L'amministrazione Trump cancella le protezioni sanitarie trans in occasione dell'anniversario di Pulse

Nel quarto anniversario della sparatoria a Pulse, l'amministrazione Trump ha annunciato che sta rilasciando una regola per abrogare le protezioni trans-inclusive nell'Affordable Care Act.



Venerdì, la Casa Bianca ha pubblicato una bozza di una regola proposta da tempo che cancellerebbe efficacemente le inclusioni trans nella sezione 1557 dell'Affordable Care Act, che vieta la discriminazione sulla base di razza, colore, origine nazionale, sesso, età o disabilità nei centri sanitari finanziati dal governo federale. L'amministrazione Obama ha annunciato nel 2016 che si sarebbe prorogato la definizione di sesso ai sensi della Sezione 1557 per includere l'identità di genere, ma l'attuazione di tale regola è stato bloccato da un tribunale federale del Texas .

Da quando Trump è entrato in carica nel gennaio 2017, la sua amministrazione ha più volte segnalato che intendeva abrogare la clausola di non discriminazione trans nella sezione 1557. L'Ufficio per i diritti civili all'interno del Dipartimento della salute e dei servizi umani ha emesso una regola di coscienza nel maggio 2019 consentire agli operatori sanitari di rifiutare le cure alle persone se servirle violerebbe le convinzioni religiose o morali del lavoratore.



Secondo il giornale di Wall Street , l'abrogazione della Sezione 1557 è stato finalizzato e la nuova regola dovrebbe entrare in vigore entro i prossimi 60 giorni.

Contenuti Twitter



Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

L'atteso rollout della polizza coincide non solo con il mese del Pride ma anche con l'anniversario del uccisione di 49 persone LGBTQ+ al nightclub Pulse quattro anni fa. Dopo che gli avventori del bar gay di Orlando, in Florida, sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco da uno sparatutto armato durante la notte latina nel 2016, Trump promesso di essere un vero amico alla comunità LGBTQ+. Poche ore prima del rilascio della norma definitiva sulla Sezione 1557, il Partito Repubblicano ha elogiato Trump in un comunicato stampa di aver adottato misure senza precedenti per proteggere la comunità [LGBTQ+].

Ma nonostante le proteste contrarie del GOP, la promessa di Trump di essere un alleato LGBTQ+ non si è avverata. La cancellazione delle tutele sanitarie trans ha segnato il 137esimo attacco dell'amministrazione Trump sulla comunità LGBTQ+ in soli tre anni e mezzo, secondo GLAAD.



I gruppi di difesa hanno affermato che questo ultimo assalto ai diritti e alle protezioni per le persone LGBTQ+ è particolarmente eclatante nel mezzo della pandemia di COVID-19.

Mentre le persone stanno affrontando tassi allarmanti di disoccupazione, perdita dell'assicurazione sanitaria e una pandemia globale, l'amministrazione Trump ha annullato le regole volte a garantire che le persone non vengano allontanate dall'assistenza sanitaria a causa di chi sono o che lingua parlano, Louise Melling, vicedirettore legale dell'American Civil Liberties Union, ha affermato in una nota. Questo è al di là senza cuore.

Julianna S. Gonen, direttrice delle politiche federali per il National Center for Lesbian Rights, ha affermato che le azioni della Casa Bianca sono vergognose, ma ha affermato che la garanzia sottostante dell'Affordable Care Act di un accesso all'assistenza sanitaria libero da discriminazioni rimane in vigore.

Anche se il governo federale non ti aiuterà, non può nemmeno impedirti di andare in tribunale per garantire i tuoi diritti se è quello che serve, ha detto Gonen in un comunicato stampa.

Gonen ha ragione: la norma definitiva sulla Sezione 1557 non cambia il fatto che i tribunali si siano costantemente pronunciati a favore dell'accesso LGBTQ+ all'assistenza sanitaria, le persone queer e trans, che rimangono ampiamente protette dalla discriminazione in quasi la metà degli stati degli Stati Uniti. 22 stati avere politiche che prevengano i pregiudizi sulla base dell'identità di genere in aree come alloggi, istruzione, lavoro e alloggi pubblici, e tali tutele non sono influenzate dal governo dell'amministrazione Trump.



Uno stuolo di organizzazioni non profit LGBTQ+ a livello nazionale, tuttavia, ha affermato di voler fare causa per ribaltare le nuove normative sulla Sezione 1557, il che significa che la politica potrebbe essere vincolata da ingiunzioni legali per anni.

La regola di oggi è una politica di salute pubblica tragicamente fallita e del tutto illegale, ha affermato Omar Gonzalez-Pagan, avvocato senior e stratega sanitario per Lambda Legal, in una dichiarazione. Sfideremo la regola perché in un momento in cui il mondo intero sta combattendo una pericolosa pandemia, che negli Stati Uniti ha infettato più di 2.000.000 di persone e ucciso più di 116.000, è fondamentale che tutti abbiano un accesso immediato alla vita potenziale -salvare l'assistenza sanitaria di cui hanno bisogno.

In un comunicato stampa in cui ha anche promesso un'azione legale, il presidente della campagna per i diritti umani Alphonso David ha affermato che è chiaro che la Casa Bianca di Trump non crede che le persone [LGBTQ+], o altre comunità emarginate, meritino l'uguaglianza ai sensi della legge.

Ma abbiamo un controllo di realtà per loro: non permetteremo che questo attacco al nostro diritto fondamentale di essere liberi dalla discriminazione nell'assistenza sanitaria rimanga incontrastato, ha detto David. Li vedremo in tribunale e continueremo a sfidare tutti i nostri funzionari eletti a sollevarsi contro questo palese tentativo di erodere le protezioni fondamentali di cui le persone hanno bisogno e sanzionare la discriminazione.