La Casa Bianca ha appena fatto una dichiarazione fondamentale sui diritti delle persone trans in prigione

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha dichiarato la scorsa settimana che non proteggere le persone trans incarcerate dalle aggressioni sessuali e privarle di cure mediche adeguate, comprese le cure relative alla transizione, costituisce una punizione crudele e insolita.



In un Dichiarazione di interesse di 18 pagine depositato giovedì scorso, il Dipartimento di Giustizia ha esaminato i dettagli del caso di Ashley Diamond, una donna trans nera che è attualmente incarcerata nella prigione statale costiera, una struttura per uomini a Garden City, in Georgia. All'inizio di questo mese, Diamond ha presentato a istanza cautelare , chiedendo di essere trasferita in una struttura femminile per il resto della sua pena in modo da evitare aggressioni sessuali. Ha anche chiesto di poter fare la doccia in privato, di vietare agli agenti penitenziari maschi di condurre perquisizioni a strisce e di ricevere le cure mediche necessarie per la transizione.

Secondo la dichiarazione del Dipartimento di Giustizia, Diamond ha affermato che il Dipartimento di Correzione della Georgia ha violato l'Ottavo Emendamento sottoponendola a punizioni crudeli e insolite sotto forma di queste privazioni.



Il Dipartimento di Giustizia non ha preso posizione sul fatto che consideri vere o meno le accuse di Diamond. Ma nella sua richiesta di indagine, il dipartimento afferma che se le sue accuse si dimostrassero corrette, sarebbero considerate violazioni dell'Ottavo Emendamento e quindi incostituzionali.



I funzionari della prigione dimostrano deliberata indifferenza per il rischio sostanziale di abusi e aggressioni sessuali che devono affrontare i prigionieri transgender quando si rifiutano di prendere in considerazione l'idea di collocarli in un alloggio che corrisponda alla loro identità di genere senza condurre una valutazione del rischio individualizzata che determini ciò che è necessario per mantenerli ragionevolmente al sicuro, la dichiarazione legge.

La dichiarazione ha proseguito affermando che il trattamento per la disforia di genere è necessario dal punto di vista medico e ha criticato i funzionari della prigione che negano questa assistenza ai detenuti trans in quanto deliberatamente indifferenti.

Questa non è la prima delle azioni legali storiche di Diamond per conto delle persone trans incarcerate. Inizialmente è stata incarcerata nel 2012, dove è stata ripetutamente aggredita sessualmente, ignorata dai funzionari della prigione e le è stato negato l'accesso alla terapia ormonale che riceveva da 17 anni. Diamond ha intentato una causa contro il Dipartimento di correzione della Georgia e raggiunto un accordo nel 2016 che ha portato a riforme storiche per i detenuti trans, come an accordo per conto di GDC per fornire terapia ormonale alle persone trans incarcerate.



Sebbene sia stata liberata dalla prigione nel 2015, Diamond è stata incarcerata per aver violato la libertà condizionale recandosi in una struttura di trattamento di salute mentale di genere in Florida, poiché non le era permesso lasciare lo stato. È stata incarcerata a causa di questa violazione tecnica e ora si trova ad affrontare problemi di abusi identici a quelli della sua precedente incarcerazione, secondo il causa intentata lo scorso novembre .

Sono davvero ferita di dover citare in giudizio la GDC per lo stesso insieme di circostanze, ha scritto Diamond in un'e-mail inviata al suo avvocato, secondo il New York Times . Non è un compito facile affrontare un principato del male come il sistema carcerario. Ma mi rifiuto di lasciare che la mia gente venga maltrattata a causa della mancanza di comprensione e decenza umana di base.

Diamond ha il sostegno di importanti organizzazioni per i diritti civili come il Centro per i diritti costituzionali e il Centro di diritto sulla povertà del sud , che la rappresentano in tribunale.

Cinque anni dopo aver cambiato le sue politiche in risposta alla nostra prima causa, la GDC continua tragicamente a non rispettare i suoi obblighi legali di proteggere le persone transgender sotto la sua custodia, ha detto Beth Littrell, un avvocato senior del Southern Poverty Law Center. Volte . Gli assalti e le minacce che Ashley continua ad affrontare quotidianamente sono imperdonabili.

Detenute transgender Detenuti trans trasferiti in carceri in allineamento con il genere ai sensi della legge della Nuova California Sono stati richiesti oltre 200 bonifici, ma finora ne sono stati approvati solo 21. Visualizza storia

La dichiarazione del Dipartimento di Giustizia è arrivata sulla scia di una settimana di azione condotta dalla base Campagna Ashley Diamond gratuita , che ha unito organizzazioni come Survived and Punished, Black and Pink e Transgender Gender-Variant e Intersex Justice Project per aumentare la consapevolezza delle terribili circostanze che Diamond deve affrontare e per mobilitarsi per la sua libertà. I sostenitori hanno incoraggiato i partecipanti a contattare vari funzionari del governo della Georgia, firmare una petizione per il suo trasferimento immediato in una struttura per donne e sostieni il suo Patreon per i fondi del commissario e le esigenze post-rilascio.



Secondo il Centro nazionale per l'uguaglianza transgender , il 21% delle donne trans è stato incarcerato ad un certo punto della propria vita. Quasi la metà - o il 47% - delle donne transessuali nere sono state incarcerate, il che secondo l'organizzazione è guidato da povertà sproporzionata, senzatetto, discriminazione, partecipazione alle economie di strada e, in alcuni casi, pregiudizi delle forze dell'ordine.