Guarda il nuovo video di Campy di Seth Bogart per ragazze americane Remix di ragazzi che non vogliono essere ragazzi

L'artista visivo e musicista di Los Angeles Seth Bogart ha appena pubblicato un nuovo video campy per un nuovo remix di US Girls della sua canzone Boys Who Don't Want to Be Boys.



Diretto dalla regista Mariah Garnett, il video assolutamente selvaggio mostra Bogart che si scatena mentre è affiancato da due ballerini vestiti da barboncini e ricoperti di vernice rosa per il corpo. La coreografia è di Ryan Walker Page. Dai un'occhiata qui sotto.

Contenuto

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.



La nuova versione di Boys Who Don't Want to Be Boys fa parte della novità di Bogart album di remix per il brano, che è apparso nel suo ultimo disco da solista Uomini sull'orlo del nulla , uscito a settembre. Il nuovo progetto di remix presenta contributi di U.S. Girls, Geneva Jacuzzi, Cold Beat, Katie Alice Greer della band Priests e Chris Cruse. È ora disponibile in vinile rosa gomma da masticare in edizione limitata .



Bogart — ceramista e cantante della band glam punk underground Hunx e il suo gioco di parole - ha detto dentro interviste che è stato a lungo ispirato dalle fanzine di Riot Grrrl, dai film di John Waters, dall'arte del movimento Fluxus e da altre estetiche queer. Ma per questo nuovo video, è stato fortemente ispirato da un video del 1982 del leggendario coreografo e musicista Toni Basil per la sua canzone Hai un problema , ha spiegato in un comunicato stampa.

L Questa nuova webserie è come una queer pee wee's playhouse sull'acido Sopra Mi sento fruttato , il punk rocker e artista Seth Bogart scatena la sua immaginazione distorta nel mondo. Visualizza storia

Meaghan Remy, delle ragazze americane, ha girato i suoi filmati in Canada, dove vive e lavora. Dopo aver rimandato la sua interpretazione del brano a Bogart, lui dice che immaginava che lo stessimo eseguendo dal vivo in un club immaginario chiamato 'Peppermint Lounge'.

Per coincidenza, Peppermint Lounge era in realtà una vera discoteca di New York, aperta negli anni '50 e '60 e apparentemente attirato una folla prevalentemente gay . È stato chiuso a lungo, ma il suo spirito sopravvive nel mondo strano del lavoro di Bogart.