Perché gli antimperialisti devono ancora opporsi al divieto trans-militare di Trump

Martedì la Corte Suprema degli Stati Uniti si è pronunciato largamente a favore del divieto proposto dall'amministrazione Trump di prestare servizio da parte di persone apertamente transgender nell'esercito. I cinque giudici conservatori della corte hanno sospeso due ordini dei tribunali distrettuali che avevano bloccato il divieto, lasciando un'unica ingiunzione di un tribunale del Maryland che ostacolava la piena applicazione.



Le risposte dei leader democratici sono state rapide e raffinate. La discriminazione non ha posto nel nostro esercito o nella nostra società, twittato Il senatore del Vermont Bernie Sanders, seguito rapidamente dalla senatrice del Minnesota Amy Klobuchar, che concordato che gli uomini e le donne transgender che servono il nostro Paese dovrebbero essere ringraziati per il loro servizio, non attaccati. Tra le aspiranti Dem 2020 già dichiarate, la retorica è stata più energica. Kamala Harris dichiarato che le persone trans hanno il coraggio di servire il nostro Paese e meritano di farlo. Elisabetta Warren ha reso chiara la sua piattaforma : Se qualcuno si arruola e può gestire il lavoro, dovrebbe essere autorizzato a servire, ha twittato. Combatterò con le unghie e con i denti finché i transamericani non saranno liberi di essere se stessi e di servire il loro paese senza discriminazioni. Più tardi nel corso della giornata, Kirsten Gillibrand ha alzato di un gradino la retorica, giurando in una dichiarazione per introdurre una legislazione per proteggere il diritto delle persone trans di arruolarsi e richiamare una legislazione simile di cui era coautrice con John McCain.

Ma sebbene queste affermazioni possano sembrare politiche progressiste di buon senso, smentiscono un profondo fraintendimento dei reali pericoli in gioco. Tanto per cominciare, coinvolgere il divieto come un dibattito politico come qualsiasi altro lascia uno aperto a essere minato. L'accettazione da parte di Warren di chiunque sia in grado di gestire il lavoro lascia spazio a Portavoce del Pentagono per infilarsi nei loro talloni, insistere sul fatto che la politica non è un divieto totale se include esenzioni per i soldati attualmente fuori servizio, e smentisci che il divieto è fondamentale... per garantire la forza di combattimento più letale ed efficace del mondo. E mentre i politici prendono in giro, la loro convalida di un dibattito sul diritto al lavoro delle persone trans stabilisce precedenti devastanti mentre sorvolano questioni più grandi nella mente di molte persone trans.



I democratici che diventano presidenziali per il servizio militare trans si stanno concedendo un paio di false premesse: che questa politica è uno sforzo intellettualmente onesto e in buona fede per razionalizzare e rafforzare l'esercito e che il suo risultato finale più significativo sarebbe un ritorno alla stessa politica del Dipartimento della Difesa che esisteva prima della riforma di Obama del 2016. Ma le analisi che centrano solo i militari ignorano una massiccia, e probabilmente più importante, conversazione sui diritti civili in corso. Dal punto di vista di molti transamericani, il pericolo principale del divieto non è mai stato che i giovani trans potessero non avere la possibilità di unirsi al nostro complesso militare-industriale. Piuttosto, credono che la loro utilità stia nell'usare il precedente che hanno messo come un piede nella porta per hackerare tutte le altre protezioni legali transgender (e quali piattaforme abbiamo guadagnato nella guerra culturale) consacrando istituzionalmente la convinzione che le persone trans siano indesiderabile. Dal momento che il DOD è stato a lungo il il più grande datore di lavoro del mondo , la definizione di restrizioni anche ragionevoli all'espressione di genere delle persone e alle esigenze mediche per poter lavorare crea incredibili opportunità di discriminazione sul lavoro sia nel settore pubblico che in quello privato. Tienilo a mente con il recente riassunto del Dipartimento di Giustizia che afferma che le aziende sono libere di discriminare sulla base del pregiudizio anti-trans, e la dedizione dei repubblicani a spazzare via l'identità trans in larga misura diventa evidente.



In effetti, argomentare solo la singola questione sulla carta (come fa erroneamente Gillibrand) significa cedere la posizione che le persone trans vogliono, o addirittura Dovrebbe voglio, in primo luogo, entrare a far parte dell'esercito americano. Come Fainan Lakhta, uno scrittore socialista trans musulmano, notato dopo che il divieto è stato ripristinato per la prima volta nel 2017, non è la prima scelta di nessun radicale finire sul terreno della difesa del diritto delle persone a unirsi o rimanere in una macchina militare che provoca immense sofferenze e oppressione, sia in questo paese che in tutto il mondo . Ma non ci possono essere condizioni sull'uguaglianza. Attivisti da #NoJusticeNoPride , che hanno precedentemente ha protestato contro la partecipazione della polizia negli eventi Pride, concordato : È possibile - e necessario - criticare le politiche che individuano e attaccano le persone trans rifiutandosi di appoggiare, sostenere o celebrare le forze armate statunitensi. Sentimenti antimperialisti e capitalisti come questi stanno proliferando tra i giovani; l'anno scorso, un sondaggio YouGov su 2100 persone hanno scoperto che i millennial e la generazione Z avevano tre volte più probabilità dei boomer di preferire il comunismo al capitalismo.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Che sentimenti come questi dovrebbero proliferare anche nella sinistra trans non è sorprendente. Dato che reclutatori militari spesso prendono di mira i poveri e i giovani altrimenti emarginati, e che le persone trans sono sproporzionatamente esposte alla povertà, la comunità trans è un gruppo demografico maturo per la coercizione (non dissimile dagli immigrati che si arruolano in cerca di cittadinanza), e vedere o sperimentare tale predazione crea una logica sfiducia nei confronti dei militari. Secondo dati raccolti dal National Center for Transgender Equality, le persone transgender in generale hanno il doppio delle probabilità di essere veterane rispetto alla popolazione generale degli Stati Uniti e le persone di età compresa tra 35 e 64 anni hanno il triplo delle probabilità di arruolarsi, anche se il divieto di apertamente soldati trans era solo revocato nel 2016. Le persone trans dovrebbero celebrare l'accesso a un'istituzione che sfrutta la loro disperazione per alimentare la guerra, solo per scacciarle perché desiderano vivere come se stesse?



A parte il giudizio sulle sue aspirazioni politiche, la saga di reclutamento e radicalizzazione di Chelsea Manning, una trasformazione non solo del genere ma della politica e della visione del mondo, rappresenta questo tumulto intracomunitario nel microcosmo. Prima di arruolarsi, Manning è stata cacciata dalla casa di suo padre perché troppo appariscente, diventando una senzatetto per mesi prima di trasferirsi con sua zia. Dopo anni di molestie crescendo, ero socialmente condizionato a evitare persino di parlare con uno psicologo, Manning ha scritto nel 2016. Temevo di perdere il sostegno di mia zia... Ho iniziato a chiedermi di arruolarmi nell'esercito. Quando le cose sembravano cupe, ho pensato 'Forse posso dare una mano'. Ma dopo aver fatto trapelare filmati di soldati che uccidono civili iracheni e giornalisti Reuters, e una successiva condanna a sette anni di carcere, Manning è emerso come uno dei più guidato e visibile voci antiautoritarie della sinistra trans. Discutere se Manning e altri veterani avrebbero dovuto essere moralmente autorizzati alla transizione significa perdere il punto più grande; è molto più importante capire perché lei e così tante altre persone trans fanno affidamento in modo sproporzionato sull'esercito e le conseguenze materiali della regressione ai diritti dei trans.

Ciò non significa liberali come Aaron Sorkin, che affermano che le questioni trans lo siano Strategie di distrazione repubblicane , sono giusti; piuttosto il contrario. Significa che le persone che la pensano in questo modo, o che vogliono che le persone trans si assimilino alla macchina della morte imperialista del nostro paese, non riescono ancora a comprendere quanto sia veramente disastrosa l'America per le persone emarginate dentro e fuori. Ora come sempre, le persone del cis liberale che cercano l'ottica più favorevole fanno questi problemi e le persone danneggiano un disservizio. Il divieto trans è una questione di diritti umani, una questione di lavoro, una questione di istruzione, immigrazione e assistenza sanitaria. Non rimanere bloccato sul fatto che siamo pronti o meno a uccidere le persone per interessi aziendali: se questo è ciò che pensi sia davvero in gioco qui, hai molto da recuperare.

Ottieni il meglio da ciò che è queer. Iscriviti alla nostra newsletter settimanale qui.