TikTok ammette di aver soppresso la portata di creatori queer, grassi e disabili

Tic toc , la popolarissima piattaforma video con oltre 1 miliardo di download da utenti in tutto il mondo , ha ammesso di aver limitato la portata di utenti disabili, omosessuali e grassi perché l'azienda credeva che fossero vulnerabili al cyberbullismo, sito di notizie tedesco politica di rete rapporti. Secondo i documenti ottenuti da Netzpolitik, queste polizze sono state effettuate dalla società fino a settembre 2019.



Secondo Netzpolitik, la società di social media ha incaricato i moderatori di trovare utenti suscettibili di molestie o cyberbullismo in base alle loro condizioni fisiche o mentali. Questi creatori sarebbero quindi contrassegnati con una designazione di rischio 4, il che significa che i loro video sarebbero disponibili per la visualizzazione solo nel paese in cui sono stati caricati. I documenti aziendali ottenuti da Netzpolitik spiegano il ragionamento di TikTok per il divieto, sottolineando il fatto che è stato dimostrato che il bullismo causa grave disagio emotivo e fisico, soprattutto nei minori.

TikTok ha anche tenuto un elenco separato di utenti speciali considerati particolarmente vulnerabili. Netzpolitik ha scoperto che molti dei creatori di questa lista, hanno realizzato video con gli hashtag #fatwoman o #disabled, o avevano bandiere arcobaleno e altri indicatori LGBTQ+ nel loro profilo. I moderatori di TikTok hanno contrassegnato questi creatori con una R Auto, il che significava che i loro video, dopo aver raggiunto un certo numero di visualizzazioni, sarebbero stati banditi dall'algoritmo di TikTok dei video suggeriti che appaiono nel feed For You di ogni utente. Di conseguenza, i video di questi creatori raggiungerebbero un pubblico molto più piccolo rispetto all'utente medio. Per molti, i sogni di diventare TikTok virale e guadagnare notorietà sulla piattaforma sarebbero schiacciati dalle politiche.



I moderatori hanno avuto solo circa 30 secondi per identificare presunti marcatori di autismo, sindrome di down o più in generale persone disabili o persone con alcuni problemi facciali come voglia, strabismo e così via. Una fonte di TikTok ha detto a Netzpolitik che queste istruzioni confondevano i moderatori se stessi.



TikTok ha confermato a Netzpolitik che queste politiche sono state implementate in passato, ma non più. Questo approccio non è mai stato inteso come una soluzione a lungo termine e, sebbene avessimo buone intenzioni, ci siamo resi conto che non era l'approccio giusto, ha detto un portavoce a Netzpolitik.

Un'altra dichiarazione dell'azienda indica che queste politiche discriminatorie sono state sostituite da migliori precauzioni contro il bullismo. All'inizio, in risposta all'aumento del bullismo sull'app, abbiamo implementato una politica brusca e temporanea, un portavoce detto Il confine . Sebbene l'intenzione fosse buona, l'approccio era sbagliato e da tempo abbiamo cambiato la politica precedente a favore di politiche antibullismo e protezioni in-app più sfumate.

Una fonte anonima ha detto a Netzpolitik che il personale ha chiesto ripetutamente al management di TikTok una politica alternativa per contrastare il cyberbullismo. Tuttavia, le loro richieste sono state respinte, perché le politiche provenivano dai superiori che lavorano presso la società madre di TikTok, ByteDance, che ha sede a Pechino.



TikTok è stato precedentemente criticato per censura. Un rapporto di settembre di Il guardiano ha rivelato che la piattaforma dei social media in precedenza aveva censurato i contenuti che menzionavano Piazza Tienanmen, l'indipendenza del Tibet o il gruppo religioso bandito Falun Gong, secondo le sue linee guida sull'incitamento all'odio e sulla religione.

Mentre un portavoce dell'azienda ha detto Il guardiano che quelle politiche sono state ritirate a maggio, TikTok di recente ha sospeso l'account di un utente di 17 anni di nome Feroza Aziz , che è diventato virale per il video tutorial sul trucco che criticava la Cina per il trattamento oppressivo dei musulmani uiguri. Poco dopo, hanno ripristinato il suo profilo, citando un errore di moderazione umano per il divieto.