Trump chi? Le truppe transgender giurano di continuare a combattere

La Casa Bianca ha annunciato un divieto formale alle persone transgender di prestare servizio militare, cosa che ha lasciato inorriditi molti gruppi per i diritti LGBTQ+, mentre i membri del servizio transgender si preoccupano per il loro futuro mentre giurano di continuare a servire il loro paese.



Il presidente Donald J. Trump rilasciato il memorandum annunciando il divieto nella tarda notte di venerdì, chiarendo le speculazioni sulle raccomandazioni del Segretario alla Difesa James N. Mattis diverse settimane fa. Nonostante i precedenti rapporti da fonti anonime a Il Washington Post indicando che Mattis raccomanderebbe di consentire alle truppe transgender di continuare a prestare servizio, il raccomandazioni finali sono che un divieto quasi totale del servizio transgender sarà la politica del Pentagono in futuro.

Secondo la nuova politica, qualsiasi persona transgender con diagnosi di disforia di genere sarà considerata non idonea al dovere. Nonostante un'esenzione per coloro che si sono dichiarati e hanno iniziato la transizione medica nell'ambito della precedente politica dell'era Obama, lo stesso rapporto di raccomandazione cita la retorica di destra spesso ripetuta sulle questioni trans, dall'affermazione che il trattamento medico correlato alla transizione non è efficace trattare la disforia di genere; alle preoccupazioni sulla privacy per le donne cisgender in servizio; a spese mediche gonfiate come giustificazione per l'espulsione di membri del servizio trans dai ranghi militari e per negare le nuove reclute a cui è stata diagnosticata la disforia di genere.



Per la prima volta nella storia militare, ai membri del servizio militare viene detto che non è possibile ricevere cure mediche che il medico militare ritiene necessarie, afferma Mara Keisling, direttrice esecutiva del National Center for Transgender Equality in un'intervista telefonica. È piuttosto sorprendente. Dobbiamo le cure mediche necessarie a queste persone che ci stanno servendo. Avevamo presidenti che si preoccupavano dei membri del servizio.



Nonostante la notizia del divieto, diversi membri del servizio trans che hanno parlato con loro. rimangono saldi nel loro impegno a servire il loro paese con distinzione. Domani, i membri del servizio transgender si allacciano gli stivali e vanno a lavorare al servizio di questa nazione proprio come hanno fatto per anni. Sono fiducioso che come nazione arriveremo a un punto in cui il nostro servizio sarà apprezzato allo stesso modo di ogni altro americano che indossa l'uniforme della nostra nazione, afferma il tenente colonnello dell'Air Force Bree Fram, una persona genderfluid, tramite messenger online , giurando di servire il suo paese fino alla fine. La dichiarazione rilasciata oggi dall'amministrazione è un rumore di fondo che può solo servire a distrarci dalla nostra missione di combattere e vincere le guerre della nostra nazione.

La maggior parte del rapporto del Pentagono era dedicato a come accomodare i membri del servizio trans avrebbe influito sulla prontezza militare. Ad esempio, il rapporto sottolinea ripetutamente la quantità di tempo che può essere perso da un membro del servizio trans a causa di una terapia ormonale sostitutiva o di un intervento chirurgico correlato alla transizione.

Attualmente ho membri del servizio transgender già schierati. Si trovano in varie località remote tra cui Giordania, Iraq, Afghanistan e tutti quei luoghi, afferma il tenente comandante della Marina. Blake Dremann in un'intervista telefonica, un uomo trans che è anche presidente di Sparta, un'organizzazione che sostiene e supporta attivamente i membri militari e i veterani LGBTQ+. Diamo costantemente dodici mesi di farmaci alle persone che vanno in zone di guerra per assicurarsi che abbiano i loro farmaci, compresi i farmaci per la pressione sanguigna, i farmaci per la malaria. Voglio dire, ho preso un'intera cosa di pillole per la malaria per tutti i 365 giorni che sono stato in Afghanistan.



Dremman spiega che, in base agli standard di schierabilità del Dipartimento della Difesa recentemente rilasciati, che affermano che i membri del servizio indipendentemente dall'identità di genere potrebbero non essere schierabili per più di dodici mesi consecutivi, la transizione medica non dovrebbe considerare automaticamente un membro del servizio non idoneo al dovere. Non c'è alcun punto di transizione che una persona non sia schierabile per dodici mesi consecutivi. Nessuna persona attualmente in servizio è stata non schierabile per dodici mesi consecutivi per qualsiasi motivo correlato alla transizione. Anche questo ti dice che stiamo rispettando gli standard di schierabilità e dire diversamente non è corretto.

Sono deluso dal fatto che i membri del servizio transgender siano stati individuati come incapaci di servire per una qualità che non ha nulla a che fare con la loro capacità di servire e nonostante una storia di servizio prezioso alla nazione, aggiunge Fram.

Secondo una teleconferenza di venerdì con i media, Natalie Nardecchia, procuratore senior di Lambda Legal, afferma che questa settimana c'è una data del tribunale di martedì in cui i querelanti in una delle cause contro il divieto cercheranno di estendere il tempo temporaneo già emesso decreto ingiuntivo in quello permanente. Resta da vedere se i tribunali accetteranno questa politica ora che viene fornita con il pieno sostegno del Pentagono.

Indipendentemente dalle future manovre del tribunale, tuttavia, migliaia di membri del servizio transgender devono affrontare un futuro incerto. Fram spera che manterranno la loro attenzione sul servire il loro paese con onore e distinzione, come hanno fatto negli ultimi due anni da quando l'amministrazione Obama ha permesso loro di servire apertamente. Vai a fare il tuo lavoro e fallo con onore. L'arma migliore che abbiamo è che i nostri compagni di servizio, i nostri comandanti e il pubblico americano ci vedano agire ogni giorno come la forza letale e pronta che richiedono e si aspettano.



Dremann afferma che, nonostante qualsiasi distrazione da questa politica, tutti devono mantenere l'attenzione sui propri doveri a portata di mano. Domani mattina, quando tutti si alzeranno, indosseranno gli stivali come prima e continueranno a fare il lavoro che sono chiamati a fare.

Katelyn Burns è una giornalista freelance e donna trans. Altri suoi lavori sono stati presentati per T Ho il Washington Post, VICE, Elle, Esquire, e Playboy, tra gli altri. Vive nel Maine con i suoi due figli piccoli.