Una delle organizzazioni LGBTQ+ più vitali di Washington è il crowdfunding per una nuova casa

Casa Ruby, l'unica organizzazione bilingue con sede a Washington DC che fornisce servizi abitativi per le persone LGBTQ+, sta lottando per una nuova casa nel mezzo di una disputa con il suo padrone di casa.



Secondo una pagina di GoFundMe lanciato dal fondatore Ruby Corado durante il Trans Day of Visibility, Casa Ruby ha subito un incendio elettrico in inverno nella sua sede, 7530 Georgia Avenue, ma il proprietario dell'edificio si è finora rifiutato di effettuare le riparazioni necessarie, costringendo l'organizzazione a lasciare l'edificio in cui ha abitato per quattro anni .

Nei miei sogni più sfrenati non avrei mai pensato che saremmo stati di nuovo senzatetto, ma lo siamo, la nostra storia non è diversa da quella vissuta dalle persone LGBTQ ogni giorno ed è per questo che chiediamo il tuo aiuto! ha scritto Corado sulla pagina di GoFundMe.



Corado afferma anche che il proprietario si è rifiutato di prendere in considerazione i tentativi di Casa Ruby di acquistare l'edificio, presumibilmente aumentando il prezzo dell'edificio di $ 1 milione per squalificare l'organizzazione dall'acquisto.



In un dichiarazione alla pubblicazione LGBTQ+ il Lama di Washington , i proprietari dell'edificio, il Gruppo Menkiti, hanno dichiarato di avere avuto un rapporto produttivo e prezioso con Casa Ruby e continuiamo a essere aperti a lavorare con loro, affermando che non hanno intrapreso alcuna azione per sfrattare l'organizzazione e non hanno piani immediati fare così.

L L'attivista trans latina Ruby Corado sta guardando il consiglio comunale di DC nel 2023 Corado ha recentemente annunciato l'intenzione di dimettersi dalla carica di direttore esecutivo del suo centro LGBTQ+ di lunga data Casa Ruby. Visualizza storia

Ma secondo testata giornalistica locale DCist , a Corado è stato chiesto continuamente di consegnare le chiavi dello spazio e ha intenzione di andarsene il prima possibile. La pubblicazione riporta anche che Casa Ruby ha subito una riduzione del budget di quasi $ 100.000 come risultato dei tagli più ampi di DC alle organizzazioni non profit che servono la clientela senza fissa dimora. Inoltre, c'era un edificio separato Casa Ruby svaligiato a febbraio , quando oggetti per un valore totale di $ 1.500 sono stati rubati da un centro benessere.

Nonostante queste battute d'arresto, Corado rimane determinato a servire la comunità LGBTQ+ della città.



Gestirò Casa Ruby dai parchi, gestirò Casa Ruby dalle strade, ha detto Corado in un'intervista al Affiliato di notizie della NBC di Washington WRC-TV . Ma non voglio che i miei figli crescano in questo, perché è lì che sono andato, e li ho presi da quello, e li ho portati in un posto che ora è la loro casa. E devo trovare un posto dove poterli riportare a casa, perché non possono più vivere per strada.

Casa Ruby è stata un'istituzione DC per anni, aprendo il suo primo centro vicino alla Howard University nel 2012. Secondo il suo sito web, l'organizzazione ha quasi 50 dipendenti e servono più di 6.000 persone ogni anno. Oltre ad essere una tregua di 24 ore per le persone LGBTQ+, alcuni dei servizi offerti da Casa Ruby includono servizi sanitari preventivi, servizi abitativi, servizi di immigrazione e supporto per i sopravvissuti alla violenza interpersonale.

La mossa arriva sulla scia del recente annuncio di Corado che lo sarà dimettendosi dalla carica di direttore esecutivo di Casa Ruby nel 2022 . Sta valutando la possibilità di candidarsi per il consiglio comunale di Washington nel 2023, sperando che la posizione aumenterà la sua capacità di indirizzare risorse alle comunità trans e di genere non conformi della città.

Nel frattempo, è possibile trovare GoFundMe di Casa Ruby qui .