Ci saranno poliziotti?: La gente LGBTQ+ esprime preoccupazione per la marcia della solidarietà nera di LA Pride

LA Pride 2020 sarà una protesta.



Christopher Street West (CSW), l'organizzazione che produce LA Pride, ha annunciato mercoledì che terrà una marcia in risposta all'ingiustizia razziale, al razzismo sistemico e a tutte le forme di oppressione. Agirà al posto della parata e del festival annuale del Pride della città, entrambi annullati a causa della pandemia di COVID-19.

La marcia di protesta si svolgerà domenica 14 giugno alle 10:00 PST. L'inizio è previsto all'incrocio di Hollywood Blvd. e Highland Ave. e proseguirà verso West Hollywood, dove normalmente si svolge la sfilata, secondo il Los Angeles Times . Tutti i partecipanti sono invitati a indossare sempre mascherine per il viso e a seguire il Dipartimento della Salute della California linee guida per il coronavirus .



Dopo la notizia della marcia del Pride, le persone LGBTQ+ hanno espresso domande e preoccupazioni su come CSW condurrà l'evento. Gli utenti di Twitter sono accorsi al post di LA Pride chiedendo se CSW inviterà la polizia e le aziende alla marcia (come hanno fatto con sfilate passate ) e se il gruppo ha organizzato l'evento in tandem con un'organizzazione a guida nera.



Gli organizzatori si stanno coordinando con BLM-LA /altri gruppi a guida nera? un utente Twitter chiesto . Sono entusiasta per la solidarietà + voglio assicurarmi che questa protesta non attiri l'attenzione o danneggi il movimento BLM.

Il poeta queer Charles Jensen ha anche chiesto ulteriori spiegazioni da CSW, scrivere , In che modo stai garantendo la sicurezza della nostra comunità, in particolare in questo momento in cui la polizia ha preso di mira coloro che cercano giustizia: corpi neri e persone di colore? Altri utenti hanno sottolineato che la polizia lo è intensificando continuamente la violenza durante le manifestazioni in giro per la nazione picchiando i manifestanti, spruzzandoli con gas lacrimogeni, sparando proiettili di gomma e usando cannoni sonori.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.



Anche l'attivista e scrittrice Ashlee Marie Preston ha rilasciato una dichiarazione in risposta all'annuncio di protesta di LA Pride, affermando che non era coordinato con Black Lives Matter o altri leader del movimento nero a Los Angeles.

Mentre sono sicuro che [la marcia] è stata organizzata con le migliori intenzioni, io, la leadership nera di Los Angeles, né il movimento Black Lives Matter hanno organizzato questa marcia né siamo stati contattati al riguardo, ha detto Preston nella dichiarazione video. È importante che gli alleati non neri lo riconoscano mentre le tue intenzioni potrebbero essere sicure; l'uso del nome di un'organizzazione nera senza il suo permesso o consenso a collaborare non solo mina il lavoro, ma diluisce il messaggio e indebolisce l'impatto generale. Guarda la dichiarazione completa di seguito.

Contenuti Twitter

Questo contenuto può essere visualizzato anche sul sito it origina a partire dal.

Nel 2017, la parata del LA Pride si è trasformata in #ResistereMarzo , una protesta contro l'elezione di Donald Trump e per la tutela dei diritti LGBTQ+. Ha attirato una folla di migliaia ed è stato organizzato da un comitato esterno in tandem con LA Pride.

CSW non ha menzionato Black Lives Matter in modo specifico nei post sui social media che promuovono l'evento o nel suo comunicato stampa. Ma il presidente dell'organizzazione, Estevan Montemayor, ha affermato che la marcia sarebbe stata in solidarietà con Black Lives Matter nel Los Angeles Times articolo che ha dato notizia della protesta.



I rappresentanti di Christopher Street West e LA Pride non sono tornati immediatamente loro. la richiesta di commento di


Altre storie sulle proteste di George Floyd e sul movimento per la giustizia razziale: