Ricerca sulla sessualità - marzo 2018

fonte - Patrice Sentino, Phyllis L. Thompson, William R. Nugent e Derrick Freeman



I risultati - Un sondaggio su 476 ragazze e donne di età compresa tra 12 e 21 anni ha esaminato le loro relazioni con i loro padri. La maggior parte degli intervistati è d'accordo o fortemente d'accordo sul fatto di avere una buona comunicazione con i loro padri. Lo studio ha supportato studi precedenti che mostravano che le ragazze con forti relazioni con i loro padri hanno meno probabilità di impegnarsi in comportamenti sessuali rischiosi. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che le ragazze avrebbero potuto ridurre il loro numero di partner sessuali con l'aumentare dei livelli di comunicazione con il padre.

Le giovani donne che avevano relazioni più strette con i loro padri avevano anche maggiori probabilità di discutere le decisioni sul sesso e le relazioni con i loro padri, il che può aiutare a mitigare le decisioni rischiose.



2. Il porno può ridurre la soddisfazione di una donna per la sua relazione

fonte -Megan K. Maas, Sara A. Vasilenko e Brian J. Willoughby



I risultati - I ricercatori hanno esaminato se l'uso della pornografia influisce sulla soddisfazione delle relazioni. Hanno scoperto che la soddisfazione della relazione diminuiva nelle donne i cui partner vedevano il porno se quelle donne non approvavano il porno. Tuttavia, le donne che hanno approvato il porno e addirittura lo hanno guardato da sole non hanno sperimentato una diminuzione della soddisfazione relazionale. Anche gli uomini che hanno smentito l'uso del porno hanno avuto meno soddisfazione nelle loro relazioni, ma la differenza era maggiore per le donne.

3. La maternità dà alle donne un senso completo della femminilità

fonte -Polychronis Voultsos, Christina-Erato Zymvragou, Nikolaos Raikos e Chaido Chara Spiliopoulou

Risultati -I ricercatori hanno intervistato 59 donne greche e hanno scoperto che 35 di quelle donne avevano il desiderio di essere una madre. Di queste 35 donne, 30 hanno riferito che avere un figlio avrebbe completato il loro senso di femminilità.

Il sondaggio ha continuato a esaminare i metodi di riproduzione preferiti dalle donne, il 54% degli intervistati sarebbe stato aperto a qualsiasi metodo, sette erano aperti all'adozione e 17 preferivano non usare la maternità surrogata.

4. Le lavoratrici del sesso preferiscono essere bisessuali o gay

Fonte -Susan G. Sherman, Marisa Hast, Ju Nyeong Park, Michele R. Decker, Colin Flynn e Danielle German

Alla ricerca -Un gruppo di ricercatori ha esaminato la vita sessuale di 253 donne di Baltimora, scoprendo che il 29% delle donne aveva scambiato sesso per denaro o droghe. Le donne che scambiavano sesso erano più probabili di quelle che non scambiavano sesso per essere bisessuali o omosessuali (30% contro 20%). Il 15% delle prostitute ha sempre usato il preservativo con i partner rispetto al 12% delle donne che non scambiavano sesso per beni o denaro. Queste donne avevano maggiori probabilità di avere l'HIV o l'epatite C.

Non tutti i risultati sono stati sorprendenti. Le donne che si scambiavano sesso avevano anche maggiori probabilità di essere state arrestate nell'ultimo anno, disoccupate, disoccupate e incapaci di trovare lavoro. Il 43% di queste donne ha avuto più di cinque partner sessuali nell'ultimo anno, mentre solo il 2,3% delle donne che non erano prostitute aveva più di 5 partner sessuali nell'ultimo anno.

5. Declino nei disturbi alimentari giovanili nelle giovani donne eterosessuali, ma non nelle controparti bi

fonte -Ryan J. Watson, Nicole A. VanKim, Hilary A. Rose, Carolyn M. Porta, Jacqueline Gahagan e Marla E. Eisenberg

scoperta - I ricercatori hanno esaminato i tassi di disturbi alimentari tra il 1998 e il 2010 sia nei giovani uomini che nelle donne. Hanno cercato differenze nei rispondenti in base all'orientamento sessuale. Il digiuno era il metodo più comune per perdere peso e significativamente più comune nella femmina che nella giovinezza maschile. Oltre la metà di ogni gruppo di giovani donne (etero, gay e bi) ha provato a digiunare o saltare i pasti in almeno uno dei sondaggi (1998, 2004 e 2010).

Il sondaggio ha rivelato che i disturbi alimentari di vari tipi (digiuno, assunzione di pillole e spurgo) sono diminuiti per la gioventù femminile con partner sessuali maschili e per la maggior parte della giovinezza maschile. Tuttavia, il numero di giovani donne che sono attratte dalle donne che digiunano come metodo di perdita di peso è effettivamente aumentato dal 28,3% al 30,4% tra il 1998 e il 2010. Analogamente, il 9% dei giovani maschi gay è stato eliminato nel 2010, con un aumento dal 6,1% nel 1998 Nel complesso, il numero di giovani uomini che hanno provato a eliminare o hanno usato pillole dimagranti si è ridotto dal 2010.

Nonostante un generale declino di questi comportamenti, i giovani bisessuali e gay erano i più propensi ad esibire i comportamenti nel 2010 con poche eccezioni (le donne eterosessuali avevano maggiori probabilità di usare pillole dimagranti nel 2010 e velocemente nel 1998). Qualcuno con un orientamento dello stesso sesso ha circa cinque volte più probabilità di eliminare la perdita di peso.

Rispondi al quiz: do buoni (o cattivi) pompini?

Fai clic qui per rispondere subito al nostro rapido (e incredibilmente preciso) 'Blow Job Skills' e scoprire se gli piacciono davvero i tuoi pompini ...

6. Le madri sottolineano la prevenzione della gravidanza nel sesso; I padri sono assenti

fonte - Nakia Lee-Foon, Clemon George, Jacqueline Gahagan, Josephine Etowa e Robert Weaver

Risultati - Le interviste con canadesi nero-africani e nero-caraibici hanno riscontrato differenze nel modo in cui i genitori trattavano l'educazione sessuale. Entrambe le madri africane e caraibiche hanno sottolineato la prevenzione della gravidanza per la figlia, mentre i padri di entrambi i gruppi avevano meno probabilità di essere coinvolti nell'educazione sessuale dei loro figli, in particolare con le figlie. Quando furono coinvolti i padri, tentarono di dissuadere le figlie dalla datazione (nero-africana) e incoraggiarono comportamenti sessuali rischiosi da parte dei loro figli (nero-caraibico). Altre famiglie dei Caraibi neri erano guidate da donne single e queste donne probabilmente avrebbero avvertito i loro figli di essere 'intrappolati' dalla gravidanza.

Tuttavia, c'erano differenze nel modo in cui ciascun gruppo culturale gestiva l'educazione sessuale. Gli intervistati dei Caraibi neri avevano maggiori probabilità di concentrarsi sugli aspetti negativi dell'attività sessuale. I neri-africani avevano maggiori probabilità di enfatizzare l'astinenza fino al matrimonio, al punto da credere che le loro figlie non avrebbero mai fatto sesso prima del matrimonio e sottolineavano la vergogna che l'attività sessuale precoce potesse portare su una persona e la sua famiglia.

7. Latinx LGBTQ + Youth usa Internet per informazioni e supporto, combatte in modo proattivo il pregiudizio

fonte - Rachel M. Schmitz, Julissa Sanchez e Bianca Lopez

Risultati -Uno studio condotto su 41 giovani e giovani adulti di LatinX li ha trovati intelligenti, articolati e propositivi sulle pratiche sessuali sane e sulla lotta allo stigma, soprattutto grazie a Internet.

Come altri giovani LGBTQ +, le minoranze sessuali di LatinX probabilmente usano Internet per ricercare problemi di salute specificamente per i membri della comunità LGBTQ +. Alcune persone hanno anche riferito di cercare supporto dalle comunità online, spesso nel tentativo di rafforzare la loro salute mentale e sentirsi potenziate. I membri di questa comunità combattono anche i pregiudizi contro i membri della comunità LGBTQ + e, a volte, anche all'interno della comunità.

Gli intervistati hanno menzionato la doppia minoranza, sia persone di colore che LGBTQ +.

8. Ai ragazzi piace mostrare comportamenti sessuali compulsivi, alle ragazze è più probabile che siano psicopatologici

fonte -Yaniv Efrati

Alla ricerca - Questo studio ha contribuito a definire il comportamento sessuale compulsivo e la psicopatologia come collegati da disturbi separati. Religiosità, temperamento e stile di attaccamento erano altri tre fattori che contribuiscono al comportamento sessuale compulsivo o alla psicopatologia, con il genere che sputa la differenza tra le due condizioni. Uno studio su ragazzi e ragazze adolescenti ha scoperto che i ragazzi avevano un comportamento sessuale compulsivo più elevato rispetto alle ragazze, che avevano maggiori probabilità di avere punteggi psicopatologici più elevati.

9. Il 46% degli utenti di Tinder non incontra mai una persona faccia a faccia

fonte - Elisabeth Timmermans e Cédric Courtois

I risultati -I ricercatori hanno esaminato se gli utenti di Tinder si sono incontrati con altri utenti e, in tal caso, cosa è successo (solo incontri, sesso, una relazione è iniziata, si sono impegnati in attività sessuali casuali prolungate). I ricercatori hanno scoperto che quasi la metà degli utenti non aveva mai incontrato un altro utente offline. Il 54,5% di coloro che si sono incontrati, ha avuto un incontro che non ha coinvolto il sesso. Quasi il 90% degli utenti di Tinder non ha mai avuto una pausa di una notte da Tinder con un numero leggermente inferiore di persone che non hanno mai iniziato una relazione sessuale occasionale da Tinder. Anche se, più persone hanno fatto sesso occasionale con un altro partner di Tinder di quanto non abbiano iniziato una relazione con uno.

Lo studio ha anche scoperto che le donne su Tinder avevano 1,34 volte più probabilità di avere partite rispetto agli uomini. Gli scienziati si aspettavano che il numero di colpi fosse correlato alle partite, ma non era così. È più probabile che l'altro partner inizi la conversazione con una donna (34% in più). Gli utenti con motivazioni sessuali avevano maggiori probabilità di iniziare conversazioni rispetto a quelli con motivazioni relazionali. Le vergini con motivi sessuali avevano meno probabilità di iniziare conversazioni rispetto alle non vergini con motivi sessuali.

È probabile che gli utenti più giovani abbiano più partite. Più corrispondenze sono state correlate con un aumento degli altri che ha stimolato la conversazione.

10. Uomini millenari meno propensi a trarre vantaggio dai partner ubriachi rispetto alle generazioni precedenti; Le donne millenarie perseguono il sesso in modo più aggressivo

fonte - George L. Smeaton, Cindy Struckman-Johnson, Jennifer L. Fagen, Richard Bohn e Peter B. Anderson

I risultati - Un sondaggio che ha esaminato il modo in cui uomini e donne di diverse generazioni hanno cercato di convincere o forzare i partner a impegnarsi nel sesso dopo che tali partner erano già diminuiti. I due gruppi includevano Baby Boomers e Millenials. Lo studio ha chiesto a 499 persone se questo avesse usato metodi specifici di forza o coercizione almeno una volta.

Il tentativo di suscitare il partner è stata la risposta più comune in generale e gli uomini di entrambe le generazioni hanno avuto maggiori probabilità di usare questa tattica rispetto alle donne. Tuttavia, le donne millenarie avevano maggiori probabilità (37% rispetto al 17%) di tentare di suscitare partner.

Dei metodi di eccitazione, baciare e toccare per aumentare l'eccitazione era il più popolare tra gli uomini di entrambe le generazioni, ma le donne più anziane avevano maggiori probabilità di provare a rimuovere gli abiti del loro partner mentre le donne più giovani avevano più probabilità di provare a eccitarli rimuovendo i propri abiti .

La coercizione emotiva era il secondo tipo di eccitazione più comune con oltre il 46% dei menu più vecchi che riportavano ripetutamente il metodo principale. Questo è diminuito al solo 39% degli uomini millenari. Le donne di entrambe le fasce di età avevano molte meno probabilità di impegnarsi in una coercizione emotiva, ma le donne millenarie lo fecero più delle loro controparti più anziane per tutti i tipi di coercizione. In particolare, le donne più giovani avevano maggiori probabilità di chiedere ripetutamente rapporti sessuali o di usare strategie alternative, come dire ai loro partner di amarli.

Mentre il 20% degli uomini più anziani stava bene approfittando di una persona intossicata, questo è sceso al 15% per gli uomini del millennio. Allo stesso modo, il 15% degli uomini più anziani aveva fornito droghe o alcol ai partner sessuali, mentre il 9% dei millennial. Simile alla coercizione emotiva, le donne millenarie avevano leggermente più probabilità di usare queste tattiche rispetto alle donne Baby Boomer / Gen X.

Infine, i ricercatori hanno esaminato i metodi fisici. Gli uomini di Gen X / Boomer avevano maggiori probabilità di usare la forza su tutta la linea rispetto agli intervistati maschi più giovani, con il metodo più comune che era la moderazione fisica. Le donne millenarie avevano maggiori probabilità di danneggiare fisicamente, minacciare con un'arma, usare moderazione o impedire a un partner di lasciare una stanza per fare sesso.

I ricercatori hanno notato che mentre negli ultimi millenni si sono verificati atti sessuali aggressivi, è più probabile che questi atti si siano verificati in un lontano passato per Boomers / Gen X, che potrebbero aver influito sul richiamo degli intervistati più anziani.

11. Le donne bi e gay hanno sperimentato tassi più elevati di vittimizzazione sessuale

fonte -Milka Ramirez e Jin Kim

I risultati - Lo studio ha scoperto che mentre una percentuale significativamente più piccola di donne eterosessuali (14%) era mai stata una vittima sessuale, maggiore era circa il 30% delle donne bisessuali e lesbiche. Allo stesso modo, gli uomini bi e gay avevano maggiori probabilità di essere vittime rispetto alle loro controparti diritte, ma gli uomini avevano meno probabilità di essere vittime in generale. Ad esempio, le donne bianche avevano 3,6 volte più probabilità di essere vittime rispetto agli uomini bianchi. I bisessuali avevano maggiori probabilità di essere vittime rispetto ai soggetti eterosessuali.

12. Le vittime della tratta di sesso che potrebbero subire abusi in precedenza, dopo aver avuto PTSD

fonte - E.K. Hopper & L.D. Gonzalez

Alla ricerca -La ricerca sulle vittime della tratta di sesso ha rilevato che il 33% di loro era stato maltrattato fisicamente e il 25% aveva subito abusi sessuali prima di essere trafficato. Era più probabile che fossero sopravvissuti agli abusi infantili rispetto alle vittime della tratta di lavoro.

Il 71% dei sopravvissuti ha sofferto di depressione, in modo simile al numero di sopravvissuti al traffico di lavoro che hanno subito lo stesso. Il 61% degli intervistati era candidato per una diagnosi di PTSD. La maggior parte dei soggetti presentava sintomi di PTSD complesso e il 66% dei sopravvissuti presentava sintomi multipli di CPTSD. Rispetto ai sopravvissuti alla tratta di lavoro, i sopravvissuti alla tratta di sesso hanno maggiori probabilità di sperimentare la CPTSD.

13. Le prostitute di fascia alta hanno più che interazioni sessuali

fonte - Eileen Yuk-Ha Tsang

I risultati - Uno studio condotto sulle prostitute cinesi ha esaminato le differenze nelle interazioni cliente-lavoratore tra prostitute di fascia alta e di fascia bassa. Il ricercatore ha scoperto che le prostitute di fascia alta avevano sentimenti più intimi per i loro clienti, molti dei quali erano clienti a lungo termine. Queste donne si sono concentrate sulla ricerca e sull'instaurazione di relazioni con i clienti desiderati.

Le prostitute di fascia bassa che lavoravano dalle strade si concentravano sulle interazioni sesso per denaro con clienti della classe operaia o stranieri.

14. Educatori sessuali Spesso sessualizzati

fonte - Mark A. Levand e Sasha N. Canan

Risultati - Un sondaggio di educatori del sesso che frequentano gli Educatori della sessualità alla Conferenza nazionale sul sesso del 2016 rivela che la loro professione li ha fatti sentire sessualizzati da studenti / clienti, familiari e amici (che spesso hanno svalutato la professione), partner (che presumono che gli educatori del sesso debbano essere bravi a letto o con esperienza) e persino colleghi dall'interno e senza il campo. Le educatrici sessuali hanno tentato di stabilire i limiti il ​​più presto possibile e hanno persino evitato di rivelare il loro lavoro per prevenire il verificarsi della sessualizzazione. Avere un collega da sfogare anche per le frustrazioni alleviate.

15. Bisessuali olandesi si sentono invisibili

fonte - Emiel Maliepaard

I risultati - I ricercatori hanno esaminato le esperienze degli olandesi identificati come bisessuali. I risultati dello studio hanno scoperto che i bisessuali hanno avuto difficoltà a parlare o addirittura a diventare bisessuali, il che spesso ha impedito loro di farlo. In quanto tale, i bisessuali fanno fatica a esprimere appieno la propria identità.

16. Sexting è sia liberatorio che oggettivante

fonte - Mario Liong e Grand H.-L. Cheng

Risultati -Gli investigatori volevano determinare se il sexting e l'invio di foto di nudo fossero liberatori o oggettivanti. Hanno condotto un sondaggio su 361 studenti universitari di Hong Kong. I risultati hanno mostrato che il sexting era sia liberatorio che oggettivante. Gli intervistati sono stati liberati attraverso un maggiore comfort con la nudità, ma oggettivati ​​attraverso un maggiore controllo che porta alla vergogna del corpo.

17. L'aggiunta di farmaci può migliorare il funzionamento sessuale nelle donne con ipotiroidismo

fonte - Robert Krysiak, Witold Szkróbka e Bogusław Okopień

I risultati - Uno studio ha esaminato un gruppo di donne con ipotiroidismo. 20 sono state somministrate levotiroxina, un trattamento tradizionale per la condizione, mentre 19 hanno ricevuto il trattamento sia della levotiroxina che della liotironina. Le donne del secondo gruppo hanno manifestato aumenti di eccitazione e desiderio e una diminuzione della depressione. Questa combinazione di farmaci potrebbe essere utile per il trattamento degli effetti collaterali sessuali.

18. Il tessuto intestinale può ricostruire il canale vaginale

fonte - Ömer Özkan, Özlenen Özkan, Anı Çinpolat, Nasuh Utku Doğan, Gamze Bektaş, Kemal Indir, Alihan Gürkan, Cumhur Arıcı e Selen Doğan

I risultati - Studio su 43 pazienti sottoposti a ricostruzione vaginale utilizzando tessuti del colon rettosigmoide. Nove pazienti erano transessuali mentre gli altri soffrivano di organi riproduttivi sottosviluppati a causa della sindrome di Mayer-Rokitansky-Küster-Hauser. I pazienti erano tutti contenti dell'aspetto dell'intervento e 42 pazienti erano soddisfatti delle prestazioni sessuali.

19. Molte persone gay preferiscono i partner di Cisgender; Le persone eterosessuali hanno atteggiamenti sorprendentemente positivi verso le donne transessuali

fonte - Tiffani 'Tie' S. Wang-Jones, Alexander O. Hauson, Bernardo M. Ferdman, Kate Hattrup e Rodney L. Lowman

I risultati - I ricercatori hanno esaminato gli atteggiamenti espliciti e impliciti di transmen e transwomen nei confronti di persone monosex (sia gay che eterosessuali) o non monosexual (bisessuali, pansessuali, ecc.). Sebbene i gay non abbiano espresso una preferenza, spesso hanno mostrato una preferenza per gli uomini cisgender (non trans). I ricercatori hanno posto una preferenza 'automatica'.

Gay e non monosexual hanno affermato atteggiamenti più positivi nei confronti delle donne transessuali rispetto alle persone eterosessuali. Tuttavia, le persone eterosessuali hanno mostrato una propensione più positiva nei confronti delle donne transessuali rispetto ai transmen, forse a causa del numero maggiore di donne che appaiono nei media.

20. I gay realizzano l'orientamento sessuale prima delle donne gay, bisessuali

fonte - Adelia de Miguel, Rosario Josefa Marrero, Ascensión Fumero, Monica Carballeria e Carlos Nuez

I risultati - Questo studio ha sostenuto le precedenti scoperte secondo cui gli uomini gay diventano consapevoli della loro sessualità prima delle donne e dei bisessuali gay. Le persone bisessuali impiegano più tempo a fare i conti con la propria sessualità. Le donne lesbiche e bisessuali possono affrontare stereotipi aggiuntivi come minoranze sessuali e di genere. In confronto, le donne eterosessuali hanno mostrato uno scopo maggiore nella vita rispetto alle donne eterosessuali.

Gli uomini bisessuali hanno sperimentato meno padronanza ambientale rispetto agli uomini gay e gli uomini gay che erano usciti hanno riferito una maggiore padronanza ambientale rispetto a quelli che non lo avevano fatto.

21. La terapia con onde d'urto può migliorare la disfunzione erettile fino a sei mesi

fonte - Gruppo di salute maschile per giovani urologi accademici, Fode M, Hatzichristodoulou G, Serefoglu EC, Verze P, Albersen M.

I risultati - Gli investigatori hanno esaminato la sicurezza e l'efficacia della terapia a onde d'urto a bassa intensità (LiST) per la disfunzione erettile per la creazione di linee guida per l'uso di LiST. I soggetti sono stati sottoposti a 6 o 12 sessioni di trattamento. I ricercatori hanno scoperto che entrambi i gruppi erano efficaci e sicuri senza bisogno di una pausa tra le sessioni del gruppo di sessione superiore. Inoltre, il miglioramento dovuto alla terapia è continuato fino all'appuntamento di follow-up di 6 mesi.

In una seconda frase, le sessioni sono state aumentate a 18 e sono risultate sicure e hanno un'efficacia ancora maggiore rispetto alla terapia che si è verificata in meno sessioni. I ricercatori hanno proposto di proseguire le ricerche per elaborare linee guida per la LisT, incluso l'aumento del numero di sessioni a settimana.

22. Immagini positive del corpo equivalgono a più orgasmi ma l'opposto non è vero

fonte -Inês M. Tavares, MSc, Ellen T. M. Laan, Ph.D. e Pedro J. Nobre, PhD

scoperta - Studia i fattori che inibiscono l'orgasmo di una donna. Gli scienziati hanno specificamente voluto dettagliare il ruolo della personalità di una donna, ma hanno scoperto che, a parte l'estroversione, la personalità non ha avuto un ruolo significativo nella frequenza dell'orgasmo. L'estraversione è diventata meno significativa quando sono stati controllati altri fattori.

I ricercatori hanno scoperto che le donne che avevano preoccupazioni per le prestazioni e il fallimento avevano meno probabilità di raggiungere l'orgasmo, così come quelle che si preoccupavano di essere coinvolti nell'atto e di contrarre una STI. Tuttavia, non hanno trovato alcuna correlazione tra la facilità di eccitazione e la frequenza dell'orgasmo.

Infine, i ricercatori hanno studiato l'immagine corporea delle donne che hanno sperimentato angoscia per mancanza di orgasmo negli ultimi sei mesi. Più della metà di queste donne aveva un'immagine corporea buona o grande, il che suggerisce che l'immagine corporea è meno correlata alla soddisfazione sessuale di quanto si credesse, in particolare l'immagine corporea negativa.

23. L'uso del porno non è centrale nell'ipersessualità

fonte - Werner M, Stulhofer A, Waldorp L, Jurin T

I risultati - I ricercatori hanno applicato un approccio analitico di rete ai sintomi riscontrati da uomini e donne ipersessuali. C'era poca differenza nelle reti tra i sessi. Al centro della rete c'erano sentimenti e angoscia negativi e l'incapacità di controllare i sentimenti sessuali. L'uso pornografico è rimasto all'esterno della rete per uomini e donne.

24. La flibanserina aumenta la funzione sessuale nelle donne

fonte - Simon JA, Derogatis L, Portman D, Brown L, Yuan, Kissling R

I risultati -Uno studio su 595 donne (346 in premenopausa e 249 in postmenopausa) che hanno assunto il farmaco flibanserina per il trattamento dell'iposessualità. I risultati indicano che il farmaco è efficace nel migliorare la funzione sessuale e nel ridurre l'angoscia, rendendo questo farmaco un'opzione per le donne iposessuali. La maggior parte delle donne ha manifestato solo effetti collaterali lievi o moderati come insonnia, sonnolenza, vertigini e nausea.

Guarda questo: video tutorial di Blow Job

Contiene una serie di tecniche sessuali orali che daranno al tuo uomo orgasmi che scuotono tutto il corpo. Se sei interessato a imparare queste tecniche per mantenere il tuo uomo dipendente e profondamente dedicato a te, oltre a divertirti molto di più in camera da letto, allora potresti voler dare un'occhiata al video. Puoi guardarlo cliccando qui.



| DE | AR | BG | CS | DA | EL | ES | ET | FI | FR | HI | HR | HU | ID | IT | IW | JA | KO | LT | LV | MS | NL | NO | PL | PT | RO | RU | SK | SL | SR | SV | TH | TR | UK | VI |