Sei donne trans nere sono state trovate morte in nove giorni

Mentre il mese del Pride LGBTQ+ volgeva al termine, sei donne trans nere sono state trovate morte in un brutale periodo di nove giorni. Tra il 25 giugno e il 3 luglio, i corpi di Brayla Stone , Grazie Mack , Shakie Peters , Draia McCarty , Sala Tatiana , e Bre nero furono tutti scoperti. Ciascuna delle vittime aveva un'età compresa tra i 17 ei 32 anni al momento della morte, anche se l'età di McCarty non è ancora stata riportata dai media.



In totale, almeno 22 donne trans, la stragrande maggioranza delle quali erano nere, sono morte a causa delle violenze nel 2020.

Se questo ritmo rapido continua per tutto l'anno, il 2020 stabilirà un record di violenza contro la comunità transgender. Almeno 27 persone trans e di genere non conforme sono stati uccisi in tutto il 2019 , secondo la Campagna per i diritti umani. Quando fu trovata l'ultima di queste donne, eravamo solo a tre giorni dall'inizio della seconda metà dell'anno.



Gli ultimi omicidi segnalati sono quelli di Shakiie Peters, Draya McCarty e Bree Black. Poco rimane noto del passaggio di Tatiana Hall , una 22enne residente a Irvington, nel New Jersey, dopo che le notizie sulla sua morte il 29 giugno hanno iniziato a circolare sui social media la scorsa settimana.



I corpi di McCarty e Peters, entrambi della Louisiana, sono stati identificati nella zona di Baton Rouge . Peters, che è stata trovata sul ciglio di una strada il 1° luglio, è stata sia soprannominata che di sesso sbagliato dalle forze dell'ordine locali in un comunicato stampa che annunciava la sua morte. Louisiana Trans Advocates, un gruppo comunitario con sede a Baton Rouge, ha anche attirato l'attenzione del pubblico sulla morte di un'altra donna trans nera, Draya McCarty, l'ultimo giorno del mese del Pride.

Nonostante la morte di McCarty deve ancora essere considerato un omicidio dalla polizia, Louisiana Trans Advocates afferma l'ufficio dello sceriffo della parrocchia di Sant'Elena - lo stesso dipartimento che indaga sulla morte di Peters - non ha fornito informazioni adeguate sul suo caso al pubblico, né alla famiglia di McCarty.

I leader di Amite e Louisiana devono parlare contro queste uccisioni, contro la continua e sistematica svalutazione delle persone trans che pervade i nostri media e la nostra politica, e contro il razzismo istituzionale che pone quasi tutto questo onere sulle donne trans di colore, hanno affermato i Louisiana Trans Advocates in una dichiarazione. Mentre piangiamo la perdita di Shakiie e Draya, dobbiamo raddoppiare i nostri sforzi per garantire che tutte le persone trans in tutto lo stato abbiano accesso alla sicurezza.



Due giorni dopo che Peters è stato trovato morto, Bree Black fu colpito e ucciso fuori dal suo appartamento a Pompano Beach, in Florida, il 3 luglio. Media locali inizialmente identificato erroneamente Black , mentre l'ufficio dello sceriffo locale l'ha costantemente soprannominata, citando la preferenza della sua famiglia usare il nome che le è stato dato alla nascita. All'indomani della morte di Black, gli avvocati locali organizzato una veglia e una protesta davanti al municipio di Pompano Beach per piangere la sua scomparsa e anche portare maggiore consapevolezza sull'epidemia di omicidi trans.

Secondo HRC, la Florida è legata al Texas come stato con il maggior numero di atti mortali di violenza trans . Ci sono stati 16 morti in ogni stato tra gli anni 2013 e 2019. Quest'anno, Tony McDade, un uomo trans nero, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco dalla polizia a Tallahassee. A più di un mese dalla sua uccisione, il dipartimento di polizia di Tallahassee continua a nascondere il nome dell'ufficiale che ha sparato a McDade.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter



Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Queste tragiche morti seguono quelle di Rem'mie Fells e Riah Milton, che sono state uccise ciascuna entro 24 ore l'una dall'altra a giugno. Erano due delle quattro donne trans uccise durante il Pride Month, insieme a Brayla Stone, un'adolescente trans nera di 17 anni, e Grazie Mack , ucciso a colpi di arma da fuoco a Dallas pochi giorni dopo. Muhlaysia Booker e Lindsey ha tenuto furono assassinati a Dallas un anno prima, e altri due, Nino Acox Jackson e Karla Patricia Flores-Pavon , sono stati trovati morti nella terza città più grande del Texas dal 2016.

Oltre a queste morti, una seconda adolescente trans, Christian Rousse — che si è appena diplomato al liceo — è stato brutalmente picchiato nel suo appartamento in California. Rouse, un uomo trans nero, ha trascorso un mese con un ventilatore e non è in grado di parlare a causa delle cicatrici. Ora ha bisogno di un intervento chirurgico per riparare il danno.

Le persone trans e non conformi di genere stanno affrontando una crisi, che si intensifica per le donne trans di colore e in particolare per le donne trans nere. Delle morti transessuali registrate ufficialmente nel 2018, il 65% ha avuto luogo nel sud e l'82% era di donne di colore, secondo un rapporto HRC . Circa il 74 per cento delle vittime inizialmente sono stati mal interpretati dalla polizia e dai media locali .

Il Transgender Law Center, un gruppo di difesa con sede a San Francisco, ha commemorato le vite perse quest'anno e ha chiesto la fine dell'epidemia.

I nostri cuori stanno soffrendo, ha detto l'organizzazione in una nota. Sei esseri umani che avevano altro da dire, da vivere, da sperimentare. Sei persone con le proprie famiglie individuali, persone che chiamavano amici e amanti. Sei persone che potrebbero aver pensato a cosa avrebbero fatto domani, se solo il domani non fosse stato loro tolto.