Trump ottiene un supporto record per LGBTQ+ nonostante i continui attacchi all'uguaglianza

Onestamente, che diavolo?



Poiché il destino del paese rimane nelle mani degli elettori di Michigan, Pennsylvania e Georgia, un sondaggio di uscita degli elettori LGBTQ+ rileva che il 28% ha sostenuto Donald Trump rispetto a Joe Biden nelle elezioni del 2020. Sebbene il candidato democratico, che ha ottenuto il 61% dei voti LGBTQ+, abbia comunque conquistato la comunità con un margine abbastanza schiacciante di 34 punti, è un risultato significativamente migliore per l'incumbent rispetto al 2016, quando solo il 14% degli elettori LGBTQ+ ha scelto Trump . Hillary Clinton ha vinto il voto LGBTQ+ con un margine di 64 punti, quasi il doppio del divario del 2020 tra Biden e Trump.

Gli exit poll sono stati condotti da Edison Research per il National Election Pool , che ha intervistato 15.590 elettori.



Nonostante gli attacchi quasi costanti di Trump alla comunità LGBTQ+ in carica, che il Trump Accountability Project del GLAAD conta come 181 in totale , il suo sostegno LGBTQ+ è in realtà un record tra i candidati repubblicani negli ultimi anni. Il precedente migliore tra i repubblicani è stato nel 2008, John McCain ha vinto il 27% dei voti dagli elettori LGBTQ+, ma Barack Obama ha leggermente sovraperformato Biden nel complesso, ottenendo il 70% del sostegno LGBTQ+.



Altri risultati delle recenti elezioni includono il 2004, quando Bush ha vinto il 23% dei voti LGBTQ+ e nel 2012, quando Romney guadagnato il 22% dei voti espressi dagli elettori LGBTQ+ .

Donald Trump e Mike Pence Gli 8 peggiori attacchi di Donald Trump alla comunità LGBTQ+ Accesso alla sanità. Scuole pericolose. Servizio militare. Trump ha messo in pericolo la vita LGBTQ+ in innumerevoli modi; questi otto sono tra i più spaventosi. Visualizza storia

La differenza tra i candidati 2020 sull'uguaglianza LGBTQ+ non potrebbe essere più netto . Se eletto, Biden ha promesso di approvare un disegno di legge sui diritti civili LGBTQ+ a livello nazionale durante i suoi primi 100 giorni in carica, ha chiesto il divieto federale alla terapia di conversione, si è impegnato a consentire agli uomini gay e bisessuali di donare il sangue senza indebite restrizioni e ha promesso di approvare una legislazione che prevenga i pregiudizi contro le coppie dello stesso sesso in adozione e affido. Trump, al contrario, ha tentato di bandire le persone trans dall'esercito, ha consentito agli ospedali di rifiutare l'assistenza sanitaria ai pazienti trans, ha sostenuto un disegno di legge federale sulla libertà religiosa e ha esortato la Corte Suprema a legalizzare la discriminazione nei confronti dei lavoratori LGBTQ+.

Nonostante tutto ciò, il team di Trump ha condotto una rumorosa campagna di disinformazione nelle ultime settimane per rimuovere il supporto LGBTQ+ da Biden. La spinta includeva un recente PSA repubblicano Log Cabin di Melania Trump in cui affermava che suo marito è stato chiaro sul fatto che gay e lesbiche saranno trattati come li ha sempre trattati lui: allo stesso modo, una dichiarazione che cancella nettamente le persone transgender. Il video è stato accolto con una rimozione avvincente da The Recount, che ha giustapposto le osservazioni della First Lady con filmati di tutte le cose terribili che Trump ha fatto in carica .



La squadra per la rielezione di Trump ha anche organizzato una serie di eventi Trump Pride sconvolti e pieni di bugie in cui i membri della sua famiglia, tra cui la figlia Tiffany Trump e la nuora Lara Trump, hanno promesso una cura per l'HIV/AIDS e hanno affermato che i gatti morti stavano votando per Biden.

Mentre la strategia di causare danni incalcolabili alla comunità LGBTQ+ mentre assecondava i loro voti sembra averlo leggermente aiutato a rimanere competitivo in una gara che Biden è stata ampiamente favorita per la vittoria schiacciante, il presidente continua a seguire nel Collegio Elettorale . Al momento della pubblicazione, Biden è salito di 253 a 214 dopo aver vinto gli stati critici del Wisconsin e del Michigan, con campi di battaglia come Pennsylvania, Carolina del Nord, Arizona, Nevada e Georgia ancora in palio. Gli ex vicepresidenti devono solo vincere la Pennsylvania o una combinazione di due degli altri quattro stati per superare la soglia dei 270.