Perché dovresti bere whisky irlandese

Whisky irlandese

AskMen

Un tuffo nella ricca storia del whisky irlandese

Kaitlyn McInnis 29 aprile 2019 Condividi Tweet Flip 0 azioni

Il team editoriale di AskMen ricerca e recensisce a fondo i migliori attrezzi, servizi e prodotti di base per la vita. AskMen potrebbe essere pagato se si fa clic su un collegamento in questo articolo e si acquista un prodotto o servizio.


Quando pensi a un ottimo whisky puro, cosa ti viene in mente? Per la maggior parte, sarebbe uno scotch invecchiato con cura - lascia cadere la 'e' - whisky. Ma non è sempre stato così. Prima del proibizionismo, il whisky irlandese regnava sovrano, conosciuto nel Nord America e nell'Europa occidentale come il miglior distillato disponibile. La gente lo adorava perché era buono. È così semplice, Michael Carr, Global Brand Ambassador per Powers Whiskey, dice ad AskMen: 'Avevamo la migliore produzione, abbiamo usato gli ingredienti più costosi e sto parlando dai whisky irlandesi più economici ai migliori'. Ci siamo rifiutati di tagliare gli angoli.





RELAZIONATO: 5 whisky da bere lisci

Il whisky irlandese proveniva direttamente dalle distillerie. Tutte le più grandi famiglie di whisky, da Jameson e Powers a Cork Distillery, erano molto orgogliose di creare il proprio whisky direttamente sul posto. I grandi marchi scozzesi? Erano tutte miscele. Secondo Carr, i famosi marchi scozzesi otterrebbero un sacco di whisky diversi da tutte le distillerie scozzesi e li mescolerebbero nella loro miscela.

Fu solo quando gli alambicchi a colonna - che furono inventati in Irlanda - entrarono in scena alla fine del 1800 che i marchi di whisky scozzesi si resero conto che potevano fare qualcosa di molto più economico e migliorare il whisky mentre ci erano. Gran parte del whisky proveniente dalle Highlands non sarebbe stato invecchiato e sarebbe stato molto, molto torbato e gli alambicchi a colonna l'avrebbero calmato, dice Carr. Così all'improvviso hai whisky irlandese sullo scaffale nell'impero britannico, che sarebbe costato un braccio e una gamba, e poi avresti qualcosa prodotto in serie dalla Scozia che è dieci volte più economico.

WhiskyGettyImages



All'inizio del secolo, quando lo scozzese a buon mercato diventa più accessibile, il whisky irlandese aveva smesso di essere il cento per cento del mercato mondiale a circa il cinquanta per cento - e poi scoppiò la prima guerra mondiale. Devi ricordare che il mercato principale per il whisky irlandese era l'Impero britannico, l'Irlanda e l'America. I tedeschi avevano sottomarini che circondavano l'Irlanda e non potevano ottenere nulla dall'isola, dice Carr, la Scozia non aveva quel problema. Avevano navi che andavano a Londra, e così hanno iniziato a crescere a Londra.

Entro la fine della guerra, l'Irlanda non vedeva l'ora di rilanciare la produzione di whisky e rientrare nel mercato, ma poiché l'Europa era stata devastata all'indomani della guerra, hanno messo gli occhi sull'America - fino a quando il proibizionismo è avvenuto pochi anni dopo. Il divieto è stato un disastro assoluto su due fronti per il whisky irlandese. Prima di tutto, la Irish Pot Still Association, che era il gruppo ombrello per tutti i whisky irlandesi, ha deciso che non avrebbero infranto l'embargo. Quella decisione non è stata presa in Scozia: non avevano un'organizzazione e non si curavano di rispettare le regole. La Scozia iniziò ad esportare whisky scozzese in Canada e Messico, e poi si fece strada attraverso il confine con gli Stati Uniti, ma lo timbrarono come whisky irlandese perché avrebbero potuto ottenere più soldi se provenisse dall'Irlanda. Sfortunatamente per l'Irlanda, la qualità degli alcolici knock-off era assoluta spazzatura e quella scarsa reputazione si è bloccata.

Quando il divieto finì, anche la reputazione del whisky irlandese era finita: era completamente a pezzi. Carr ammette. L'unico modo per vendere il whisky irlandese [vero whisky irlandese] entro la fine del proibizionismo era grazie al boom del caffè irlandese degli anni '50. Quando il proibizionismo terminò nel 1933, gli irlandesi non poterono nemmeno dare un'occhiata al mercato statunitense.



Neanche da lì le cose sono migliorate. Durante la seconda guerra mondiale, l'Irlanda ha avuto disordini civili. Tra il tumulto che circonda l'Europa e la Rivolta di Pasqua del 1916 a Dublino, le distillerie erano quasi inutilizzabili e il whisky irlandese era davvero in ginocchio. Negli anni '50 eravamo rimasti con una manciata di distillerie semi-operative, dice Carr. Negli anni '60, Tullamore se n'era andato, Kilbeggan se n'era andato, Cork stava andando bene perché aveva un buon mercato a Munster, Jameson era in guai terribili, Powers aveva ridimensionato moltissimo, Bushmill è stato aperto e chiuso, aperto e chiuso.

RELAZIONATO: Il miglior whisky del mondo

Qui è dove le maree hanno iniziato a cambiare. In una svolta estremamente visionaria degli eventi, i tre principali distillatori - Powers, Jameson e Paddy - si sono seduti in segreto e hanno deciso di unirsi per salvare il whisky irlandese nel suo insieme. Hanno fondato Irish Distillers nel 1966 e hanno promesso di mettere da parte le loro differenze e fare tutto il necessario per rimettere in piedi l'industria.

JamesonGettyImages

Quello che molte persone non capiscono è che Powers ha effettivamente acquistato Jameson e Paddy perché all'epoca erano gli unici con una buona situazione finanziaria. Hanno proceduto a fare un sondaggio negli Stati Uniti negli anni '70 per decidere quale marchio avrebbero promosso. Paddy era visto come un uomo troppo tranquillo, Jameson aveva una buona risonanza e la parola Potere si rivelò essere una delle parole più odiate in America. Era visto solo come una relazione con il comunismo o il governo americano, quindi i distillatori decisero di andare avanti con la promozione di Jameson.

Il whisky irlandese non sarebbe dov'è oggi se tutti quei ragazzi non si unissero. Erano così coraggiosi. Stava andando a sud, e unendosi e diventando distillatori irlandesi, avrebbero potuto crescere, lentamente ma inesorabilmente, Denis O'Reilly, un discendente della famiglia Powers, dice ad AskMen, Mio zio Frank ha effettivamente ceduto i suoi uffici a Jameson e poi ne ha fatti un altro decisione, pochi anni dopo, di costruire una nuova distilleria per Jameson. Hanno preso il secondo violino per aiutare il whisky irlandese, nel suo insieme, a crescere.



In questi giorni, il whisky irlandese, in particolare Jameson, ha un'associazione decisamente positiva con l'Irlanda, ma è ancora ampiamente trascurato a favore del whisky scozzese a causa della sua reputazione rocciosa di un tempo. Ci capita di pensare che un whisky irlandese invecchiato con cura meriti il ​​primo posto sul carrello del bar, non solo per la sua ricca storia e la perseveranza ispiratrice, ma per il suo gusto meravigliosamente morbido (il whisky irlandese deve essere distillato in botti di legno per un minimo di tre anni, rendendolo molto meno tumultuoso rispetto alla sua controparte scozzese).

Qui, alcuni dei nostri whisky irlandesi preferiti: dal materiale per sorseggiare di prima qualità alle cose di cui sono fatti gli scatti.

Powers John's Lane Reserve

Powers Whisky

La Powers John's Lane Reserve è pensata per essere sorseggiata e gustata. Il gustoso whisky è la perfetta rappresentazione di un tradizionale distillato irlandese. I suoi sapori robusti sono in gran parte dovuti al fatto che è invecchiato in botti ex bourbon e sherry. La sensazione in bocca morbida e vellutata sarà una gradita sorpresa per chiunque sia abituato a bere whisky scozzese della stessa età.
A partire da $ 59,77 su Drizly.com

Powers Three Swallow Reserve

Riserva

Powers Three Swallows Reserve è prodotto in una singola pentola alambicco da orzo maltato e non maltato, e poi triplo distillato. Un revival di un whisky simile dalla vecchia distilleria di Dublino, Three Swallows è accomodante e rilassato, con note di quercia e spezie dolci.
A partire da $ 41,99 su Drizly.com

Jameson Irish Whisky

Jameson

Probabilmente uno dei whisky più riconoscibili là fuori, Jameson è un'ottima opzione per bevande miste, scatti celebrativi o sorseggiando tutto da solo. Con sentori di vaniglia ed erbe fresche, questo whisky irlandese miscelato è un'ottima introduzione allo spirito irlandese.
A partire da $ 16,99 su Drizly.com

Potresti anche scavare:


AskMen potrebbe essere pagato se si fa clic su un collegamento in questo articolo e si acquista un prodotto o servizio. Per saperne di più, leggi il nostro completo termini di utilizzo .