Il piano per gli appuntamenti post-pandemia: Vai assolutamente fino in fondo

Benvenuti su Love, Us, una rubrica per raccontare storie d'amore queer in tutto il loro splendore. (E per gloria, intendiamo tutti i grandi, bei momenti e i piccoli dettagli ultraterreni che rendono così, così divertenti, innamorarsi e innamorarsi omosessuali.) Leggi di più dalla serie qui.



Non ho fatto sesso nel 2020.

Mi dispiace, potrebbe essere stato troppo e troppo in fretta. Ricomincio da capo.



Ciao, mi chiamo Garrett. Sono un sole della Vergine, il Capricorno che sorge, la luna della Bilancia. Vivo a San Francisco e non ho scopato per niente nel 2020. Nemmeno una volta. Nemmeno una sega! Non c'era nemmeno un dito nel mio culo l'anno scorso che non fosse mio, e anche se amo le mie dita morbide ma decise e forti da angelo, dopo un po' ci si stanca del proprio lavoro .



Incolpo il mio anno perennemente non fottuto per la pandemia globale che tutti abbiamo vissuto. Forse ne hai sentito parlare? Non è fantastico! Non penso di dipingere con un cespuglio troppo ampio qui quando dico che essenzialmente ogni momento di veglia degli ultimi 403 giorni (ma chi conta?) è stato come andare in giro con un vestito fatto di piccole api che sono su fuoco e cantando anche il ritornello di Happy di Pharrell in stile screamo in loop. La facciata della normalità dietro la quale stavamo tutti operando si è praticamente frantumata per rivelare un abisso alla Cariddi che risucchiava tutte le strutture sociali, con appuntamenti, intimità e sesso che erano perdite notevoli.

Non è necessariamente che gli appuntamenti pre-pandemici (in particolare gli appuntamenti online, che è notoriamente un vero e proprio inferno infernale) fossero così meravigliosi, ma più che perderli ha messo a fuoco quanto sia profondamente necessario per togliersi di dosso. Per far uscire il proprio ya-yas, se vuoi. Sono riluttante a dire che c'è una luce alla fine del tunnel perché, ancora una volta, questo è stato davvero più come un baratro, ma poiché sempre più persone hanno iniziato a ricevere The Jab, appuntamenti, intimità e romanticismo (di persona ) stanno tornando ad essere opzioni praticabili. Si pone la domanda: come diavolo sarà adesso? Dopo un anno di appuntamenti al parco e appuntamenti virtuali e sesso Zoom, introspezione e masturbazione, stiamo davvero tornando di corsa al lavoro come al solito? Oppure, questa è una splendida finestra di opportunità per reinventare l'aspetto degli appuntamenti in un mondo post-pandemia?

'Dopo un anno di inferno letterale (l'eufemismo del secolo), l'idea di cavalcare una pandemia in una relazione con una persona, o persone, di cui sei insicuro o insoddisfatto o non soddisfatto semplicemente non è il spostare.'



Penso che quelli di noi che sono stati single per una parte significativa della pandemia, In rivista editorialista Harron Walker riflettuto al telefono di recente, ho avuto molto tempo per pensare a quali sono le nostre priorità e cosa vogliamo e cosa avremmo voluto avere durante l'ultimo anno. Mi sento come se stessi lasciando la pandemia sapendo con molta sicurezza che voglio una relazione, ha detto. Voglio qualcuno che mi dia la priorità. Voglio che qualcuno dia la priorità nella mia vita. Voglio costruirmi una vita con qualcuno.

Dopo un anno di inferno letterale (l'eufemismo del secolo), l'idea di superare una pandemia in una relazione con una o più persone di cui sei insicuro o insoddisfatto o non soddisfatto semplicemente non è la mossa . Da qualche parte intorno al terzo o quarto mese della pandemia, vicino al fondo di una bottiglia di Lambrusco e ai gomiti in profondità in un pollo arrosto, ho capito qualcosa. Mi piaccio e mi piace chi sono quando sono solo. Ad essere onesto, penso di averlo sempre fatto, ma ho ceduto alla pressione di sentirmi dire che per piacerti davvero, qualcun altro doveva piacere a me. Quindi ho tollerato la compagnia ambivalente e i secondi appuntamenti riluttanti solo per dire che li avevo. Ora che ho ammesso pubblicamente che sono una fottuta rivolta da solo, non voglio più farlo.

Nome della giustizia , una scrittrice bisessuale di New York, la pensa allo stesso modo. Dopo un periodo davvero lungo di interazione così poco significativa con altre persone, voglio stare con le persone che vogliono stare con me, ha detto. Devo essere in grado di dire quello che sto pensando. Ho bisogno che tu possa riceverlo. Voglio stare con persone che non hanno paura o esitano a dirmi che vogliono stare con me o stare con me.

Sulle app di appuntamenti e anche in alcune conversazioni umane reali, ho notato un po' più di immediatezza da parte delle persone in termini di ciò che stanno cercando, e penso che sia di moda con il punto meraviglioso di Namaste: che dopo un anno di solitudine, i costi di spendere preziose energie aggrappandosi a qualcuno a cui in realtà non tieni sono più chiare che mai. Sto cercando di lasciar andare l'abitudine di volere compagnia solo per il gusto di volere compagnia, ha continuato. Non sto cercando di uscire con qualcuno per sposarmi, ma ho comunque bisogno di una certa cura. Ho ancora bisogno di reattività o comunicazione o altro. E sono più fiducioso nel comunicarlo ora.

C'è stato un momento durante la pandemia in cui sento di vivere essenzialmente all'interno del mio telefono, ma nel tentativo di fornirmi una certa cura, il mio tempo sullo schermo è sceso dell'11% la scorsa settimana e, come tale, dopo la pandemia, ho mi piacerebbe non dover mai più interagire con un altro schermo per tutto il tempo in cui vivo. Inoltre, mi piacerebbe non scorrere mai più in nessuna direzione su nessun dispositivo cercando di ludicizzare la mia vita amorosa. Una volta che Tinder ha iniziato a dirmi che c'erano dei super utenti e che avrei dovuto provare ad aggiornare i miei Mi piace, è stata una conclusione. Il fatto che continuiamo a infastidire i nostri padroni della tecnologia e fingere di non conoscere nessun singolo amico è la prova che è necessario un cambiamento. Abbiamo tutti amici single! Basta già. Dopo la pandemia, è ora di mettere le carte in tavola, Mary. E per carte, intendo le informazioni di contatto di quella persona carina che hai incontrato qualche mese fa che è adorabile e single e che potrebbe essere solo la mia anima gemella.



'C'è ancora una possibilità per noi di reimmaginare i modi in cui ci truccamo, ci vediamo e ci riuniamo. La pandemia ci ha già fottuto abbastanza; dopo la pandemia, è ora di scopare alle nostre condizioni.'

Ho avuto un totale di, tipo, un'interazione riuscita su un'app di appuntamenti, ed è con la persona che sto attualmente vedendo (vantarsi), ma non amo quelle probabilità, tesoro! Se, come società, stiamo permettendo ai jeans larghi e alle code di balena di tornare, è tempo di tirare fuori quei telefoni cellulari e iniziare a sistemarsi a vicenda. Penso che stiamo lentamente iniziando ad allontanarci da quella fase di fingere di essere offeso quando qualcuno direbbe: Oh, ho un amico gay che penso ti piacerebbe, ma piccola, è ora di fare uno sprint. Pensi di poter conoscere qualcuno che per lo più non è terribile, e pensi che ci sia una possibilità che potremmo o meno essere in grado di tollerarci a vicenda abbastanza a lungo da condividere qualche drink e poi eventualmente sbatterci le facce (post-vax!)? Iscrivimi!

E mentre è bello essere poetici su come potrebbe essere il futuro degli appuntamenti, ci sono almeno alcune vestigia di appuntamenti pandemici (ok, forse solo uno) che potrebbe valere la pena salvare. Mi auguro che se c'è una cosa che è stata trasferita in termini di appuntamenti e solo periodo di interazione sociale, mi ha detto Walker, è meno fare affidamento su bar e ristoranti per essere il luogo del nostro appuntamento e del nostro tempo.

L Love, Us: innamorarsi (e lussuria) nelle bancarelle del bagno È facile pensare che il sesso pubblico sia una goffa novità dell'esperienza queer, ma fa ancora parte del modo in cui troviamo, creiamo e ci innamoriamo oggi. Visualizza storia

L'estate scorsa, ero un po' ubriaco in un parco, e ricordo di essermi guardato intorno e di aver pensato, aspetta, avremmo potuto farlo per tutto il tempo? Non fraintendermi, ho intenzione di proteggere la merda da ogni spazio omosessuale oscuro, sudato e appiccicoso in cui posso infilarmi una volta che mi sarà permesso di farlo di nuovo, ma wow, c'è qualcosa di meraviglioso nel conoscere qualcuno alla luce del sole. Non c'è letteralmente una sola cosa salvifica in questa pandemia, ma spero che non dimenticheremo l'esterno una volta che ci sarà permesso di tornare di nuovo dentro.

E una volta che ci sarà permesso di rientrare e potremo essere l'uno dentro l'altro dopo la vaccinazione, spero che nessuno smetta mai di baciarsi o toccarsi per il resto del tempo. Sto solo cercando di pomiciare di nuovo con le persone, mi ha detto Namaste, al che ho urlato, assolutamente! Mi manca così tanto pomiciare con le persone, ha detto, in qualsiasi contesto. Sei in un club, o sei al primo appuntamento, qualsiasi cosa. Non credo che smetteremo di baciarci, per essere chiari, ma penso che ci fosse una sorta di libertà che spero torni.

Io ho ( chiaramente ) non ha mai capito il problema che le persone hanno con il PDA. Sono un grande fan e personalmente non potrei essere più entusiasta delle vibrazioni estremamente eccitanti del dopo-jab che ci stanno arrivando. Limonare per le strade. Metti la tua lingua in così tanti posti che potresti non riuscire a ritrovarla per alcune settimane. Sii una puttana! Vivi i tuoi sogni! Tanto ci è stato rubato nell'ultimo anno. Determinare il modo più casual per passare alla persona carina con cui hai appena avuto un contatto visivo dall'altra parte della strada e trovare il coraggio di fare una mossa (consensualmente) non può essere perso nei tempi. Semplicemente non può!

Nel corso dell'ultimo anno, si è parlato molto di come abbiamo l'opportunità di rimodellare il modo in cui funziona il mondo alla luce di tutto ciò che è successo. Su come il lavoro potrebbe apparire diverso, su come dare la priorità al riposo, su come gli spazi possono diventare più accessibili e su come il progresso e lo sviluppo non devono solo essere misurati rispetto alla nostra produzione. Tuttavia, quando abbiamo iniziato a fare passi verso la riapertura, è diventato evidente che non ci stiamo muovendo verso una nuova normalità tanto quanto sembra che ci stiamo ritirando allo status quo. C'è solo così tanto che possiamo controllare su come funziona il mondo aziendale, ma siamo ancora profondamente responsabili delle nostre vite personali e interpersonali. C'è ancora una possibilità per noi di reimmaginare i modi in cui ci truccamo, ci vediamo e ci riuniamo. La pandemia ci ha già fottuto abbastanza; post-pandemia, è ora di scopare alle nostre condizioni.

Love, Us è alla ricerca di lettori che contattino le tue storie d'amore queer. Hai una lettera d'amore da condividere o una storia che vorresti raccontare? Invia una nota a loveussubmissions@gmail.com con tutti i dettagli, in 500 parole o meno, e potremmo essere in contatto.