Papa Francesco non si muoverà sul matrimonio gay: il matrimonio è matrimonio

Papa Francesco ha confermato ancora una volta la sua posizione sull'uguaglianza matrimoniale, che rimane un fermo no.



Francis è stato interrogato durante una conferenza stampa di mercoledì sulla sua posizione sulle unioni omosessuali e ha risposto che la domanda aveva già avuto risposta. Ne ho parlato chiaramente, no? ha detto nei commenti riportati dal Associated Press , aggiungendo: Il matrimonio è un sacramento. La Chiesa non ha il potere di cambiare i sacramenti. È come ha stabilito nostro Signore.

Riferendosi alle unioni civili, Francis ha affermato che le leggi che cercano di aiutare la situazione delle persone LGBTQ+ sono importanti. Ha affermato, tuttavia, che il riconoscimento legale per le coppie dello stesso sesso non dovrebbe imporre cose che per natura non funzionano nella chiesa.



Se vogliono trascorrere le loro vite insieme, una coppia omosessuale, le nazioni hanno la possibilità di sostenerli civilmente, di dar loro sicurezza per quanto riguarda l'eredità e la salute, ha detto.



A proposito delle unioni civili, Francis ha suggerito che l'ampliamento della portata di chi può ricevere i benefici per i partner potrebbe giovare a molti gruppi di persone. Confusamente, ha offerto un ipotetico esempio di tre vedove che vogliono collaborare attraverso una legge per avere assistenza sanitaria e quindi condividere l'eredità e ha affermato che puoi fare queste cose con le unioni civili in atto. Non è chiaro a quale legge si riferisca il Papa, come lo è la poligamia illegale nella stragrande maggioranza dei paesi .

Pur sostenendo che il matrimonio è matrimonio, Francis ha concluso che non sostiene la condanna degli individui a causa del loro orientamento sessuale. Ha affermato che le persone omosessuali sono i nostri fratelli e sorelle.

Nessuna di queste opinioni sorprende per un Papa che è stato ampiamente salutato come progressista pur facendo affermazioni spesso contraddittorie sull'inclusione LGBTQ+ nella chiesa. All'inizio di quest'anno, il Vaticano ha ribadito la sua posizione secondo cui i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono un peccato in una dichiarazione rilasciata come parte del suo notiziario quotidiano. L'organo direttivo della Chiesa cattolica ha aggiunto che le persone omosessuali non possono essere benedette nella fede a meno che non siano single e celibi.



Non ci sono assolutamente motivi per considerare le unioni omosessuali in alcun modo simili o anche lontanamente analoghe al piano di Dio per il matrimonio e la famiglia, si legge nella dichiarazione.

Con un tono simile ai recenti commenti di Francesco, il bollettino ha proseguito affermando che la posizione della chiesa non intende essere una forma di discriminazione ingiusta. Il Vaticano ha affermato che le sue opinioni sono inerenti alla verità del rito liturgico e della natura stessa dei sacramentali.

I recenti precedenti della Chiesa cattolica sulle questioni LGBTQ+ rimangono estremamente contrastanti, sia negli Stati Uniti che all'estero. Un rapporto di marzo affermava che la Conferenza episcopale statunitense (USCCS) si oppose a un disegno di legge del Congresso istituendo il 988 come hotline nazionale per la prevenzione del suicidio perché conteneva finanziamenti per i servizi di supporto LGBTQ+. L'USCCB si è anche opposto all'Equality Act e all'inclusione di LGBTQ+ nel Violence Against Women Act (VAWA).

In Italia, il Vaticano è stato uno dei principali oppositori di una legge storica sui crimini ispirati dall'odio che estenderebbe le protezioni sulla base dell'orientamento sessuale e dell'identità di genere. I leader cattolici affermano che la legislazione soffocherebbe le libertà religiose, secondo il BBC .

Papa Francesco arriva per condurre la sua udienza generale settimanale in Vaticano. I commenti del Papa sull'approvazione delle unioni civili sono più complicati di quanto si pensi Nei commenti che sono diventati virali all'inizio di questo mese, papa Francesco ha anche definito il matrimonio tra persone dello stesso sesso una contraddizione. Visualizza storia

Molti vedono progressi incrementali, tuttavia, nel supporto qualificato di Papa Francesco per l'uguaglianza LGBTQ+. Lo scorso ottobre, Francesco fatto notizia a livello internazionale sostenendo le unioni civili durante un'intervista registrata per il documentario Francesco , ma in realtà nel 2010 ha chiesto il riconoscimento limitato delle relazioni per le coppie dello stesso sesso. A quel tempo, il paese natale di Francis, l'Argentina, aveva legalizzato la piena uguaglianza matrimoniale.



Sebbene le unioni civili conferiscano alcuni vantaggi del matrimonio, i sostenitori affermano che è simile allo status di seconda classe. Un rapporto del 2009 di Uguaglianza del matrimonio australiano , che ha guidato con successo la campagna di matrimonio tra persone dello stesso sesso del paese, ha scoperto che le unioni civili creano molti problemi nella vita quotidiana, portano a uscite forzate e rafforzano lo stigma e la discriminazione.

Ma mentre Francesco ha esortato la Chiesa cattolica ad ammorbidire la sua retorica sulla comunità LGBTQ+, è stato criticato per alcune delle sue opinioni estreme. Il Papa ha accusato persone transgender di lanciare una guerra mondiale contro il matrimonio e di paragonare la teoria del genere a una forma di colonizzazione ideologica. Ha anche paragonato accettare e affermare identità trans sia a un omicidio di massa che a un olocausto nucleare.