I commenti del Papa sull'approvazione delle unioni civili sono più complicati di quanto si pensi

Un quadro più completo dei commenti di papa Francesco sulle unioni tra persone dello stesso sesso è venuto alla luce a seguito di notizie diffuse che si era espresso a favore delle unioni civili.



In un rapporto del 21 ottobre precedentemente citato da loro. , il Associated Press ha affermato l'83enne pontefice ha approvato per la prima volta il riconoscimento della relazione per le coppie LGBTQ+ in un'intervista inclusa nel documentario Francesco , presentato in anteprima al Festival del Cinema di Roma. Si dice che Francis abbia detto ai realizzatori che le persone LGBTQ+ hanno il diritto di essere in una famiglia.

Sono figli di Dio, disse. Non puoi cacciare qualcuno da una famiglia, né rendere la sua vita miserabile per questo. Quello che dobbiamo avere è una legge sull'unione civile; in questo modo sono legalmente coperti.



Sebbene quei commenti siano stati ampiamente accolti come un importante cambiamento per una religione che conta 1,3 milioni di seguaci in tutto il mondo, i commenti sono stati in realtà estratti da un'intervista del 2019 condotta con l'emittente di notizie spagnola Televisa. Come il C Servizio di notizie atolico le note, le virgolette sono stati tagliati nella sua messa in onda iniziale .



In quella chiacchierata, il Papa ha in realtà ribadito il suo sostegno precedentemente espresso alle unioni civili, che risale ai suoi giorni da cardinale in Argentina. Quando il paese ha legalizzato il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2010, Francesco si è detto favorevole alle unioni civili, come la pubblicazione dei gesuiti America rivista precedentemente segnalato . Sebbene le unioni civili siano considerate un passo importante verso il pieno riconoscimento legale per le coppie dello stesso sesso, spesso conferiscono vantaggi parziali.

Il Papa ha ribadito tale sostegno nel 2014 e nel 2017, ma America osserva che nessuna delle due affermazioni era esplicita come le osservazioni catturate nel nuovo documentario. Nel frattempo, il Vaticano ha tentato di redigere efficacemente i suoi commenti dicendo che non equivalevano a un avallo delle unioni civili.

E in quella che potrebbe essere una notizia sgradita per le persone LGBTQ+ che hanno celebrato le affermazioni del leader religioso, l'intervista ha effettivamente visto Francesco riaffermare la sua opposizione all'uguaglianza matrimoniale.



È una contraddizione parlare di matrimonio omosessuale, disse all'epoca.

Ma mentre i rapporti successivi hanno rivelato che i commenti del Papa sono più complicati di quanto inizialmente percepito, si sono comunque rivelati di enorme impatto. Dopo che le osservazioni hanno ricevuto l'attenzione mondiale, anche l'arcivescovo di Dublino Diarmuid Martin si è espresso a favore delle unioni civili e ha affermato che il momento invia un messaggio molto forte alla comunità nella chiesa cattolica romana che il nostro atteggiamento deve cambiare.

In un'intervista di giovedì con RTÉ Radio 1, Martin ha anche riconosciuto che la dottrina della Chiesa cattolica , che insegna che l'omosessualità è un peccato, aveva reso miserabile la vita delle persone LGBT.

L'approvazione ufficiale delle unioni civili, anche misurata e imperfetta, potrebbe anche aprire la strada al riconoscimento delle relazioni LGBTQ+ in Venezuela. Dopo che è stata inizialmente diffusa la notizia del documentario, il presidente del Venezuela Nicolas Maduro ha invitato il suo legislatore nazionale ad affrontare la questione nel prossimo mandato.