Il creatore di Trans Pride Flag ha un messaggio per Biden: fallo volare alle nostre ambasciate

Il creatore della Trans Pride Flag chiede all'amministrazione Biden di far sventolare lo stendardo rosa, bianco e blu presso le ambasciate statunitensi in tutto il mondo.



In una lettera del 21 gennaio, Monica Helms, la creatrice della bandiera, ha scritto all'amministrazione chiedendo che le ambasciate sventolino anche la bandiera dell'orgoglio transgender lungo il lato [sic] della bandiera arcobaleno in solidarietà con la comunità trans. Poche ore prima di sedersi per scrivere quell'appello, il Segretario di Stato Antony Blinken ha segnalato che il presidente Joe Biden intende annullare un divieto dell'era Trump che vieta alle ambasciate statunitensi in terra straniera di esporre bandiere LGBTQ + Pride in solidarietà con la comunità queer e trans.

Le persone trans in molti paesi vengono uccise a un ritmo allarmante, specialmente in luoghi come Brasile, Messico e molti paesi dell'Africa e dell'America Latina, ha detto Helms nel messaggio, che è stato successivamente pubblicato su Facebook. Con le nostre ambasciate che sventolano la bandiera trans insieme alla bandiera arcobaleno, invieremo un messaggio forte che l'America rispetta la sua [sic] comunità trans, dando speranza alle persone trans in quel paese.



Siamo stati diffamati e discriminati [contro] negli ultimi quattro anni e averti alla Casa Bianca ci dà speranza, ha aggiunto. L'America ha bisogno di mostrare TUTTI i suoi veri colori al mondo, e spero che alcuni di quei colori siano azzurro, rosa e bianco.

Contenuti Facebook



Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Sebbene Helms non ricordi di aver mai visto la sua bandiera iconica sventolare prima in un'ambasciata degli Stati Uniti, crede che l'esibizione rappresenterebbe un grande cambiamento dopo aver resistito per quattro anni agli attacchi di Donald Trump alla comunità transgender. L'amministrazione precedente ha tolto tutto dalle possibilità ai senzatetto trans accedere a rifugi che si allineano con il loro genere ai diritti degli studenti trans a utilizzare il bagno con cui si sentono più a loro agio a scuola.

Helms, un veterano che ha servito in Marina per otto anni, è stato particolarmente devastato dopo Trump ha deciso di bandire le persone trans dal servizio militare - una decisione che è stato ribaltato durante la prima settimana di Biden in ufficio.



Ogni settimana era qualcosa di nuovo, e andava avanti e indietro, ha detto loro . Tutto ciò che avremmo potuto portarci via, l'abbiamo fatto.

Secondo Helms, Biden ha già fatto di più in una settimana di quanto Trump avrebbe mai fatto per i diritti LGBTQ+ in carica. Ciò comprende firma di uno storico decreto esecutivo affermando l'impegno del governo per l'uguaglianza LGBTQ+, una dichiarazione radicale che estende quello della Suprema Corte Bostock contro Hodges dominante ad aree come l'edilizia abitativa, l'istruzione e l'assistenza sanitaria. Impedisce a tutto, da una clinica finanziata dal governo federale, di respingere i pazienti trans a un centro abitativo della Sezione 8 che rifiuta la domanda di qualcuno che vive con l'HIV.

Mentre Helms era totalmente euforica nel vedere che Biden ha iniziato a voltare pagina negli ultimi quattro anni, ha scritto la lettera perché sa che molti paesi in tutto il mondo continuano a soffrire sotto le amministrazioni anti-LGBTQ+. L'anno scorso, l'Ungheria ha vietato alle persone trans di correggere l'indicatore di genere riportato sul loro certificato di nascita e adozioni omosessuali fuorilegge . Più di 150 comuni in Polonia hanno approvato risoluzioni dal 2019 dichiarandosi LGBT free.

Tutti gli altri al mondo hanno visto tutte le cose che ci ha fatto, ha detto Helms. Voglio che vedano che questo sarà un momento migliore per noi. E forse sarà un momento migliore anche per loro.

L Il creatore di Trans Pride Flag ama la nuova Emoji tanto quanto te Almeno so di aver fatto una piccola ammaccatura nel mondo, dice Monica Helms loro. Visualizza storia

Helms non ha ancora ricevuto risposta dall'amministrazione Biden in merito alla sua richiesta, ma resta fiduciosa che la bandiera del Trans Pride si unirà presto allo stendardo arcobaleno di Gilbert Baker nelle ambasciate statunitensi in tutto il mondo. Non c'è motivo per non essere ottimisti: sebbene il design sia stato creato solo nel 1999, è stato pilotato in tutti e sette i continenti, inclusa l'Antartide, ed è stato esposto allo Smithsonian. Un alpinista trans ha intenzione di farlo piantalo in cima al monte Everest negli anni a venire.



Anche se spera che non influisca sulla decisione della Casa Bianca, Helms ha ammesso di avere un obiettivo ancora più alto rispetto a vedere la bandiera del Pride sventolare in un'ambasciata straniera o sulla vetta più alta del mondo.

Voglio vederlo sulla Stazione Spaziale Internazionale, ha detto. Se mai vedessi le loro foto lassù, hanno tutta questa serie di bandiere per tutte le diverse persone che sono venute sulla Stazione Spaziale Internazionale. Sarebbe bello vedere la bandiera arcobaleno e anche la bandiera trans con quelle bandiere.

Potrebbe sembrare una missione ambiziosa, ma Helms crede di avere un contatto per trasformare il suo sogno in realtà. Immagino: 'Ehi, se non te lo chiedo, non accadrà', ha aggiunto.