Cosa puoi fare per chiedere giustizia per George Floyd e sostenere i manifestanti

Questo articolo menziona atti di violenza e brutalità della polizia contro i neri .



George Floyd, un uomo di colore di 46 anni, è stato ucciso lunedì a Minneapolis, Minnesota, da un agente di polizia di nome Derek Chauvin, che si è inginocchiato sul collo di Floyd per diversi minuti per inchiodarlo a terra. Astante filmato del brutale incidente, che mostra Floyd che dice che non riesco a respirare più volte prima della sua morte, ha incitato proteste a Minneapolis (e oltre) per tutta la settimana da parte di coloro che chiedono giustizia per Floyd.

Le manifestazioni di Minneapolis sono state inizialmente pacifiche, ma sono diventate caotiche quando la polizia ha sparato proiettili di gomma e ha spruzzato gas lacrimogeni contro i manifestanti, diversi edifici hanno preso fuoco, un distretto dell'MPD è stato dato alle fiamme, i cittadini hanno iniziato a saccheggiare i negozi e almeno una persona sarebbe stata uccisa a colpi di arma da fuoco da un negoziante, Il Washington Post rapporti. Mentre le proteste si sono diffuse in tutto il paese giovedì a Los Angeles, Columbus, Memphis, Denver e in altre grandi città, la polizia ha preso di mira i manifestanti a vari livelli; almeno sette persone erano secondo quanto riferito, sparato e altri sarebbero stati arrestati almeno a Louisville 70 persone sono state arrestate a New York, e a La troupe della CNN è stata arrestata dalla telecamera a Minneapolis.



Chauvin e i suoi tre colleghi che erano sulla scena l'hanno fatto da quando è stato licenziato e stanno subendo un'indagine dell'FBI . Ma la notizia della morte di Floyd è arrivata lo stesso giorno in cui Amy Cooper di New York ha chiamato minacciosamente la polizia su Black birdwatcher Cristiano Cooper , settimane dopo la fatale sparatoria da parte della polizia di Georgia Black man Ahmaud Arbery ha guadagnato un'attenzione diffusa e due mesi dopo Black Louisville EMT Breona Taylor è stato ucciso durante un raid della polizia, che ha riacceso una conversazione nazionale sulla brutalità della polizia, la giustizia penale e il razzismo sistemico contro i neri in America.



Politici, attivisti e celebrità, comprese icone queer nere come Janelle Monáe, Lena Waithe, Don Collie , e altri hanno parlato questa settimana , chiedendo ai loro seguaci di agire contro la continua violenza contro i neri. La morte del sistema giudiziario incasinato e il processo di addestramento / audizione della polizia chiaramente fallito o qualunque cosa debbano fare perché è chiaramente DIFETTOSO, ha scritto Kehlani in un twittare .

In risposta, loro. ha raccolto una manciata di azioni tangibili per chiunque voglia aiutare a chiedere giustizia per George Floyd, così come Floyd, Cooper, Arbery e Taylor, aiutare i manifestanti di Minneapolis e continuare a combattere la violenza contro i neri.

Contribuisci alla raccolta fondi della famiglia di George Floyd

La famiglia di Floyd ha lanciato a Campagna GoFundMe Mercoledì per raccogliere fondi che coprirebbero le spese funerarie e di sepoltura e per assistere la mia famiglia nei giorni a venire mentre continuiamo a chiedere giustizia per George, secondo la sorella di George, Philonise Floyd. A partire da giovedì sera, il fondo aveva raccolto oltre $ 1.100.000 da oltre 52.000 donatori; anche sua sorella Bridget ne ha lanciata una separata Campagna GoFundMe che ha raccolto oltre $ 30.000 in un giorno.

Segui e fai una donazione alle organizzazioni locali di difesa della giustizia sociale



Se puoi, dona denaro a un gruppo di difesa con sede a Minneapolis. Organizzazioni come Collettivo di visioni nere e Recupera il blocco si concentrano rispettivamente su giustizia trasformativa e soluzioni di sicurezza guidate dalla comunità come alternativa alla polizia, mentre Comunità contro la brutalità della polizia si concentra specificamente sull'aiuto alle persone colpite da brutali omicidi da parte della polizia e altri atti di violenza. Fondo per la libertà del Minnesota è dedicato alla raccolta di fondi per salvare e fornire assistenza legale ai manifestanti che sono stati arrestati, mentre Collettivo della salute della stella polare si descrive come un collettivo sanitario radicale che fornisce assistenza sanitaria ad attivisti e organizzatori. Alcuni di questi gruppi sono attivi anche sui social media, che potresti considerare di seguire se vuoi essere informato sulle proteste di Minneapolis o sei interessato a prendere parte ad azioni specifiche.

Poiché le successive manifestazioni sono organizzate in diverse città del paese, cerca le organizzazioni locali impegnate ad aiutare direttamente i manifestanti in quelle località. Per coloro che vogliono contribuire con i fondi della cauzione per i manifestanti arrestati a New York City, c'è COVID Salvataggio New York , Fondo per il rilascio di emergenza , e Fondo di cauzione comunitaria di Brooklyn . Il Fondo per la cauzione della comunità di Louisville sta anche aiutando i manifestanti arrestati a Louisville.

Richiedi il defunding della polizia a Minneapolis e altrove

sindaco di Minneapolis Jacob Frey , rappresentante degli Stati Uniti Ilhan Omar , e La famiglia di Floyd hanno chiesto l'arresto e l'accusa degli agenti di polizia coinvolti nella morte di Floyd, mentre a Petizione su Change.org la richiesta di giustizia penale ha raggiunto quasi 2 milioni di firme entro giovedì pomeriggio. Ma Reclaim the Block, che opera secondo una filosofia abolizionista, ha incoraggiato i suoi seguaci a chiamare invece il sindaco Frey e chiedergli di definanziare le forze di polizia invece. La nostra visione della giustizia a Minneapolis non è che la polizia venga incriminata, perseguita, seduta in prigione, seduta in prigione, hanno scritto in un twittare . La nostra visione della giustizia è una Minneapolis senza polizia. Hanno lanciato un petizione , dove chiunque può impegnarsi a non votare mai più per i finanziamenti della polizia e a sostenere i tagli di bilancio all'MPD, tra le altre azioni.

Ripensa alla condivisione di video sulla brutalità della polizia o sui manifestanti

Ripubblicare video di morti come quello di Floyd sui social media potrebbe traumatizzare i tuoi seguaci neri che sono stati ripetutamente esposti a filmati di brutalità della polizia, sostiene Kia Gregory in un 2019 La Nuova Repubblica tema. Le immagini della violenza della polizia sono così pervasive da infliggere un danno unico agli spettatori, in particolare agli afroamericani, che vedono se stessi e coloro che amano in questi incontri fatali, scrive. Questo riconoscimento diventa una forma di violenza in sé e per sé, e ancor di più quando la giustizia viene negata.

Nel frattempo, ricondividere i video dei manifestanti senza censurare tali filmati potrebbe mettere a rischio le persone, come è noto che le forze dell'ordine utilizzano i social media per identificare e localizzare le persone che cercano di arrestare. Era uno strumento di sorveglianza di Facebook, Instagram e Twitter utilizzato per arrestare i manifestanti di Baltimora nel 2016. L'anno scorso, sono emerse notizie secondo cui il L'FBI sorveglia gli attivisti neri sotto una nuova categoria infondata di terrorismo interno chiamata estremismo dell'identità nera, mentre sei attivisti collegati alle proteste di Ferguson del 2014 sono morti da allora, alcuni in modi violenti e misteriosi, secondo Rolling Stone .

Diventa critico intorno a discussioni su saccheggi, incendi dolosi e proteste



Mentre i media nazionali continuano a riferire su saccheggi, incendi e rivolte in corso a Minneapolis e in altre parti del paese, molti americani potrebbero avere pregiudizi sulla violenza connessa a queste proteste. Tuttavia, i manifestanti di tutto il mondo sono stati storicamente chiamati delinquenti o criminali anche quando tentano di manifestare in modo non violento, ma vengono poi repressi dalle forze dell'ordine armate, come scrive Kai Thaler per Politica estera .

In un 2014 Nuova inchiesta saggio, Vicky Osterweil sostiene che il saccheggio, ad esempio, è uno dei modi in cui i cittadini neri possono rivendicare beni materiali in un paese in cui ai neri una volta non era permesso possedere proprietà o terreni. Per la maggior parte della storia americana, una delle più giuste tattiche disponibili contro i suprematisti bianchi è stata il saccheggio, scrive. Quando i rivoltosi prendono territorio e depredano, stanno rivelando proprio come, in uno spazio senza poliziotti, i rapporti di proprietà possono essere distrutti e le cose possono essere ottenute gratuitamente.

Altro Articolo su rivista accademica del 1985 di Albert C. Smith ha anche proposto una riconsiderazione dell'incendio doloso come forma di protesta contro i suprematisti bianchi. Mentre esamina specificamente la Georgia della fine del 19° secolo, dove i neri erano in gran parte limitati dal possedere proprietà e dovevano lavorare come braccianti agricoli e domestici per i proprietari terrieri bianchi, sostiene che [incendio doloso] essenzialmente serviva come sfogo di vendetta e un senso di risentimento alimentato dall'impatto del razzismo e della povertà che hanno permeato la società della cintura nera.

Tieni presente che anche il movimento per i diritti dei gay lo era nato da una rivolta contro la polizia , l'attivista transgender Munroe Bergdorf ha scritto in a twittare Mercoledì. La polizia che prendeva di mira e brutalizzava gli omosessuali... Sfortunatamente non tutti i progressi possono essere o dovrebbero essere pacifici.

Se non sei nero, cerca e condividi più risorse sul razzismo sistemico

Sebbene questo elenco si concluda qui, le azioni che puoi intraprendere per combattere il razzismo sistemico e la brutalità della polizia sono infinite. Cerca risorse ed elenchi di lettura per continuare ad acquisire conoscenze su questi problemi e intraprendere più passi. Alcuni punti da cui iniziare potrebbero essere questa guida contro il razzismo costruito in risposta all'uccisione di Breonna Taylor, questo Guida introduttiva all'abolizione del carcere a cura della scrittrice Elly Belle e degli organizzatori abolizionisti K e Micah Herskind, o questo post medio di Corinne Shutack intitolato 75 cose che i bianchi possono fare per la giustizia razziale .

Questo post è stato pubblicato per la prima volta il 28 maggio alle 19:52. EST ed è stato aggiornato l'ultima volta il 29 maggio alle 13:34. EST.


Altre storie sulle proteste di George Floyd e sul movimento per la giustizia razziale: