Modi per essere più felici al lavoro quest'anno

Uomo felice alla sua scrivania

GettyImages

Batti le paure della domenica per sempre con questo consiglio dell'esperto

Anouare Abdou 27 gennaio 2020 Condividi Tweet Flip 0 azioni

Temi il lunedì? Non sei solo. Secondo a Sondaggio Linkedin 2018 , L'80% dei professionisti sperimenta le Sunday Scaries. È una statistica spaventosa considerando che passiamo così tanto tempo al lavoro.



RELAZIONATO: Abitudini di persone felici



Le cause più comuni di ansia legata al lavoro includono lo stress per il carico di lavoro, la lotta per bilanciare la vita personale e professionale e l'ossessione per le scadenze e le attività non finite. Ma le cose non devono essere così cupe. Sebbene possa essere allettante assumere abitudini quotidiane come fantasticare di lasciare il lavoro o concludere la giornata sfogandosi con un drink, ci sono cose costruttive che puoi fare per sentirti più felice al lavoro.

Dall'aiutare gli altri a trovare un ottimo mentore, ecco sei modi per farlo aumenta la tua felicità al lavoro - e nella vita.


1. Trova un mentore




Avere un grande mentore che ti aiuti a guidare la tua progressione di carriera e lo sviluppo delle competenze è fondamentale in termini di trovare il tuo scopo lavorativo e mantenerti motivato e coinvolto, afferma Alena Kroupnik, Certified Human Resources Professional (CHRP) e responsabile delle risorse umane presso C.H. Robinson . Questo mentore può essere una persona di maggiore autorità nella tua azienda, un conoscente che ha raggiunto traguardi di carriera impressionanti, un career coach certificato o chiunque altro tu possa guardare e consultare sul tuo futuro.

Se il pensiero di chiedere in modo casuale alle persone di farti da mentore ti rende nervoso, non preoccuparti. Rivolgersi a un career coach per un consulto o chiedere a qualcuno che ammiri di prendere un caffè in modo che tu possa scegliere il suo cervello è il primo passo per sviluppare organicamente una relazione mentore-allievo.


2. Sii più sociale


Stai facendo uno sforzo per socializzare o tendi a pranzare alla tua scrivania e declinare gli inviti alle uscite con i tuoi colleghi? Avere una cerchia sociale al lavoro è la chiave per trovare più gioia nella tua quotidianità. Partecipa di più unendoti a un comitato di lavoro, avvia un gruppo di corsa o mira a fare qualcosa di semplice come pranzare con i tuoi compagni di squadra una volta alla settimana.



Stare con colleghi con cui ti piace stare in giro e con cui puoi parlare, con cui ridere e con cui confidarti può fare la differenza quando si tratta della tua soddisfazione sul lavoro, afferma Kroupnik.


3. Effettuare controlli di carriera regolari


Mentre i vantaggi dell'ufficio e i colleghi che ami possono certamente aiutarti ad aumentare la tua felicità al lavoro, non c'è niente come avere una carriera che ti sfida e ti entusiasma per sentirti veramente realizzato. Stimolare il lavoro può portare a una grande felicità. È qualcosa che ho notato da dipendenti felici nel corso degli anni, afferma Dan D'Urbano, esperto di attrazione e approvvigionamento di talenti e manager senior di acquisizione di talenti presso ENGIE North America Inc .

È importante dedicare del tempo a condurre controlli regolari con te stesso e valutare come ti senti riguardo al tuo ruolo attuale, nonché ai tuoi obiettivi di carriera e ai tuoi piani per raggiungerli. L'esercizio da solo ti aiuterà a sentirti immediatamente potenziato e essere proattivo è la chiave per essere in grado di svolgere il tipo di lavoro che non sembra un lavoro.

È facile farsi prendere dalla routine quotidiana. Ma la cosa migliore che puoi fare per il tuo futuro è lavorare regolarmente sulle tue strategie di vita. Dedica alcune ore su base trimestrale per verificare ciò che hai realizzato, dove vuoi essere e come ci arriverai. Avere un piano concreto e realistico con scadenze, afferma Kroupnik.


RELAZIONATO: Come migliorare la fiducia sul posto di lavoro


4. Aiuta gli altri




Gli studi lo dimostrano essere altruisti porta a un maggiore benessere, salute e longevità . Se stai passando una brutta giornata, prova a sostenere uno dei tuoi colleghi con un progetto o presta ascolto empatico a un amico. Uscire dalla tua testa e concentrarti su un'altra persona è un modo sicuro per migliorare il tuo umore.

Aiutare i tuoi colleghi o essere coinvolto in iniziative di responsabilità sociale aziendale all'interno della tua organizzazione aiuta a portare un senso di realizzazione personale. Puoi sentire che stai davvero facendo la differenza nella vita di qualcuno, dice Kroupnik.


5. Investire in te stesso


Dall'adozione di abitudini più sane al ritagliarsi del tempo dai tuoi impegni per fare cose che riempiono la tua tazza, investire in te stesso al di fuori del lavoro ti permetterà di sentirti meglio durante il tempo. Mangia sano, fai esercizio e medita. Questi sono i tre migliori fattori per una vita sana e felice, dice D'Urbano.

L'idea è di avere 'tempo per me' e godersi le cose al di fuori del lavoro. Non mettere il tuo benessere personale in secondo piano a causa delle pressioni sul lavoro. Un po 'di pressione sul lavoro è una parte normale della vita, ma se il tuo lavoro diventa la tua vita, potresti dover pensare alle tue priorità, dice Kroupnik.


6. Sviluppare la consapevolezza di sé


Quando non sei in grado di cambiare una situazione come una stressante conflitto d'ufficio , ricorda che puoi sempre cambiare prospettiva. Le tue emozioni verso qualsiasi cosa non stanno accadendo altrove ma nella tua mente. Se impari ad aumentare la tua consapevolezza su come funziona la mente, ti renderai presto conto che le opportunità di cambiamento sono ovunque. Si tratta di cambiare l'obiettivo da cui percepisci il tuo lavoro e le persone intorno a te, dice D'Urbano.

D'Urbano consiglia anche di stare lontano da drammi e negatività inutili. La mente è un muscolo e può esaurirsi: non sovraccaricarla di drammi e pensieri negativi, dice.

Potresti anche scavare:

  • Come affrontare l'ansia sul posto di lavoro
  • I CEO condividono i loro consigli su come ottenere una promozione
  • Perché lo stress lavorativo può effettivamente essere un bene per te