La vedova di Aimee Stephens, querelante della Corte Suprema Trans, vince una transazione di $ 130.000

AGGIORNAMENTO (30/11/20):



L'impresa di pompe funebri del Michigan che ha licenziato Aimee Stephens per essere transgender ha raggiunto un accordo a seguito della storica sentenza della Corte Suprema di quest'estate sulla non discriminazione LGBTQ+.

Secondo il Notizie di Detroit , RG e G.R. Case funebri Harris ha accettato di effettuare un pagamento di $ 250.000 dopo che SCOTUS ha scoperto che casi di pregiudizio sul posto di lavoro anti-trans sono coperti dalle leggi federali sui diritti civili salvo discriminazione sul lavoro. Stephens, morta poche settimane prima dell'emissione della sentenza, è stata licenziata sette anni fa dopo aver informato il suo capo che intendeva passare al lavoro.



Dell'accordo di un quarto di milione di dollari, $ 130.000 andranno alla sua proprietà, che è supervisionata dalla defunta moglie di Stephens, Donna. Tale somma ammonta a $ 63.723,91 di arretrato con interessi, insieme a $ 66.276,09 di danni, poiché il Notizie di Detroit segnalato la scorsa settimana . Tali totali non coprono le tasse o altre tasse.



L'accordo include anche $ 120.000 di spese legali pagate all'American Civil Liberties Union, il gruppo di difesa nazionale che ha rappresentato Stephens in tribunale.

I termini sono stati approvati lunedì dal giudice distrettuale degli Stati Uniti Sean Cox.

ORIGINALE (5/12/20):



La querelante della Corte Suprema ed eroe dei diritti civili transgender Aimee Stephens è morta martedì a seguito di un lungo attacco di malattie renali. Aveva 59 anni.

Nel 2013, Stephens ha intentato una causa contro il suo ex datore di lavoro, R.G. & GR Harris Funeral Homes a Detroit, Michigan, dopo essere stata licenziata per aver informato il suo capo che intendeva dichiararsi transgender al lavoro. L'esito del suo caso, che è stato ascoltato dalla Corte Suprema in ottobre, potrebbe determinare se gli 1,4 milioni di adulti statunitensi che si identificano come transgender può essere negato il lavoro o licenziato dal loro lavoro a causa di ciò che sono.

Una sentenza sul caso Stephens è previsto nei prossimi giorni , che sarà deciso insieme ad altri due casi di diritti LGBTQ+: un istruttore subacqueo, Donald Zarda, e un coordinatore dei servizi di assistenza all'infanzia, Gerald Bostock, che sono stati licenziati perché gay.

Stephens, tuttavia, non vivrà abbastanza per vedere la decisione della Corte Suprema, che potrebbe avere un impatto su leggi e tutele per le persone LGBTQ+ nei 28 stati che non hanno statuti di non discriminazione in tutto lo stato sui libri contabili . Lei è stato ricoverato presso l'hospice domiciliare la scorsa settimana ed è deceduto dopo aver sperimentato un'insufficienza renale.

Tuttavia, è improbabile che la sua morte influisca sul fatto che la Corte Suprema emetta o meno una sentenza nel caso di Stephens. Zarda è morto nel 2014 durante un incidente di paracadutismo e sua sorella, Melissa, ha continuato a portare avanti la sua causa.



Sebbene Stephens non fosse disponibile a parlare con i membri dei media nei suoi ultimi giorni, sua moglie, Donna, ha ringraziato la comunità LGBTQ+ per l'amore e il sostegno che la coppia aveva ricevuto. Un paio di campagne GoFundMe per raccogliere fondi per i costi di fine vita di Stephens hanno prodotto più di $ 21.000 e $ 6.400 , ciascuna delle quali supera di gran lunga i rispettivi obiettivi man mano che continuano ad arrivare più donazioni.

Grazie dal profondo del nostro cuore per la tua gentilezza, generosità e per aver mantenuto il mio migliore amico e anima gemella nei tuoi pensieri e nelle tue preghiere, ha detto Donna in una dichiarazione preparata. Aimee è un'ispirazione. Ha dato così tante speranze per il futuro dell'uguaglianza per le persone [LGBTQ+] nel nostro paese e ha riscritto la storia.

Anche i sostenitori di LGBTQ+ hanno reso omaggio a Stephens. Chase Strangio, un avvocato dell'ACLU, ha affermato che servire nella sua squadra presso la Corte Suprema è stato uno dei momenti più orgogliosi della [sua] vita a causa della persona straordinaria dietro il caso.

Come membro del suo team legale, sono profondamente triste per questa perdita, ha detto Strangio in una nota. Come persona transgender e sostenitrice, sono pieno sia di dolore che di rabbia per aver perso un anziano troppo presto. Mentre noi e milioni di persone portiamo avanti il ​​suo lavoro per la giustizia, possa lei rimanere al potere e continuare a guidarci su questa strada.

Il presidente della campagna per i diritti umani Alphonso David ha aggiunto che Stephens sarà ricordato come un pioniere.

Tutti noi della comunità [LGBTQ+] dobbiamo la sua immensa gratitudine per il suo coraggio nel difendere il diritto delle persone [LGBTQ+] a vivere come noi stessi al lavoro e in ogni aspetto della nostra vita, ha affermato David in una dichiarazione. [...] Aimee sarà sempre un eroe per le persone transgender e non binarie e per l'intera comunità [LGBTQ+].


Altre grandi storie da loro.