno. Di recente, hanno assunto una barista a tempo pieno, Jamari Thomas, nella speranza di poter iniziare ad aiutare le persone che vogliono organizzare feste in casa o altri eventi notturni. E presto lanceranno due diversi tipi di eventi interreligiosi chiamati Faith By Okra: uno per un mix di persone cis e trans e un altro specificamente per le persone trans nere. A gennaio, hanno in programma di riprendere i servizi diretti a New York City, anche se sognano di spargere i loro semi in altre città degli Stati Uniti. Questa è solo la nostra continua dedizione a nutrire le persone, non solo attraverso la loro bocca ma anche attraverso la loro anima, dice Toussaint me con un sorriso radioso sul viso.